2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: carburazione magra e......altezza galleggiante  (Letto 2793 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Oscar68

  • Assiduo
  • **
  • Post: 18
carburazione magra e......altezza galleggiante
« il: 24 Luglio 2018, 11:35:42 am »
salve a tutti.
Procedendo molto lentamente con i lavori di ripristino della mia Charleston dell'84 sono arrivato alla carburazione.
Premetto che ho acquistato da Burton il kit di revisione con guarnizioni, getti e valvola a spillo del carburate.
Dopo aver pulito il carburatore, sostituito le parti necessarie e riposizionato (con guarnizioni sopra e sotto la basetta in plastica), verificato il corretto serraggio dei 4 dati e controllato il serraggio del collettore, ci ho fatto qualche km di prova.
La macchina parte subito (ho montato anche l'accensione elettronica, sempre di burton) anche a caldo (mentre prima faticava non poco) e SEMBRA andare bene......ma batte in testa, poco ma batte.
Faccio qualche km e in una discesa, rilasciando l'accelleratore sento scoppiettare dalla marmitta.
torno in garage e controllo le candele e come mi aspettavo sono bianche, parecchio
Ricontrollo l'altezza del galleggiante con il calibro (compresa guarnizione) e lo trovo a 20 mm, provo a portarlo a 19 e riparto.
Nulla......una 20ina di km e tutto come prima.
Rismonto e lo potrto a 18......uguale......ed uguale a 17.
mi rassegno, controllo l'accensione elettronica con la stroboscopica, ma è perfetta e stabile come una roccia.
Penso che a questo punto il problema sia più complesso e abbandono le prove.
poi mi viene un dubbio, prima andava bene (a parte la fatica acaldo) e ripenso ai pezzi cambiati....qundi il giorno successivo rismonto il carburatore e mi accorgo che.....la valvola a spillo chiude il realtà l'afflusso del carburate MOLTO prima di raggiungere il fondo corsa.
Tenendo la testa del carburatore verticale, quindi, e soffiando nel condotto di ingresso della benzina con una certa forza, certo di stabilire il punto di chiusura......stabilitolo calibro su di esso il 20mm.
rimonto tutto e riparto
Perfetta, battiti in testa scomparsi e scoppietii in rilascio spariti.
Mi chiedo allora:
- Ma questa valvola a spillo di Burton era difettosa?
- Il gioco tra chiusura e punto di appoggio è comunque presente e quindi la mia macchina ha comunque dei problemi poichè per viaggiare deve andare molto grassa??

qualche esperto illumini la mia ignoranza.
grazie!!!!!!

Offline guidowi

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 6750
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #1 il: 24 Luglio 2018, 14:46:41 pm »
Penso che utilizzi il termine battito in testa in modo non appropriato. qual'è il sintomo che chiami così?
Il battito in testa è rappresentato dalla detonazione della benzina PRIMA che il pistone abbia raggiunto il punto morto superiore producendo quindi un rumore di sonaglini.
E' determinato da un eccessivo anticipo (Fase sbagliata) o dall'accensione spontanea determinata da incrostazioni incandescenti in camera di scoppio.
Hai parlato di pistola strobo ma la fase della 2cv va fatta in modo statico con l'accensione del led nel preciso istante in cui il perno da 6mm può infilarsi nel foro del volano.
Infine, rimonta lo spillo vecchio !
Una marea di spilli attualmente sul mercato si bloccano aperti oppure chiusi e danno infiniti problemi!!!

 (felice)
Guido

Offline Oscar68

  • Assiduo
  • **
  • Post: 18
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #2 il: 24 Luglio 2018, 15:03:17 pm »
probabile che usi termini non del tutto corretti.
la fase nel montaggio dell'accensione elettronica 123 l'ho effettuata utilizzando il perno da 6 mm incastrato nell'apposito foro sul volano e regolando la scatola dell'accensione,con relativi controlli, come da istruzioni.
per praticità ho riportato su un dente del volano e sulla campana della frizione un segno bianco di riferimento per controllare (anche se ovviamente un tantino anticipato rispetto al metodo statico) ogni tanto l'accensione al minimo, senza stare a smontare la ventola.
Il battito in testa non vorrei fosse la mia fantasia, ma con la macchina carburata molto magra si sentiva così come si sentivano gli scoppiettii in rilascio in discesa, ora sono spariti entrambi; a questo punto non vorrei che si trattasse davvero di eccessive incrostazioni in camera rese incandescenti da una miscela troppo magra.......a questo punto mi è venuta la curiosità.......altro "lavoretto" da fare.
Lo spillo vecchio è alla frutta.......nel senso che mi è rimasto aperto facendomi prendere un grande spavento........
Ne ordinerò un altro anche se con questo, trovato il punto di chiusura, la macchina va molto bene.

PS.....grazie 1000

Offline Astor Mingus

  • Residente
  • ***
  • Post: 222
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #3 il: 24 Luglio 2018, 15:21:24 pm »
probabile che usi termini non del tutto corretti.
la fase nel montaggio dell'accensione elettronica 123 l'ho effettuata utilizzando il perno da 6 mm incastrato nell'apposito foro sul volano e regolando la scatola dell'accensione,con relativi controlli, come da istruzioni.
per praticità ho riportato su un dente del volano e sulla campana della frizione un segno bianco di riferimento per controllare (anche se ovviamente un tantino anticipato rispetto al metodo statico) ogni tanto l'accensione al minimo, senza stare a smontare la ventola.
Il battito in testa non vorrei fosse la mia fantasia, ma con la macchina carburata molto magra si sentiva così come si sentivano gli scoppiettii in rilascio in discesa, ora sono spariti entrambi; a questo punto non vorrei che si trattasse davvero di eccessive incrostazioni in camera rese incandescenti da una miscela troppo magra.......a questo punto mi è venuta la curiosità.......altro "lavoretto" da fare.
Lo spillo vecchio è alla frutta.......nel senso che mi è rimasto aperto facendomi prendere un grande spavento........
Ne ordinerò un altro anche se con questo, trovato il punto di chiusura, la macchina va molto bene.

PS.....grazie 1000

Ciao, Oscar.  (felice)

Probabilmente ti sto per riferire una cosa che avrai già letto nel post: http://www.2cvclubitalia.com/public/smf/index.php?topic=14041.0 in cui la mia auto è protagonista di una lunghissima serie di interventi, partiti proprio da problemi alla carburazione simili ai tuoi.

In più, a me, capitava che il carburatore si auto-affogava di benza e il motore diventava una piscina a 92 ottani!  ???

Anche io ho sostituito lo spillo del galleggiante e il sostituto non mi sta dando problemi, ma, a differenza forse di te, il mio spillo non era più originale ed era stato già sostituito anni luce fa. Diversamente, se avesse funzionato, avrei tenuto quello vecchio.

L'altezza corretta del galleggiante, per l'attuale benza verde, come mi è stato più volte ricordato, è di 19,50 mm, misurati con il calibro con la guarnizione montata.

Non ti fermare!  (su)

Modesta esperienza personale  :)
Music Is My Escape And My 2CV Is My Time Machine

Offline haiede

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1360
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #4 il: 24 Luglio 2018, 21:52:34 pm »
La carburazione andrebbe regolata guardando lo stumento del Co.......ad orecchio si percepisce sono l'insorgere di irregolarità al minimo ....
In ogni caso si può sempre cavarsela riducendo al minimo sostentamento il regime di minimo e ricercando poi con la vite di ricchezza miscela (meglio metterla nuova e non con la punta usurata) il punto di massimo aumento di regime e fermarsi li......(si vede ridursi anche lo scuotimento del motore).
Se ci sono problemi di eccessivo smagrimento (magari per totale chiusura di una delle 2 farfalle) solitamente, anche al colpo secco di acceleratore dal vano motore, tende a prodursi un leggero "starnuto" prima di prendere giri (la miscela già magra di suo, lo diventa ancor di più con l'improvviso aumento della quantità di aria che passa a farfalle aperte nonostante la pompa di ripresa.....) se poi a motore caldo lo si mantiene a circa 3000 giri una decina di secondi e si da una leggera accelerata ulteriore (senza farlo andare in "orbita") al rilascio netto dovrebbero essere avvertibili leggeri sparacchiamenti...il tutto anche da fermo.
Infine se lo sparacchiamento è molto più presente a motore ben caldo rispetto a tiepido avviato da 5 minuti........non è da escludere una eccessiva riduzione del gioco valvole di scarico che le porta a non fare più perfettamente tenuta in sede.
Mie considerazioni personali ehh.........non verità assolute!
 (felice)
Dodo

Offline Corbi

  • Colonna
  • ****
  • Post: 552
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #5 il: 27 Luglio 2018, 21:14:19 pm »
Ciao a tutti..mi inserisco..
Quindi per risolvere la "magrezza"?? Cosa si fa? Si alza il livello della vaschetta?

E poi avrei una questione da porre sull'argomento. Maneggiando carburatori Visa ce ne sono di varie versioni e soprattutto nella ultima serie del carburatore la .244  l'altezza andrebbe portata a 15 invece che 18.5.
Queste indicazioni prese da RTA vanno riconsiderate in merito alle nuove benzine? In che modo?
Grazie
 (felice)

Offline COIO3

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6554
  • prima parlate ai miei sottoposti
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #6 il: 28 Luglio 2018, 07:42:57 am »
il galleggiante serve a tenere il livello della benzina sotto il livello dello spruzzatore nel venturi, così che la benzina non scenda spontaneamente nel collettore ma debba essere incoraggiata dalla depressione esercitata dai pistoni.

il galleggiante non ha altre funzioni conosciute  ;D così che a 15 o a 20 il motore va sempre bene, almeno fino a quando riesce a succhiare benzina dallo spruzzatore.

se vuoi alterare la 'stazza' della benzina allora bisogna che tu sostituisca i cicleri (spett)


l'altezza del livello nel circuito carburatore altera leggermente il grado di emulsione della benzina, e quando dico leggermente intendo dire che ne io ne tu siamo in grado di apprezzarne la differenza  (appl)

l'altezza del livello nel circuito carburatore impegna (o disimpegna) un certo numero di fori nel tubetto di emulsione dove la benza viene emulsionata con l'aria per migliorarne l'accendibilità, anche stavolta leggermente, nel senso che dicevo sopra  ;D
Whatever Works ;)

Offline guidowi

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 6750
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #7 il: 29 Luglio 2018, 21:11:33 pm »
Ma se il livello è più alto la benzina è risucchiata dalla depressione in proporzione maggiore e la carburazione ingrassa; mangia troppo.

 (felice)
Guido

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:acqua dal tubo di scappamento
« Risposta #8 il: 11 Maggio 2020, 08:05:28 am »
Salve oggi dopo circa 2 anni ho rimesso in moto la mia 2cv, che in fase di partenza con l'aria aperta un po' di acqua dalla marmitta la cacciasse era cosa da me saputa, ma il dubbio mi è venuto quando rimettendola in garage dopo circa una mezzoretta che l'ho lasciata accesa al minimo con aria chiusa, la marmitta era piena d'acqua lo si sentiva in fase di accelerazione oltre la condensa che cacciava. Quindi sto a chiedervi in questo caso la carburazione è magra o grassa o + semplicemente devo aumentare o diminuire aria, che è cosa da me fattibile. grazie

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #9 il: 11 Maggio 2020, 15:53:00 pm »
Il "titolo" della miscela non c'entra con la quantità di condensa generata dal motore.
Il fatto di averla lasciata al minimo per diverso tempo e che la temperatura della marmitta sia stata inferiore alla temperatura di ebollizione dell'acqua ha causato accumulo di umidità.

E' sufficiente percorrere un pò di chilometri, meglio se ad andatura allegra per eliminare il problema.

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #10 il: 11 Maggio 2020, 18:28:26 pm »
Grazie per la delucidazione,inoltre volevo un vostro parere su quest'altra situazione, giorni fa' sono andato a vedere una vespa d'epoca presso un meccanico e li mi sono accorto che riparava anche macchine d'epoca, subito gli ho esposto il problema della mia che nonostante gli abbia cambiato il tubo sul serbatoio lo spillo conico e revisionato il carburatore ha il problema che dopo alcuni giorni ferma per partire ci vuole un bel po' causa svuotamento carburatore o tubo di aspirazione, motivo che ancora non sono riuscito a scoprire, lui mi ha detto che in questi casi applica su tubo benzina prima del carburatore una di quelle pompette usate sui motori delle barche per aspirare benzina per riempire cosi' il circuito, ma adesso mi è venuto il dubbio se la pompetta C a motore spento lasci passare questa eventuale benzina aspirata dalla pompetta. Voi cosa ne pensate al riguardo. saluti

Offline claudyane6

  • Colonna
  • ****
  • Post: 7502
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #11 il: 11 Maggio 2020, 18:55:54 pm »
invisibilman ha risolto il problema dello svuotamento del tubo mettendo una valvola di non ritorno

altra cosa  IMPORTANTE è il tubetto che collega serbatoio e tubo che corre lungo il telaio, spesso si fessura

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #12 il: 11 Maggio 2020, 19:00:47 pm »
A ME AVEVANO DETTO CHE LA VALVOLA DI N0N RITORNO RAPPRESENTAVA UN OSTACOLO PER LA POMPETTA C CHE ANDAVA SOTTO SFORZO.

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #13 il: 13 Maggio 2020, 16:54:05 pm »
lui mi ha detto che in questi casi applica su tubo benzina prima del carburatore una di quelle pompette usate sui motori delle barche per aspirare benzina per riempire cosi' il circuito, ma adesso mi è venuto il dubbio se la pompetta C a motore spento lasci passare questa eventuale benzina aspirata dalla pompetta. Voi cosa ne pensate al riguardo. saluti
Io non metterei la pompetta elettrica della benzina, meglio usare quella AC di serie. A tal proposito lo svuotamento potrebbe essere imputabile alla stessa pompa AC in quanto potrebbe avere le valvole che perdono.

Io ascolterei anche il suggerimento di claudyane6 in quantoè quasi certo che il tubo pescante sia fessurato in corrispondenza del serbatoio.
La valvola di non ritorno è un buon escamotage ma se la eviti è meglio...  ;)

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #14 il: 13 Maggio 2020, 21:29:40 pm »
il tubo che sta sul serbatoio l'ho cambiato, comunque la pompetta che mi hanno consigliato e manuale nn elettrica quella che schiacciando con la mano aspira. saluti

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #15 il: 13 Maggio 2020, 22:45:09 pm »
il tubo che sta sul serbatoio l'ho cambiato, comunque la pompetta che mi hanno consigliato e manuale nn elettrica quella che schiacciando con la mano aspira. saluti
Per carità può essere una soluzione ma un pò scomoda...

Dal momento che il Mehari è fatto per partire senza "cicchetti" aggiuntivi, cercherei la causa e nel caso non ne venissi a capo inserirei la valvola di non ritorno...

Non hai il filtro supplementare del carburante, vero?

Offline 2cvami

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3460
  • The show must go on
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #16 il: 14 Maggio 2020, 08:42:36 am »
Ciao, potrebbe anche essere un po' consumata la camma che da il movimento alternativo all' alberino di comando della pompa benzina. In questi casi c' è difficoltà ad innescare il flusso di benzina dal serbatoio. Poiché non è il caso di sostituire l' albero a camme (soprattutto se il motore va bene) puoi provare una pompa con l' innesco manuale oppure ne metti una elettrica a sostituire  quella a C.

 (felice)
Prima con i "modellini", poi con quelle vere: da sempre in 2cv.
Iscriviti al Registro Italiano 2cv:  http://registroitaliano2cv.it
https://www.facebook.com/groups/CSUCitroenistispezzini/276855059173916/?notif_t=like

Offline bibino59

  • Colonna
  • ****
  • Post: 540
  • ...
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #17 il: 14 Maggio 2020, 13:26:51 pm »
La pompa elettrica in sostituzione della AC (si chiama AC, penso stia per  Alimentazione Carburante, non "pompa a C" ) puo' essere pericolosa in caso malauguratissimo di tamponamento, perchè continua a pompare con serio rischio di incendio: andrebbe montata  con un  interruttore inerziale, ma la cosa si complica e per me non ne vale la pena,  oltre a essere non in linea con lo spirito di spartana efficienza delle nostre.
La pompa a mano tipo fuoribordo non ha questo problema di sicurezza, non è  affatto scomoda (per uno che guida una Mehari meno che meno!!!) perchè impone, ma solo dopo un fermo lungo, semplicemente   5/10 secondi  di pompata.  Si usa montarla a volte ( in USA soprattutto) sulle vecchie Porsche che hanno un problema simile alle nostre in caso di fermo prolungato.
In ogni caso limiterei tutti queste modifiche solo alla  extrema ratio , cioè dopo aver cercato  di risolvere il problema  in maniera ortodossa (sostituz tubazione intera dal serbatoio alla pompetta  AC, verifica o sostiuz della AC, ecc)
Uno che si diverte a guidare una 2cv NON PUO' essere cattivo.

La cosa più preziosa che abbiamo in assoluto è il tempo. I soldi vanno e vengono, se ce li rubano li possiamo anche rifare; il tempo va solo e non ritorna. E soprattutto nessuno di noi può' sapere quanto ne ha a disposizione.  R.G.

Offline 2cvami

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3460
  • The show must go on
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #18 il: 14 Maggio 2020, 14:25:36 pm »
...Pompa A.C., dal nome del suo ideatore Albert Champion. Chiedo scusa per l' "imperdonabile" errore! Pensavo si fosse qua per aiutarci a risolvere gli eventuale problemi alle nostre bicilindriche, non a fare i professorini, vorrà dire che da ora in poi i miei 40 anni di esperienza 2cv e derivate li terrò per me.  In ogni modo ho specificato chiaramente: se il problema è dovuto alla camma consumata si possono usare 2 sistemi: 1) pompa A.C. con innseco manuale. 2) pompa elettrica, se a qualcuno scoccia perdere quei 30 secondi ogni tanto per aprire il cofano e operare sulla levetta. Alternativa? Sostituire l' albero a camme...

 (nonso)
Prima con i "modellini", poi con quelle vere: da sempre in 2cv.
Iscriviti al Registro Italiano 2cv:  http://registroitaliano2cv.it
https://www.facebook.com/groups/CSUCitroenistispezzini/276855059173916/?notif_t=like

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #19 il: 14 Maggio 2020, 22:50:38 pm »
GRAZIE PER LE DELUCIDAZIONI, RIPETO QUALCOSA L'HO FATTO PER OVVIARE AL PROBLEMA, HO CAMBIATO IL TUBO SUL SERBATOIO REVISIONATO IL CARBURATORE  SOSTITUENDO LO SPILLO CONICO HO UNA POMPA AC DI RISERVA USATA MA NN L'HO CAMBIATA MA IL PROBLEMA SI RIPETE SEMPRE DOPO QUALCHE GIORNO FERMA FATICA A PARTIRE. QUALCUNO HA PARLATO DI FILTRO AGGIUNTIVO SUL TUBO BENZINA, SI L'HO MONTATO(CREA PROBLEMI?) ED ESSENDO TRASPARENTE E DA LI CHE VEDO CHE LENTAMENTE LA BENZINA DIMINUISCE. PER ME METTERE QUESTA POMPA MANUALE è FATTIBILE MAGARI CON QUESTO SEMPLICE ED ECONOMICO SISTEMA RISOLVO IL PROBLEMA.MI SONO INOLTRE CHIESTO MA NON è CHE LA BENZINA INVECE DI TORNARE INDIETRO SCENDE NEI PISTONI, NELLA CAMERA DI SCOPPIO.SALUTI

Offline bibino59

  • Colonna
  • ****
  • Post: 540
  • ...
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #20 il: 15 Maggio 2020, 09:44:30 am »
...Pompa A.C., dal nome del suo ideatore Albert Champion. Chiedo scusa per l' "imperdonabile" errore! Pensavo si fosse qua per aiutarci a risolvere gli eventuale problemi alle nostre bicilindriche, non a fare i professorini, vorrà dire che da ora in poi i miei 40 anni di esperienza 2cv e derivate li terrò per me.  In ogni modo ho specificato chiaramente: se il problema è dovuto alla camma consumata si possono usare 2 sistemi: 1) pompa A.C. con innseco manuale. 2) pompa elettrica, se a qualcuno scoccia perdere quei 30 secondi ogni tanto per aprire il cofano e operare sulla levetta. Alternativa? Sostituire l' albero a camme...

 (nonso)


Chiedo scusa per il tono se sono stato frainteso, e ringrazio  2cvami per la precisazione su Albert Champion, non volevo essere saccente   (stupid) ,purtroppo il mio carattere mi porta  ad essere pignoletto  e precisino (muro), qui siamo tutti per imparare (non si finisce mai!) e non per sentenziare. (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio)
Uno che si diverte a guidare una 2cv NON PUO' essere cattivo.

La cosa più preziosa che abbiamo in assoluto è il tempo. I soldi vanno e vengono, se ce li rubano li possiamo anche rifare; il tempo va solo e non ritorna. E soprattutto nessuno di noi può' sapere quanto ne ha a disposizione.  R.G.

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #21 il: 15 Maggio 2020, 10:12:58 am »
DA LI CHE VEDO CHE LENTAMENTE LA BENZINA DIMINUISCE.
Innanzitutto se puoi evita di scrivere maiuscolo in quanto equivale a gridare...  ;)

La benzina diminuisce almeno per due ragioni, la prima perchè a caldo evapora e il filtrino potrebbe essere complice. Tieni presente che lo stesso filtrino può peggirare la tua situazione in quanto per far ripartire il motore si deve ri-riempire.
La seconda ragione è che quasi sicuramente le valvole della pompa non tengono bene e fanno calare il livellodel carburante al di sotto della pompa impedendo che questa si adeschi.
Poichè per sostituire la pompa occorono pochi minuti ti consiglio di sostituirla.

A mio parere il tuo problema non può essere imputato all'usura della camme in quanto il fenomeno lo sentiresti soprattutto quando richiedi la massima potenza al motore...  :)

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #22 il: 15 Maggio 2020, 10:19:26 am »

Chiedo scusa per il tono se sono stato frainteso, e ringrazio  2cvami per la precisazione su Albert Champion, non volevo essere saccente   (stupid) ,purtroppo il mio carattere mi porta  ad essere pignoletto  e precisino (muro), qui siamo tutti per imparare (non si finisce mai!) e non per sentenziare. (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio) (abbraccio)
[/quote]Non penso che ti deva scusare, la tua precisazione era necessaria, anch'io sono "precisino" e chiamala a.C. era una storpiatura...

Con la tua osservazione hai contribuito a far scattare la molla della conoscenza e farmi scoprire che A.C. sono le iniziali del suo ideatore... io ho sempre creduto che il nome derivasse dal suo principio di funzionamento (aspirante/comprimente).  ;)

Offline bibino59

  • Colonna
  • ****
  • Post: 540
  • ...
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #23 il: 15 Maggio 2020, 16:50:15 pm »
 (muoio) (muoio) ...ma tu pensa quante cose puo' significare una sigla:
Albert Champion,
Aspirante-Comprimente,
Alimentazione Carburante  (muoio) (muoio)

la prossima che puo' essere?  Attenti al cane?  (appl) (appl)
 (abbraccio)
Uno che si diverte a guidare una 2cv NON PUO' essere cattivo.

La cosa più preziosa che abbiamo in assoluto è il tempo. I soldi vanno e vengono, se ce li rubano li possiamo anche rifare; il tempo va solo e non ritorna. E soprattutto nessuno di noi può' sapere quanto ne ha a disposizione.  R.G.

Offline claudyane6

  • Colonna
  • ****
  • Post: 7502
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #24 il: 15 Maggio 2020, 21:10:11 pm »
ed io che pensavo che fosse a forma di C che oscillando facesse muovere delle membrane  (muoio)

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #25 il: 15 Maggio 2020, 22:16:10 pm »
La pompa elettrica in sostituzione della AC (si chiama AC, penso stia per  Alimentazione Carburante, non "pompa a C" ) puo' essere pericolosa in caso malauguratissimo di tamponamento, perchè continua a pompare con serio rischio di incendio: andrebbe montata  con un  interruttore inerziale, ma la cosa si complica e per me non ne vale la pena, 
Un suggerimento se qualcuno comunque volesse montare la pompa elettrica... su un'auto d'epoca sempre con pompa A.C. servendomi di un relè, avevo fatto in maniera di spegnerla nel caso il motore si spegnesse. Per fare ciò ho utilizzato la spia minima pressione dell'olio. Se accesa (motore spento) toglieva corrente alla pompa, se spenta (motore acceso) consentiva l'alimentazione della pompa.

Offline guac64

  • Residente
  • ***
  • Post: 101
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #26 il: 16 Maggio 2020, 08:49:51 am »
Mi servirebbe sapere, sempre x piacere, il diametro o spessore del tubo benzina che va dalla pompetta ac al carburatore, nel caso decidessi di montare questa pompetta manuale. Grazie

Online M@urizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 98
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #27 il: 16 Maggio 2020, 09:38:25 am »
Se non ricordo male il diametro interno dovrebbe essere 6 mm.

Una curiosità, la pompa la metteresti tra l'A.C. e il carburatore? 

Offline Golf

  • Colonna
  • ****
  • Post: 393
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #28 il: 16 Maggio 2020, 09:51:31 am »
Il tubo benzina deve essere da 5,5.
Se montate la pompa elettrica mettete l'interruttore inerziale, costa 20 euro ed è fondamentale in caso di incidente.
Lo trovate su ebay.
 (felice)

Offline Pier Le Blanc

  • Colonna
  • ****
  • Post: 813
  • Via col vento
Re:carburazione magra e......altezza galleggiante
« Risposta #29 il: 16 Maggio 2020, 13:13:53 pm »
... vorrà dire che da ora in poi i miei 40 anni di esperienza 2cv e derivate li terrò per me.

Siccome anch'io sono pignolino, preciso che la sigla A.C. significa, almeno per il sottoscritto, "ASSOLUTAMENTE CONTRARIO" che il grande Sergione, colonna del duecavallismo nostrano, metta in atto il suo ventilato proposito.
 
Caro Sergio, il tuo contributo alla causa è fuori discussione e non ti vogliamo perdere. A proposito, nel tuo caso, la sigla A.C. significa anche: ASSOLUTAMENTE COMPETENTE.
Lo dico con convinzione e senza piaggeria.
 (abbraccio)
"Non c'è nulla come la fretta che faccia perdere tempo"
"Non rompere le scatole a chi è felice"