Al di la' della tecnica

Aperto da Aspes, 11 Agosto 2006, 10:23:29 AM

« precedente - successivo »

Aspes

La mia prima ragazza e' salita su una Dyane !!!!
Che bei tempi erano !!! Gia' allora, la Dyane, pur non avendo piu' il sedile anteriore unico a panchetta, aveva due sedili cosi' vicini che si toccavano, e sembravano fatti apposta per
favorire l'intimita'.
Abbiamo passato serate intere, avvolti nella nebbia, nel ghiaccio, a chiaccherare ascoltando musica.
Il tempo passava cosi' velocemente che in un attimo arrivava il momento di tornarsene a casa.
Riavviavo cosi' il motore, che all'inizio era un po' recalcitrante, come se anche lui non volesse tornarsene a casa, e sembrava solo chiedere di rimanere li', con la musica, con i nostri 20 anni.
Forse anche lui sapeva che di li a poco avrebbe concluso la sua gloriosa carriera, che quel suo borbottio sarebbe sparito piano piano dalle strade e dalle citta', e che gli involucri che lo circondavano sarebbero poi diventati delle opere d'arte, tenuti in viata da uno stuolo di romantici.
Lei ( la mia ragazza intendo ) all'epoca gestiva un Bar con i suoi genitori, e l'unica serata libera era il Martedi, giorno di chiusura.
Io l'aspettavo con la Dyane sempre allo stesso punto, ed alle 9 lei arrivava puntuale, sempre di corsa e sempre ridendo.
A meta' capottina avevo messo una piccola lampadina con un pomello da schiacciare, tipo quelli che una volta si mettevano dietro al letto, che diffondeva una fievola luce blu ....
Visto che potevamo uscire solo di martedi', avevo preso l'abitudine, in quelle sere, di ascoltare
sempre " Ruby Tuesday ", dei Rolling Stones. A parte il fatto che era' ed e' ancora una canzone bellissima, ci procurava delle emozioni che ora non posso descivere.
Inutile dire che ancora oggi quando l'ascolto mi vengono le lacrime agli occhi.
E quella Dyane ci portava ovunque, senza fretta. Non e' che ci fossero troppo soldi a quell'epoca, cosi' si girava e si girava senza meta, visto che la benzia allora non era un problema.
Mi ricordo che lei mi diceva sempre che le piacevano le CX, cosi' si fantasticava sempre sull'acquistarne una.......
In breve, il tempo passo, e come spesso succede passo' anche la nostra storia, senza nemmeno sapere perche'.
Anche la Dyane in seguito resto' poco con me, ed alla fine, in quei momenti, un po' fui felice di lasciarla, come se provassi un po' di sollievo nel non vederla piu'.
La Dyane se ne ando' con " quasi " tutti quei ricordi.
Lo so, vi sembrera' strano, eppure tutte le volte che in seguito sono salito su di una Dyane, ho subito guardato il sedile di fianco, ed ho sempre cercato di sentire il Suo profumo.



[allegato eliminato dall\'amministratore]
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Pacifico

Wow ..... tempi diversi, persone diverse, musica diversa ma la stessa magia. Penso che molti si riconosceranno in quanto hai scritto ....
Rimane la tua capacit├á unica di scavare nell'animo e nella lingua ed estrarre dei diamanti cos├Č!

PS per├▓ almeno un'immagine della dyane o della tipa potevi postarla  ;D
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Gianni

non avevo la Dyane ma l'Ami 8, non avevo l'autoradio, ma la ragazza (la mia) me la ricordo anch'io.

Aspes

La fota della Dyane e' sempre quella che c'e' nell'altro post ..... un po' sfocata.
Della ragazza purtroppo ( e dico purtroppo ) non l'ho piu' ...

[allegato eliminato dall\'amministratore]
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

scanner79

L'hai mai pi├╣ rivista la ragazza? non sei curioso di sapere ora che fa?
Certe volte ├Ę meglio tacere e passare per idioti che parlare(scrivere) e dissipare ogni dubbio!!!