2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Il mio amico Genio  (Letto 2108 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline arnosto/basco

  • Assiduo
  • **
  • Post: 39
  • Al dè Magna
Il mio amico Genio
« il: 14 Novembre 2007, 11:15:39 am »
Ciao ragazzi todo bien?

Bene ieri mattina mi sono fatto uno spuntino dal mio amico formaio Genio, per gli amici Don Bosco, e Don Bosco xchè?  (?)
Semplice...... Quando eravamo giovani, circa l'età della mia 2CV anzi nostra xchè mia figlia e mia moglie dicono che è il mio giocattolo, quindi 26 anni orsono alla domenica si andava a sciare beh direte niente di speciale.
E no!
L'abbigliamento era di quelli fantozziani.
Il mio amicone Genio un giorno si presenta con sci di legno ed attacchi a molla, scarponi in cuoio con stringhe gialle, pantaloni a tubo neri che evidenziavano il pa...co, giacca a vento nero trapuntata nera, dolcevita bianco e maglione nero.
Cavolo tra una risalita e l'altra l'avevamo perso.
Si parlava tra di noi e ci si chiedeva ma dove cavolo è finito Genio???
L'omino degli impianti risponte serafico"...ah il reverendo è già salito..."
Ci siamo schiantati dalle risate e da allora il mitico Genio è diventato Don Bosco...
Ma questa è solo una delle avventure sulla neve si potrebbe scrivere un libro, che tempi ragazzi!!!
Va beh ciao a tutti e non fate incazzare il barista  (muro)
Bonne route  (guid)

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #1 il: 19 Novembre 2007, 17:22:39 pm »
Ciao amico di Genio  (felice) io non so sciare  (nonso)

però un piccolo ricordo di quando ero ragazzino e salii per la prima volta sugli sci c'è l'ho  ;D

Ricordo che con gli amici si era deciso di andare in montagna dalle nostre parti (forse in provincia di Cuneo, non ricordo più), io non sapendo sciare non ci volevo andare, ma loro mi convinsero che era facilissimo, che non ci voleva niente per imparare.....

..... ma dove prendere gli sci  ??? chiesi a mio cugino che c'era stato una volta e lui mi affidio un paio di sci lunghissimi (in seguito ho capito che troppo lunghi non aiutano  >:() e indossato due paia di pantaloni, alcuni maglioni e attrezatura varia recuperata in casa (angel) mi presentai all'appuntamento per il gran giorno.


Arivammo in montagna e penso che già ridevano di nascosto.... avete presente fantozzi, penso che io gli assomigliavo molto, il mio cappello di lana della mamma, i miei strati a cipolla e gli sci sproporzionati....

.... prendiamo la seggiovia e saliamo fino su agli impianti, ma mica mi dicono che lassu non ci sono pista baby loro  (muro) mica si ricordano che sono un principiante, poppante e inesperto, loro  (muro)...

... mi fanno pure fare il giornaliero, ed eccomi davanti allo skylift, io con i mie sci infilati negli scarponi, mi avvicino a quel coso strano con quel seggiolino che pende e con molta fatica cerco di afferrarlo.... 

 :o il primo mi sfila tra le mani, ma il secondo lo afferro bene e lo infilo tra le gambe sedendomi.....  (muro) casco come una pera cotta penso tra le risa di chi mi osservava  ;D...

... ma sono testone, mi rialzo e aspetto il prossimo, questa volta non mi siedo ma mi faccio tirare (ballo) che bello, mi muovo e avanzo nella neve, (ura) sono trascinato e già mi sento uno sciatore, ma l'imprevisto mi attende dopo pochi metri e al cambio di pendenza rotolo a terra  (muro)

immaginate quelli dietro di me, che già neri per aspettare un imbranato, sono costretti a sganciarsi per non travolgermi  (nonso)


tremendi come ricordi (vecchio)


alla fine riesco a ritornare alla base dello skylift e rinuncio a prenderlo, loro i miei amici sono spariti ed io mi adatto a fare il fantozzi delle nevi, rimanendo tutta la giornata nei pressi di una piccola gobba....

... risalita a lisca di pesce e piccola discesa con ruzzolate infinite, sembrava come in quel film dove il tipo si sveglia e si ritrova a rifare le stesse azioni del giorno prima in continuazione  (muro)


Questa è stata la mia prima e unica esperienza con gli sci, mi dispiace arnosto, se vuoi scrivere un libro io ti posso scrivere un paragrafo (post).....

.. ciao e alla prossima  (abbraccio) (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline arnosto/basco

  • Assiduo
  • **
  • Post: 39
  • Al dè Magna
Il mio amico Genio
« Risposta #2 il: 20 Novembre 2007, 08:52:56 am »
A beh quella della risalita me la ricordo ancora è come l'hai descritta tu....strepitosa!! ma sai noi eravamo un bel gruppo di amici e poi con noi c'era Don Bosco e l'omino e sciatori esperti ben sopportavano quella specie di "valanga" di ragazzotti imbranati...cavolo che tempi e pensare che oggi mi capita, da vecchietto, qualche slittata con i sci da fondo....
Dai inizia con il tuo capitolo che poi continuo io ma questi racconti andrebbero fatti davanti a un bel camino accesso un bel bicchiere di grappa e tante ;D

 (gatto) ciao a presto

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4051
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #3 il: 20 Novembre 2007, 09:00:59 am »
La prima volta che andai a sciare erao gia' grandicello, e la cosa fu organizzatta dalla Compagnia che frequentavo a Biandrate ....

La preparazione fu spasmodica : giacca a vento, berretto, guanti, pantaloni.

La partenza era da Biandrate molto presto. Li ci aspettava il pulman.

La Giallina parti' senza problemi, quattro chilometri ed ero a Biandrate.

Alcuni amici erano gia' in piazza. Li salutai e tirai dritto. Dovevo passare a prendere la Titta.

Lei era gia' fuori dal suo cancello, e quando la vidi trasalii.

Giacca vento rossa, Jeans strettissimi, Moon-boot, berretto e guanti bianchi.
I capelli scivolavano dal berretto sulle spalle, ed il sorriso era disarmante.

La feci salire, e ci fermammo vicino al pulman a chiaccherare, e poi partimmo.

Bielmonte arrivo' in un attimo.

Coda per noleggiare sci e scarponi, giornaliero, e via .....

Li mi ricordai che non sapevo sciare.

Purtroppo, non so perche', se uno va con la moto da cross deve sapere andare anche con gli sci, pena il perenne dileggio da parte degli amici.

Ed allora giu' a rotta di collo.

Per andare andavo anche veloce, anche troppo.

Pero' solo dritto, e senza saper frenare.

La tecnica era urlare : VIA .. VIA a chi si parava davanti, e poi verso la fine della pista, al posto di frenare, ci si buttava per terra.

Qui perdevo immancabilmente entrambi gli sci, che con pazianza recuperavo e mi rimettevo.

Ti sei fatto male, chiedeva la Titta ?

Io dicevo di no, e mi rialzavo tipo Fonzie, dicendo : Hei !!!!

Ma le botte si sentivano, eccome.

Questa tortura dopo un po' fini'. Visto che tanto non mi facevo male e che tutto sommato a scendere scnedevo, gli amici, che sapevano sciare, mi lasciarono perdere.

Restitui sci e scarponi, e mi dedicai alla cosa che avevo voluto fare sin dall'inizio : stare con la Titta.

Il resto della giornata passo' con Lei, cosi' come il viaggio di ritorno, parlando e sonnecchiando l'uno contro l'altra.

In seguito ritornai a sciare, ma imparando prima  a spazzaneve, e poi, non dico a sci uniti, ma quasi, frenando e curvando, tanto da andare senza probelmi su qualunque tipo di pista.

Tutto quello che ora ricordo delle mie esperienze sciistiche e' :

" Giacca vento rossa, Jeans strettissimi, Moon-boot, berretto, guanti bianchi ed
I capelli che Le scivolavano  sulle spalle " ..


Mamma mia, quasi quasi me la vedo ancora adesso davanti ... !!!!

Il grande Boss avrebbe detto :  " Like a vision she dances across the porch .. "

Ed era vero, era proprio una visione, bella, rara, che come tutte le visioni, spari'.

 
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #4 il: 20 Novembre 2007, 09:02:01 am »
 ;D ci vorrebbe un bel raduno invernale su qualche baita in montagna dove senza l'assillo di fare un giretto a tutti costi con le bicilindriche  (guid)  (guid)  ;D.....


... ci si concentrasse solo sui racconti davanti al fuoco  (bevuta)

Ok allora il primo capitolo è il mio, ma mi devo fermare perchè oltre a quella esperienza non ne ho avute più  (nonso),immagina ero un ragazzino senza attrezzatura e comprarla diventava troppo onerosa (piango) i miei di soldi non me ne passavano e alla fine i miei amici non ne avevano voglia di starmi dietro ad insegnarmi a sciare  >:(.....

... poi il tempo è scivolato via e la neve non mi ha più attirato, si potrebbe iniziare con il fondo, ma la mia dolce metà è la persona più freddolosa che possa esistere sulla terra  :o...(??)....  ;D forse ho esagerato  (muoio)

Vediamo ora che ti ho contaminato il 3D se anche altri avranno voglia di raccontare le loro esperienze  (abbraccio)

ciao arnosto io sono Watson.... non so se è bello conoscermi  (muoio) ;D (muoio)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #5 il: 20 Novembre 2007, 09:04:24 am »
Aspes ho letto ora mentre postavo...... (adoraz) sei davvero bravo kp al talento e alla persona  (su)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4051
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #6 il: 20 Novembre 2007, 09:07:40 am »
Grazie ad Arnosto ed a te Watson, perche' leggendo quello che avevato gia' scritto mi avete permesso di ricordare quello che era chissa' dove nella mia mente.

Anche se ogni tanto vorrei che rimanesse li dov'e' ........

Accendete il Fuoco, incominciate a parlare, e tutti i ricordi usciranno fuori ....
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline arnosto/basco

  • Assiduo
  • **
  • Post: 39
  • Al dè Magna
Il mio amico Genio
« Risposta #7 il: 20 Novembre 2007, 09:15:14 am »
Ma caro Watson io sono dell'avviso che conoscere nuove persone è sempre positivo, la negatività la sappiamo creare noi con i nostri pregiudizi e cattiverie.
Io un pò per lavoro, un pò per il volontariato, e ancora un pò per cazzeggiare ho girato mezzo mondo e quando mi dicevano...assolutamente non andare in quel tal posto perchè è pericolo ci sono stato ed ho trovato sempre gente - con tanti problemi - ma sempre disponibile e generosa.
E' il modo con cui ti confronti con gli altri che ti sa dare positività....o negatività.

Beh dopo queste perle di saggezza ti saluto ciao a presto  (superok)

Cavolo mi sono ricordato solo ora (stupid) che devo andare al lavoro  (guid)

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Il mio amico Genio
« Risposta #8 il: 20 Novembre 2007, 10:48:23 am »
Un giorno di alcuni anni fa, a Torino nevicò talmente tanto che la neve rimase diversi giorni a terra prima di sciogliersi...

... la domenica prendemmo la 2cv e ci facemmo un bel giro per la collina, dovete sapre che la parte più alta si trova a circa 700 metri, arrivati ad un parco cittadino notammo che alcuni ragazzi si divertivano a scendere con i loro bob per un tratto della collina (ballo)...


... dietro front, si ritornò a casa a prendere la vecchia slitta del famoso cugino, tutta di legno, con la panchetta e i pattini ? sotto, non so descriverla bene, ma chi ha avuto una slitta vecchia dovrebbe ricordarsela  :D

ricordo che ci siamo divertiti come ragazzini, non ho mai visto Paola così felice di scivolare sulla neve e ruzzolare a pazzesche velocità  (muoio), ricordo che quel tipo di slitta non ha freni e per fermarsi bisogna sollevare le punte dei pattini e piandare i piedi...

...invece noi per fermarci rotolevamo fuori, ricordo che abbiamo passato una bella domenica pomeriggio illudendoci di essere su qualche pista da sci, attorno a noi solo i bob moderni di plastica e qualche bambino con gli sci.....


.... noi invece con una scomoda slitta di legno e tanta voglia di divertirci.

 (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi