2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Blocchi del Traffico: Lombardia (anno 2006)  (Letto 7521 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Martini

  • Visitatore
Blocchi del Traffico: Lombardia (anno 2006)
« il: 23 Ottobre 2006, 13:17:30 pm »
E' con grande gioia che vi comunico ufficialmente che la Regione Lombardia ha accolto tutte le nostre istanze e che il dispositivo di legge che bloccherà le auto inquinanti in Lombardia tra il 2007 ed il 2008 conterrà le stesse esenzioni concordate con il Comune di Firenze e la Regione Piemonte: le vetture censite al Registro sono esentate dai blocchi!

 (bevuta) (bevuta) (bevuta)

Maurizio Marini
R.I.A.S.C.
Relazioni Esterne
« Ultima modifica: 17 Ottobre 2008, 17:43:50 pm da sert »

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #1 il: 23 Ottobre 2006, 14:03:44 pm »

(ola)
 (compl)

bene ..... adesso tocca all'Emilia Romagna e al Veneto  (scherma)

A questo proposito mi ha spaventato il post di gattokea http://www.2cvclubitalia.com/public/smf/index.php?topic=445.msg6883#msg6883

Non è che hanno aggiunto la postilla "limitatamente alle manifestazioni organizzate" anche Toscana, Piemonte e Lombardia?
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline cini

  • Residente
  • ***
  • Post: 158
  • flower
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #2 il: 23 Ottobre 2006, 14:08:20 pm »
,..davvero??
...egregio signor Marini, dice sul serio??? vuol dire che si potra' circolare comunque?? e per i blocchi alle non catalitiche disposti dalle singole citta'??? (..es. bergamo???)
ciaocini

..ps....maggici!!!!!!
ciaocini

Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #3 il: 23 Ottobre 2006, 15:41:11 pm »
Prima la Toscana, poi il Piemonte e adesso la Lombardia. Tre regioni di queste dimensioni creano un "precedente" che le altre amministrazioni non possono ignorare, Veneto ed Emilia incluse.

Diverso il discorso per i blocchi del traffico a tempo previsti dal piano di emergenza: quelli bloccano tutti, ASI e non, sono disposti per otto ore al giorno solo nei periodi in cui lo smog è tanto e tale che lasciare l'auto in garage fa bene a lei e agli altri.

Cerchiamo di non chiedere l'impossibile e non desiderare privilegi che non ci spettano: onestamente non esiste una sola euro4 che inquini quanto una 2Cv.  (su)

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #4 il: 23 Ottobre 2006, 16:41:10 pm »
Prima la Toscana, poi il Piemonte e adesso la Lombardia. Tre regioni di queste dimensioni creano un "precedente" che le altre amministrazioni non possono ignorare, Veneto ed Emilia incluse.

Diverso il discorso per i blocchi del traffico a tempo previsti dal piano di emergenza: quelli bloccano tutti, ASI e non, sono disposti per otto ore al giorno solo nei periodi in cui lo smog è tanto e tale che lasciare l'auto in garage fa bene a lei e agli altri.

Cerchiamo di non chiedere l'impossibile e non desiderare privilegi che non ci spettano: onestamente non esiste una sola euro4 che inquini quanto una 2Cv. (su)


OK ... ma non ho capito  (?)

La regione Lombardia ha pubblicato questo

Fermo dei veicoli più inquinanti per otto ore al giorno dal 1° novembre al 31 marzo; programmazione di una domenica di fermo totale della circolazione da concordare con le Regioni del bacino padano nella seconda metà del mese di gennaio 2007; eventuale individuazione di altre domeniche di fermo totale del traffico in base ai livelli di inquinamento e alle condizioni meteorologiche; limiti all'utilizzo della legna da ardere per riscaldamento in camini o stufe nelle zone di pianura dal 1° novembre al 31 marzo; avvio di una campagna di controlli, grazie anche al contributo di Arpa, su veicoli, officine, impianti di riscaldamento.
Sono queste le principali misure decise da Regione Lombardia per l'inverno 2006-2007 per contrastare l'inquinamento atmosferico, in particolare quello da polveri sottili (PM10).


A leggere questo articolo (versione integrale qui http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/_s.155/606?divcnt=pagename=PortaleLombardia%2FNews%
2FPL_singola_news,c=News,cid=1159163846675,dir_gen=off,fronte=off,ottica=off&PRLso=off
lo stop sembra non in coincidenza di valori elevati di inquinamento ma preventivo dal 1° novembre al 31° marzo ... il tutto per contrastare quel il PM10 che qualsiasi motore a benzina anche pre-euro produce in maniera molto più limitata di qualsiasi motore a gasolio euro4.
Domanda: il 2 novembre potrò usare la 2cv regolarmente iscritta ASI?

« Ultima modifica: 23 Ottobre 2006, 21:52:50 pm da Pacifico »
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #5 il: 23 Ottobre 2006, 17:07:27 pm »
No, com'è giusto che sia.
O meglio: potrai usarla per sedici ore al giorno. Ricorda che il PM10 è solo uno dei fattori inquinanti, poi c'è l'anidrite carbonica, gli incombusti (che la tua 2Cv emette a go-go), i monossidi...

Attenzione a non confondere i blocchi temporanei del traffico che formano il piano d'emergenza con quelli PERMANENTI che escluderanno dalle strade i veicoli pre Euro2, l'esenzione che abbiamo ottenuto riguarda QUEL tipo di blocco la cui entrata in vigore è al momento prevista per metà 2007.

Per il resto, chiedi all'ASI  ;D

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #6 il: 23 Ottobre 2006, 19:48:46 pm »
No, com'è giusto che sia.
O meglio: potrai usarla per sedici ore al giorno. Ricorda che il PM10 è solo uno dei fattori inquinanti, poi c'è l'anidrite carbonica, gli incombusti (che la tua 2Cv emette a go-go), i monossidi...
Non per fare polemica ma solo per cercare di capire la situazione ...... mi sembrava di aver letto che il parametro fuori controllo è il PM10 mentre per gli altri la concentrazione nell'aria sembra stazionaria se non in diminuzione ... comunque provo a ricercare il documento.

Attenzione a non confondere i blocchi temporanei del traffico che formano il piano d'emergenza con quelli PERMANENTI che escluderanno dalle strade i veicoli pre Euro2, l'esenzione che abbiamo ottenuto riguarda QUEL tipo di blocco la cui entrata in vigore è al momento prevista per metà 2007.

Infatti li avevo confusi. Riassumendo:
dal 1° novembre al 31 marzo blocco parziale
dal luglio 2007 blocco totale se non si è iscritti a nessun registro
Se invece si è iscritti si gira tutti i giorni?  (?)



Per il resto, chiedi all'ASI  ;D
Ho provato a chiamare ma avevano appena finito il traslocco e non trovavano più la circolare.  ;D
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #7 il: 23 Ottobre 2006, 20:01:52 pm »
Si, corretto: l'esenzione vale per le vetture citate nell'art.60 (quindi anche quelle ASI) e per quelle iscritte negli "appositi registri storici", ovvero quelli organizzati e riconosciuti dalle Case Automobilistiche. 

GattoKea

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #8 il: 23 Ottobre 2006, 20:53:12 pm »
Si, corretto: l'esenzione vale per le vetture citate nell'art.60 (quindi anche quelle ASI) e per quelle iscritte negli "appositi registri storici", ovvero quelli organizzati e riconosciuti dalle Case Automobilistiche. 


Se ci GASiamo, possiamo circolare in tutte le fascie orarie.  E' corretto?
Grazie
 (vecchio)

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #9 il: 23 Ottobre 2006, 21:50:20 pm »

Se ci GASiamo, possiamo circolare in tutte le fascie orarie.  E' corretto?
Grazie
 (vecchio)

Guarda cosa c'è scritto qui sul gpl http://segnaliverdi.blogspot.com/2006/08/ma-quanto-inquina-il-gpl.html
non ci capisco più niente .... comunque ho scandagliato tutto il web per trovare l'articolo che avevo letto ed invece era nel thread a fianco postato da Sert  ;D

http://www.motocivismo.it/docs/DatiARPA.pdf

Ho guardato i dati delle centraline della mia provincia e a parte il pm10 sulla soglia di attenzione in un caso, gli altri valori in effetti sono molto bassi.

per vedere i dati delle centraline http://www.arpalombardia.it/qaria/

OK .... a piedi nelle ore stabilite .... la 2cv inquina .... si vede anche dal satellite


One large source of aerosols is the city of Milan. Home to numerous international and local industrial plants, Milan is faced with many of the same air quality problems as other large metropolitan areas.

il sito http://visibleearth.nasa.gov/view_set.php?categoryID=128





Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

GattoKea

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #10 il: 23 Ottobre 2006, 22:00:29 pm »
Pensavo di GASarmi a metano.  L'impianto costa molto meno, circa un millino.
 (guid)

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #11 il: 24 Ottobre 2006, 11:51:44 am »
No, com'è giusto che sia.
.......

La mia non vuol essere una polemica ma solo l'esternazione del Pacificopensiero.
Massimo rispetto e cordialità per Martini a cui va gratitudine eterna per evitare il blocco totale (adoraz)
Dopo una notte di riflessione mi accorgo che di tutta questa storia la cosa che mi disturba di più è questa frase per il semplice fatto che non è vera.
Non è giusto!
O meglio è vera in linea teorica e al banco come confronto tra due autovetture ma considerando le percentuali circolanti l'eliminazione della mia 2cv non porterà nessun beneficio.
Il pm10 non scenderà e gli altri valori rimarrano tra il 10-20% del livello soglia di attenzione.
Per quanto riguarda il PM10 riporto la definizione trovata nel sito del comune di Reggio Emilia.

PM10
Caratteristiche fisico chimiche:
Chimicamente il particolato risulta composto da carbonio elementare ed inorganico, metalli di varia natura (Pb, Cd, Zn, Ni, Cu), nitriti e solfati (responsabili della componente acida del particolato), idrocarburi policiclici aromatici (IPA), polveri di carbone e di cemento, fibre di amianto, sabbie, ceneri. I
Origine:
In natura derivano dall'attività vulcanica e dall'azione del vento su rocce e terreno. Le principali fonti antropiche sono gli impianti termici, i motori diesel e il risollevamento causato dallo sfregamento dei pneumatici sull'asfalto.
Un veicolo infatti ha più modi di originare materiale particolato:
- emissione dei gas di scarico che contengono il materiale particolato che, per le caratteristiche chimiche e fisiche che lo contraddistinguono, può essere chiamato anche "areosol primario";
- usura dei pneumatici;
- usura dei freni.
Per effetto del loro movimento, tutti gli autoveicoli concorrono poi ad usurare il manto stradale ed a riportare in sospensione il materiale particolato.
Nelle aree suburbane e rurali, entrano in gioco anche le attività industriali quali, ad esempio, la lavorazione dei metalli e la produzione di materiale per l'edilizia, e le attività agricole.


Adesso mi devono dimostrare che il passaggio della 2cv produce più PM10 complessivamente che un porsche cayenne. Se non va bene la porsche metteteci una X5 oppure una berlina nuova generazione (tutte macchine con massa intorno ai 2000kg e pneumatici almeno 225).
Le cito non per fare dei paragoni assurdi ma perchè è quello che vedo girare realmente in città.
Penso per queste ragioni che definire "come è giusto che sia" sia errato.
Sopporto il provvedimento anche se lo trovo inutile e iniquo, sopporto il fatto che in centro storico girino macchine così, sopporto anche di ritrovarmele in isola pedonale, ma la presa in giro che "come è giusto che sia"  faccio fatica a sopportarla.
Comunque, nessun dramma mi adeguo .... cercherò di usare la macchina il meno possibile come ho sempre cercato di fare e quando ci sarò per il collo userò la mia sw tdi chiaramente oltre i 2000 cc che ho scoperto essere euro 2 e non 1 (benedetti tedeschi ... sempre avanti  ;D ) per far scendere il pm10 .... come è giusto che sia.

 (doppiomuro)



Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6542
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #12 il: 24 Ottobre 2006, 12:00:27 pm »
Mi aggrego,

parole sante.

AMEN

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #13 il: 24 Ottobre 2006, 13:00:22 pm »
mi sfugge cosa ho postato  a fianco che cercava il nostro "fico"...

appoggio il pacificopensiero del non-sense del "è giusto che sia così"....perchè sa proprio di "tipico atteggiamento nazionale" che non concepisco....
mi spiego...


Anche io ringrazio Martini e quanti altri si sono prodigati in toscana-lombardia-piemonte (e nelle succesive regioni) (adoraz) (adoraz) (adoraz)
 ma al tempo stesso mi domando come negli altri stati europei molto + attenti di noi alla problematiche ambientali abbiano fatto a risolvere lo stesso problema....
le metropoli ci sono anche in germania-olanda etc... eppure oltre a grandi aree pedonali nel centro, sistemi tramviari realmente funzionanti e parcheggi di scambio...tutto funziona senza  problemi di blocchi
o forse crediamo che solo in Italia il parco auto circolante sia così decrepito??
cosa peraltro poco reale per lo meno al nord ma anche nel resto della penisola.....

il problema reale è che da noi ci si muove sempre per emergenze e non vengono attuate reali politiche preventive ed educative.
e quindi si arriva (restando in ambito automobilistico) ai blocchi temporanei del traffico, al non poter far andare il camino etc.....

un esempio per tutti: la vecchia super che da noi è sparita da qualche anno in altri stati europei era già sparita da molto + tempo senza che venisse fatta alcuna campagna terrostica-giornalista di rottamazione generale.
e ancora, già se ne parlava tempo fa, a mali estremi estremi rimedi, di quel catalizzatore per auto "storiche" in vendita sul mercato tedesco ma non omologabile in italia. (non faceva certo miracoli ma ti portava ad essere euro1)

detto questo non credo che per la libertà ottenuta lascerò la macchina accesa anche quando non mi serve e non sostituirò nell uso la mia bici.
moderazione altrimenti qualcuno potrebbe capire che non sono solo auto storiche ma "art de vivre"........ (felice1)

per questa volta l'abbiamo scampata bella ma chissà quando qualche altro governante avrà qualche altra "brillante pensata"!!!!

Offline kaneda03

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1697
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #14 il: 24 Ottobre 2006, 13:15:39 pm »
io resto sempre della stessa idea...l'unico mezzo a motore che non inquina e quello che rimane fermo.ma ,per essere piu' precisi,l'unico mezzo che non inquina é quello che neppure viene costruito....
certo il problema é molto complesso,ma é indubbio che in italia non c'é nessuna intenzione di risolverlo,tutto gira intorno al mercato,ai soldi,alle banche ed in particolare all'ignoranza,che regna sovrana incontrastata.
ultimamente si é fatto un gran chiasso sui suv,dimenticandoci che ,in realta',nulla cambia se ,chi se lo prende per farsi bello,al suo posto gira con un m5 o una spider o chesso' io... personalmente,ad esempio,orora ancora possiedo un land rover,preso per viaggiare[anche se poi mai ne ho avuto reale possibilita'] ed usato poi il meno possibile,tant'é che se proprio devo scendere nella city cerco di farlo con il treno.mi rendo conto ,pero',che sono un caso raro.
la realta' é che siamo in italia,messa poco peggio rispetto agli altri,ma messa comunque peggio.....
Se non sono io per me, chi sarà per me?
Se non così, come?
E se non ora, quando?”

Offline FeDeesse

  • Colonna
  • ****
  • Post: 611
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #15 il: 26 Ottobre 2006, 17:16:28 pm »
che nesso c'è tra il pagare e l'emissione dei gas? Nulla.
cioè se avessero scoperto un filtro da applicare a tutte le auto della terra per far diminuire il loro tasso di inquinamento allora uno pagherebbe(anche volentieri), non inquinerebbe più, e circolerebbe.
ma io pago qualcuno/qualcosa per fargli far finta di niente se circolo con una euro 0 inquinante...  AIUTO (vecchio)


PS: vivissimi complimenti per tutto il forum, compresa la vasta scelta di faccine e smiles vari! (appl)


Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #16 il: 26 Ottobre 2006, 17:53:56 pm »
mi sfugge cosa ho postato  a fianco che cercava il nostro "fico"...

Cercavo il pdf che avevi postato tu in merito ai dati delle centraline di rilevamento atmosferico della lombardia che dimostrano che da parecchio tempo è il solo PM10 a sforare i limiti mentre per quanto riguarda gli altri inquinanti sono ampiamente sotto i limiti.
Per verificare l'esattezza di quel pdf (fidarsi è bene ma non  (blabla) ) sono andato sul sito della regione dove si possono vedere i dati in tempo reale e chiedere quelli passati .... il pdf non mente  :(


... ma al tempo stesso mi domando come negli altri stati europei molto + attenti di noi alla problematiche ambientali abbiano fatto a risolvere lo stesso problema....
le metropoli ci sono anche in germania-olanda etc... eppure oltre a grandi aree pedonali nel centro, sistemi tramviari realmente funzionanti e parcheggi di scambio...tutto funziona senza  problemi di blocchi
o forse crediamo che solo in Italia il parco auto circolante sia così decrepito??


Non per difendere i politici ma bisogna ammettere che la situazione padana non ha eguali nel mondo. Se guardi la foto dal satellite in formato originale e non ridotto del forum ti accorgerai che la foschia che staziona sulla padania (per dirla alla Bossi) non è altro che smog.
Appare evidente che Alpi e Appennini hanno una parte determinante per evitare che questa nube si disperda sul resto d'europa ..... dalle altre parti si vede molto meno perchè correnti atlantiche e/o africane le disperdono rapidamente.
Per tirarsi su di morale (eufemismo .... ci sarebbe da spararsi) vai su quel sito e guardati il sud-est asiatico!


un esempio per tutti: la vecchia super che da noi è sparita da qualche anno in altri stati europei era già sparita da molto + tempo senza che venisse fatta alcuna campagna terrostica-giornalista di rottamazione generale.
e ancora, già se ne parlava tempo fa, a mali estremi estremi rimedi, di quel catalizzatore per auto "storiche" in vendita sul mercato tedesco ma non omologabile in italia. (non faceva certo miracoli ma ti portava ad essere euro1)

Questo è quello che fa arrabbiare di più perchè è traspare la volontà di costringerti a cambiare auto


io resto sempre della stessa idea...l'unico mezzo a motore che non inquina e quello che rimane fermo.ma ,per essere piu' precisi,l'unico mezzo che non inquina é quello che neppure viene costruito....

Vero .... nel computo dell'impatto ambientale vanno messi tutti i parametri non solo l'inquinamento atmosferico .... se si ragionasse così (nel senso di considerare solo il parametro dell'inquinamento atmosferico) le centrali nucleari sarebbero il massimo dell'ecologia.


certo il problema é molto complesso,ma é indubbio che in italia non c'é nessuna intenzione di risolverlo....


Anche dalle altre parti .... non preoccuparti! Conosci qualche casa automobilistica che dichiari la scadenza dell'auto? Una volta questo dato era sconosciuto alle stesse case automobilistiche adesso viene determinato in sede di progetto.
Il concetto in se non è sbagliato (perchè devo costruire un sedile che resiste a tot ore e a tot saliscendi equivalenti a 1.000.000 di km quando poi l'auto mediamente viene rottamata a 250.000 km .... lo stesso vale per tutte le parti)
il problema è questo dato non viene comunicato.
A differenza delle auto "vecchie" nelle quali ogni parte aveva una sua vita e superata una certa età costringeva a un continuo "refresh" a macchia di leopardo ( e noi ne sappiamo qualcosa) nelle macchine attuali collassa tutto nel giro di poco tempo.
Quello che era un principio valido (costruire in economia senza sprechi) di fatto è stato girato come sistema per rifilarti un auto nuova ogni 5 anni.
Io sono convinto che ci sia materiale per citare le case automobilistiche per frode e/o per omissione di dati .... è uno dei pochi casi nel quale mi dispiace di non essere in america ..... vincerei la causa e con i soldi mi prenderei una macchina nuova  (muoio)


 (ciao)
 
« Ultima modifica: 26 Ottobre 2006, 18:39:09 pm da Pacifico »
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline kaneda03

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1697
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #17 il: 26 Ottobre 2006, 18:04:41 pm »
mmmmmmmmh
non so,non l'avevo mai pensata a questo modo.....si potrebbe tentare pero'.
certo non si puo' ottenere danaro,ma magari se ne parla un po',che male non fa'.
per le nucleari....anch'esse fan danni....
l'é dura,l'unica strada é quella dell'uscita dal pazzo mondo del pil,sino a che sara' la produzione di nuovi oggetti la strada per la felicita' questa ci sara' preclusa....
Se non sono io per me, chi sarà per me?
Se non così, come?
E se non ora, quando?”

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #18 il: 26 Ottobre 2006, 19:03:38 pm »
ma io pago qualcuno/qualcosa per fargli far finta di niente se circolo con una euro 0 inquinante...  AIUTO (vecchio)

Ciao
benvenuto nel forum!
ehm ..... io sinceramente stavo sostenendo il contrario  (vecchio)
Secondo me visto le percentuali di macchine euro zero circolanti il loro impatto è praticamente nullo ... se poi consideriamo la 2cv che ha una cilindrata/consumi simili a quelli di un maxiscooter penso che il suo contributo al peggioramento/miglioramento dell'aria cittadina sia alquanto limitato.
Chiaramente sto parlando di macchine a benzina e in riferimento ai dati dell'ultimo anno di monitoraggio che vedono nel PM10 l'inquinante fuori controllo.
Avrebbe avuto più senso bloccare le macchine a gasolio e lasciare circolare le macchina a benzina .... peccato che a gasolio vadano anche gli automezzi pubblici e quelli commerciali ..... e poi vi immaginate la faccia di chi rimane appiedato dopo che ha appena speso 50.000 euro per un diesel euro4 con il FAP magari quando vede circolare una ritmo 60?  ;D
Francamente impossibile da attuare.
Come molto difficile sarebbe applicare il metodo "giapponese" .... autovetture con cilindrata massima 650 cm, lunghezza max 3,50 mt, se vuoi macchine più grosse paghi una sbarcata di tasse e devi dimostrare che hai un garage dove metterla.
Però non sarebbe tanto male .... aumenterebbe lo spazio in città ... forse



PS: vivissimi complimenti per tutto il forum, compresa la vasta scelta di faccine e smiles vari! (appl)

 (felice1)  Le faccine sono il nostro vanto e l'unico motivo per cui si posta  (compu)

Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #19 il: 30 Ottobre 2006, 11:49:12 am »
Ragazzi, giovedì alle 10.00 siamo partiti da Cuneo con un camper a rimorchio e una 2cv per una traversata "across the padanian nation" fino al salone delle auto storiche alla fiera di Padova.

Oh, non avete idea  di quante 2cv inquinanti abbiamo visto coi nostri stessi occhi!

Occupavano ininterrottamente la prima corsia dell'autostrada, un unico nastro trasportatore lungo 500 km, marciante 24 ore su 24, che trasporta le cose più incredibili, tra cui due 2CV BISARCHE a due piani che trasportavano automobili PUNTO ZASTAVA da Torino verso la Yugoslavia (così la gente in serbia le compra e pensa "ma sì, compriamo zastava, così almeno facciamo lavorare i serbi"..).

Poi abbiamo superato una serie di 2cv cariche di ferro rotto che procedevano per centinaia di chilometri nella stessa direzione di altre 2cv cariche di putrelle di ferro.

Mentre non posso confermare  la leggenda secondo cui l'acqua minerale delle montagne del cuneese viene distribuita  nei supermercati di tutt'italia e nei supermercati cuneesi confluisce l'acqua minerale dal resto d'italia, questa è indubbiamente una pura menzogna della propaganda decrescitista e no tav:  vi dico: per caricare, scaricare e far fare 1000 km a un camper a rimorchio e una 2cv servono 4 persone (che mangiano e bevono e dormono), 2 giorni e 3 pieni di carburante e 100 euro di autostrada se bastano: ma chi sarebbe così scemo da sprecare tutti sti soldi per portare a spasso dell'acqua che esce gratis da qualsiasi buco fatto nella più vicina montagna ? Mi rifiuto di crederlo.

Ciao lucajack

Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #20 il: 31 Ottobre 2006, 13:04:45 pm »
Copio qui l'ultimo aggiornamento col testo very official della Regione Lombardia:

La faccenda è complessa, vi sono due tipi di blocchi: quello previsto dal piano d'emergenza è determinato dal superamento dei valori d'allerta, coinvolge tutti i veicoli, storici e non, funziona per otto ore al giorno. L'altro, quello "pericoloso", è il fermo totale di tutti i veicoli euro zero (prima prevedeva anche gli euro uno). In origine la Regione prevedeva una "deroga finalizzata" per poter partecipare a raduni e simili per i veicoli "di cui all'art. 60 del Cds", ovvero le auto ASI e Fiat-Alfa-Lancia. Dialogando con l'autorità competente siamo arrivati a far variare questa dicitura con "iscritte negli appositi registri" (quindi anche il RIASC) e permettere alle Euro uno di circolare.

Segue il testo del comunicato stampa emesso dalla Regione lo scorso 27/10  ;)


LE MISURE PER L'INVERNO 2006-2007 - SCHEDA


VEICOLI PIU' INQUINANTI

E' previsto il fermo programmato dei mezzi più inquinanti (autoveicoli benzina e diesel pre Euro 1 e diesel Euro 1, ciclomotori e moto a due tempi pre Euro 1) dal 1° novembre 2006 al 31 marzo 2007, dal lunedì al venerdì (escluse anche le giornate festive infrasettimanali) dalle 8 alle 12 e dalle 16 alle 20.
I veicoli pre Euro 1 e diesel Euro 1 in Lombardia sono circa 1 milione (il 40% nelle zone critiche) mentre i ciclomotori e motocicli a 2 tempi pre Euro 1 sono oltre 800 mila (il 40% nelle zone critiche)".
La duplice "estensione" di questa misura ne raddoppierà 'efficacia. Ogni giorno saranno immesse in atmosfera 2 tonnellate in meno di polveri sottili (a fronte della stima dello scorso anno di 1 tonnellata) portando il totale complessivo da 100 a 200 tonnellate di PM10 "risparmiato". 

FERMO TOTALE TRAFFICO

Verrà effettuata una domenica di fermo totale del traffico - probabilmente nella seconda metà di gennaio - che coinvolgerà tutte le Regioni e Province Autonome del bacino padano (Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Province Autonome di Trento e Bolzano). Nel mese di novembre è previsto un incontro tra tutte le Regioni per formalizzare l'accordo su questa iniziativa. A questa giornata potranno essere aggiunte ulteriori domeniche di fermo totale del traffico da stabilire in base ai livelli di inquinamento e alle condizioni meteorologiche.

CONTROLLI

Anche grazie al supporto dell'ARPA, saranno intensificati i controlli sulle emissioni dei veicoli circolanti su strada, sulle officine che effettuano la verifica dei gas di scarico, sull'efficienza degli impianti termici civili e sul combustibile utilizzato.
Dal 1° novembre opereranno 80 tecnici dell'ARPA (erano 25 lo scorso inverno) che affiancheranno il personale dei Comuni nelle attività di controllo e in particolare i 140 addetti delle Polizie locali che hanno ricevuto nei mesi scorsi uno specifico addestramento.

LEGNA

Sarà necessario ammodernare i vecchi impianti (camini e stufe) utilizzati per ardere la legna per poterli mettere in funzione nel corso dell'inverno. Il provvedimento approvato dalla Giunta introduce infatti limitazioni all'uso di legna da ardere per il riscaldamento domestico degli edifici in camini e stufe di vecchio tipo - solo quando siano integrativi di impianti per riscaldamento a metano, gasolio, GPL o altri combustibili ammessi - dal 1° novembre 2006 al 31 marzo 2007 nei Comuni delle zone critiche e in quelli con altitudine uguale o inferiore a 300 m. In particolare, non sarà consentito l'utilizzo delle biomasse legnose in questi impianti: camini aperti; camini chiusi, stufe e qualunque altro tipo di apparecchio che non garantisca un rendimento energetico adeguato e basse emissioni di carbonio. I valori sono normalmente precisati sul libretto di istruzioni; in mancanza del libretto sarà ritenuta valida la certificazione rilasciata dal venditore o dal costruttore. Sono esclusi dunque dal divieto gli impianti con buon rendimento energetico e quelli di cottura (pizzerie comprese). La maggior parte degli impianti realizzati e messi in commercio prima del 1990 non sono in grado di rispettare i valori di rendimento energetico indicati nella delibera.

ALTRE MISURE

Tra gli altri provvedimenti contenuti nella delibera, resta l'obbligo di spegnimento dei motori degli autobus quando sono fermi ai capilinea e dei motori dei veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, in particolare nelle zone abitate; confermato anche il divieto delle combustioni all'aperto, in particolare in ambito agricolo e di cantiere e il divieto di riscaldamento di cantine, ripostigli, scale, box, garage, depositi.                                 

PROGETTO DI LEGGE ARIA: LIMITAZIONI PER EURO 0 E FILTRI

Il fermo programmato dei mezzi più inquinanti per il prossimo inverno anticipa i provvedimenti che entreranno in vigore con l'approvazione della legge sulla qualità dell'aria.
Nel 2007 saranno introdotte infatti limitazioni all'utilizzo dei mezzi Euro 0 in due fasi: dal 1° luglio, autobus e moto e dal 1°
ottobre tutti gli altri veicoli. Limitate deroghe saranno previste per i mezzi storici ma solo quelli iscritti negli appositi registri. Si tratta di circa 14.000 auto e 6.000 moto.
Entro luglio 2007 dovranno essere dunque sostituiti o attrezzati con appositi filtri antiparticolato circa 2.000 autobus Euro 0.

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #21 il: 31 Ottobre 2006, 16:02:50 pm »
Hey.. la fine dei nostri problemi..

solo due domande collaterali:

sono il fortunato possessore di una cucina economica ultratrentennale, smaltata, marca "PROMETEUS" e di una stufa ottocentesca in ceramica, potrò continuare ad accenderle?
(a tal proposito franco preso da un flashback/retrolampo mi raccontava del riscaldamento che usavano in officina negli anni settanta: si chiamava "il siluro" ed era tipo un pentolone che si riempiva di olio motore esausto, gli mettevi un coperchio a forma appunto di siluro con un tubo di scarico che usciva di 10 cm dal finestrone dell'officina e poi incendiavi la superficie dellla massa oleosa con un foglio di giornale. Per niente inquinante e ovviamente niente pericoloso.. Se al petroleum c'era mista dell'acqua quello tendeva a spegnersi e poi pot pot pot BANG!! piantava uno scoppio che si scomponeva il coperchio, il tubo e il finestrone.. signur..)

seconda domanda più seria, ma poco:

alla fiera dell'edilizia di Bologna c'era una ditta che forniva ai Comuni dei filtri antiparticolato per autobus e camion vuotamonnezza, io li ho stressati ben bene e loro alla fine hanno ammesso che sta roba non è nè euro1 nè euro4 nè niente ma che tanto ai servizi pubblici la multa non gliela fa nessuno e così hanno il tempo di ricambiare i mezzi con la normale cadenza e loro riescono intanto a vendergli i filtri finti..

va ben che uno è un privato e quello è un servizio pubblico, e che sto filtro è grosso come un bidone da 15 litri, ma se il rimedio x i diesel più grossi è quella lì (e sarà quella che applicheranno ai camion over 35qli quando mai riusciranno a farlo) uno che fa il muratore sul suo furgone ci mette su una roba del genere e mica ti possono dire niente..



Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

fender

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #22 il: 31 Ottobre 2006, 16:38:14 pm »
questo significa che dovremo circolare sempre con l'attestato di iscrizione al Riasc insieme al libretto?

in caso blocco 

(police1)

potremo dimostrare la ns innocenza...

[allegato eliminato dall\'amministratore]

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #23 il: 31 Ottobre 2006, 17:20:32 pm »
Hey.. la fine dei nostri problemi..


Bisogna vedere cosa si intende per "Limitate deroghe saranno previste per i mezzi storici ma solo quelli iscritti negli appositi registri."

Comunque finalmente qualche cifra per cercare di capire cosa si vuole ottenere ..... peccato che per chi come me non ha la verità in tasca queste cifre invece che placare aumentano la voglia di sapere:

due tonnellate al giorno su quante in totale?
Quante tonnellate in meno servirebbero per rientrare nei limiti?
Come è stato calcolato il dato?
Un milione di auto suddivise come? quante euro 0 a benzina? quante a gasolio?
Quante sono le auto circolanti?

 (nonso)

Ce ne sarebbero altre ma non voglio stressare nessuno ..... se qualcuno sa parli o meglio scriva!



Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #24 il: 31 Ottobre 2006, 17:32:48 pm »
Leggendo meglio il comunicato stampa a cui è collegata la scheda che Martini ha postato c'è speranza residua per chi vive ai margini  :)

Il Piano d'azione approvato dalla Giunta si applica alle cosiddette "zone critiche" della Lombardia: Milano-Como-Sempione, Bergamo e Brescia. Complessivamente si tratta di 135 Comuni, nei quali vivono circa 4 milioni di persone.
Il Piano può essere adottato anche da altri Comuni che decidessero di aderire ai provvedimenti della Regione. Le misure in esso contenute saranno adottate anche in altre aree, nel caso in cui la Regione proceda ad una nuova zonizzazione del proprio territorio. Una proposta in questo senso è già stata avanzata dalla Regione ed è in discussione.


Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #25 il: 31 Ottobre 2006, 19:27:45 pm »
Hey.. la fine dei nostri problemi..

solo due domande collaterali:

sono il fortunato possessore di una cucina economica ultratrentennale, smaltata, marca "PROMETEUS" e di una stufa ottocentesca in ceramica, potrò continuare ad accenderle?

Solo se dotata di marmitta catalitica IVECO.

Citazione
(a tal proposito franco preso da un flashback/retrolampo mi raccontava del riscaldamento che usavano in officina negli anni settanta: si chiamava "il siluro" ed era tipo un pentolone che si riempiva di olio motore esausto, gli mettevi un coperchio a forma appunto di siluro con un tubo di scarico che usciva di 10 cm dal finestrone dell'officina e poi incendiavi la superficie dellla massa oleosa con un foglio di giornale. Per niente inquinante e ovviamente niente pericoloso.. Se al petroleum c'era mista dell'acqua quello tendeva a spegnersi e poi pot pot pot BANG!! piantava uno scoppio che si scomponeva il coperchio, il tubo e il finestrone.. signur..)

E poi vi lamentate dell'attuale inquinamento?

Citazione
seconda domanda più seria, ma poco:

alla fiera dell'edilizia di Bologna c'era una ditta che forniva ai Comuni dei filtri antiparticolato per autobus e camion vuotamonnezza, io li ho stressati ben bene e loro alla fine hanno ammesso che sta roba non è nè euro1 nè euro4 nè niente ma che tanto ai servizi pubblici la multa non gliela fa nessuno e così hanno il tempo di ricambiare i mezzi con la normale cadenza e loro riescono intanto a vendergli i filtri finti..

va ben che uno è un privato e quello è un servizio pubblico, e che sto filtro è grosso come un bidone da 15 litri, ma se il rimedio x i diesel più grossi è quella lì (e sarà quella che applicheranno ai camion over 35qli quando mai riusciranno a farlo) uno che fa il muratore sul suo furgone ci mette su una roba del genere e mica ti possono dire niente..

Aspettiamo le p.a. al varco: se montano il filtro delle Nazionali dietro al camione del pattume, sarà nostra cura chiamare i Vigili urbani  (police1)


Martini

  • Visitatore
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #26 il: 31 Ottobre 2006, 19:30:52 pm »
Hey.. la fine dei nostri problemi..


Bisogna vedere cosa si intende per "Limitate deroghe saranno previste per i mezzi storici ma solo quelli iscritti negli appositi registri."

Comunque finalmente qualche cifra per cercare di capire cosa si vuole ottenere ..... peccato che per chi come me non ha la verità in tasca queste cifre invece che placare aumentano la voglia di sapere:

due tonnellate al giorno su quante in totale?
Quante tonnellate in meno servirebbero per rientrare nei limiti?
Come è stato calcolato il dato?
Un milione di auto suddivise come? quante euro 0 a benzina? quante a gasolio?
Quante sono le auto circolanti?

 (nonso)

Ce ne sarebbero altre ma non voglio stressare nessuno ..... se qualcuno sa parli o meglio scriva!

Posso rassicurarti: le "limitate deroghe" sono intese come "deroghe limitate ai veicoli piripì parapà", il testo incluso nel provvedimento è fedele e quello del Comune di Firenze che esonera i veicoli "iscritti negli appositi registri" dal provvedimento di blocco.
Comunque per una risposta definitiva aspettiamo il termine dell'iter del provvedimento che (voce della Regione) "non dovrebbe subire particolari modifiche".

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #27 il: 31 Ottobre 2006, 21:47:59 pm »
maledetti campagnuoli che vivono ai margini.....
che vanno in giro coi loro trattori "testacalda" a raccattar meloni e angurie..... ;D
sempre fuori dall'area critica........ (muro)

io son dentro come sempre....ma il riasc mi ha dato l'ancora di salvezza...preferisco un salvagente così sto a galla...... ;D

dai dai vedremo...adesso è solo tempo di aspettare....
avete visto la nuova proposta dopo la ipotetica tassa suv,dopo la ipotetica tassa cilindrata,dopo la ipotetica tassa peso sono arrivati alla tassa kw....
sopra i 100 kw paghi ogni kw in + in base al tipo di euro che sei...

mi seca dover dar ragione a Montezemolo il quale dice che quando un governo ha bisogno di soldi bene o male si attacca sempre alle auto come risorsa estrema.......

saluti  (vecchio)

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #28 il: 01 Novembre 2006, 17:17:47 pm »
Ragazzi, giovedì alle 10.00 siamo partiti da Cuneo con un camper a rimorchio e una 2cv per una traversata "across the padanian nation" fino al salone delle auto storiche alla fiera di Padova.

Oh, non avete idea  di quante 2cv inquinanti abbiamo visto coi nostri stessi occhi!

Occupavano ininterrottamente la prima corsia dell'autostrada.......

Probabilmente hai visto il 60% citato dalla scheda della regione Lombardia che non transita nei centri urbani.
Meno male che da oggi simili spettacoli non saranno più permessi almeno fino al 31 marzo.
Che mondo ingiusto! Prima ammorbano l'aria e poi vengono esentati anche dal pagamento della sovrattassa dei 100kw




Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: Blocchi del Traffico: Lombardia
« Risposta #29 il: 02 Novembre 2006, 11:33:17 am »
Visto che in questo covo di inquinatori malefici e non pentiti non ho ottenuto risposte alle mie domande mi sono rivolto a mamma regione che ha risposto alla mia prima domanda.
I dati sono di una pubblicazione del 2003 e si riferiscono agli anni precedenti. se volete vederla integralmente la trovate qui http://www.arpalombardia.it/new/live/download/pubblicazioni/4cd/cap_10_aria.pdf

Le pubblicazioni più recenti ( http://www.arpalombardia.it/new/live/ambiente/rapporto/2005/_02_AmbienteUrbano1.pdf ) che non introducono novità ma solo aggiornamenti, confermano la tendenza. Purtroppo  sono stranamente spariti i dati assoluti del tipo ton/anno .... bisognerà telefonare per avvertirli.  ;D


Domanda
due tonnellate al giorno su quante in totale?

 (nonso)



Risposta
il blocco di 100 giorni permetterà di risparmiare 200 tonnellate sulle 9744

(il dato è così eclatante che non mi meraviglierei di aver commesso un errore grossolano .... controllate e se fosse così mi autoazzero i karmapunti)

(appl)

L'unica considerazione che mi viene da fare è offrire un caffè all'addetto stampa della regione perchè sta svolgendo un lavoro egregio di comunicazione e quando uno è bravo bisogna riconoscerlo ( e non sto scherzando) .... chi di voi non si è sentito in colpa dopo aver letto la scheda e visto che nel nostro inutile e ozioso scorazzare nella regione avremmo prodotto 200 tonnellate di pm10?
Io personalmente si .....






[allegato eliminato dall\'amministratore]
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus