2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: condensatore esterno  (Letto 13755 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
condensatore esterno
« il: 16 Luglio 2009, 15:55:03 pm »
ieri parlando con un mio amico (non citroenista) ma buon conoscitore di motori mi ha consigliato (o meglio mi ha detto che potrebe essere una possibilità) di mettere il condensatore (allungando naturalmente il filo) all'esterno della ventola, così nel caso di mal funzionamento non ci sarebbe bisogno di estrarre la ventola....è una cazzata o è realizzabile?
 (matto)
grande Superpippo!!

Offline COIO3

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6418
  • prima parlate ai miei sottoposti
Re: condensatore esterno
« Risposta #1 il: 16 Luglio 2009, 16:09:12 pm »
Non e' poi cosi' malvagia come idea; in ogni caso non e' necessario "allungare" alcun filo.

Io ( ;D ) avevo pensato di bucare la barra portafari e imbullonare la carcassa del condensatore, abbastanza vicino al (-) della bobina, cosi' da poter innestare il terminale del condensatore sulla "banana" che porta il segnale delle puntine alla bobina.


Bye. Mimmo.
Whatever Works ;)

Offline Lu

  • Colonna
  • ****
  • Post: 9002
Re: condensatore esterno
« Risposta #2 il: 16 Luglio 2009, 16:12:03 pm »
Il condensatore, come tutti i condensatori, perde di efficenza allontanandolo dall'ultilizzatore.

Personalmente, scarterei l'idea.
www.registroitaliano2cv.it
Quello che vuoi per me, il doppio lo auguro a te (Totò)

liberopensiero2cvllistico

  • Visitatore
Re: condensatore esterno
« Risposta #3 il: 16 Luglio 2009, 16:16:12 pm »
ieri parlando con un mio amico (non citroenista) ma buon conoscitore di motori mi ha consigliato (o meglio mi ha detto che potrebe essere una possibilità) di mettere il condensatore (allungando naturalmente il filo) all'esterno della ventola, così nel caso di mal funzionamento non ci sarebbe bisogno di estrarre la ventola....è una cazzata o è realizzabile?
 (matto)

 (felice) funziona e bene (ne avevo parlato tempo fa qui sul forum) ma è meglio tenerlo come "soluzione di emergenza", ossia averlo pronto con i suoi attacchi nel caso quello principale desse forfait, qui in SLO non gira 2CV e derivata che non l'abbia  :) (felice)

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #4 il: 16 Luglio 2009, 16:18:53 pm »
cominciamo bene.....uno si ed uno no!
grande Superpippo!!

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: condensatore esterno
« Risposta #5 il: 16 Luglio 2009, 16:27:01 pm »
ieri parlando con un mio amico (non citroenista) ma buon conoscitore di motori mi ha consigliato (o meglio mi ha detto che potrebe essere una possibilità) di mettere il condensatore (allungando naturalmente il filo) all'esterno della ventola, così nel caso di mal funzionamento non ci sarebbe bisogno di estrarre la ventola....è una cazzata o è realizzabile?
 (matto)

 (felice) funziona e bene (ne avevo parlato tempo fa qui sul forum) ma è meglio tenerlo come "soluzione di emergenza", ossia averlo pronto con i suoi attacchi nel caso quello principale desse forfait, qui in SLO non gira 2CV e derivata che non l'abbia  :) (felice)
Questab potrebbe essere una buona alternativa....tanto per arrivare a casa ;D
  Vecchio stampo!

Offline COIO3

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6418
  • prima parlate ai miei sottoposti
Re: condensatore esterno
« Risposta #6 il: 16 Luglio 2009, 16:28:01 pm »
L'utilizzatore del condensatore e' la bobina.......

Io non ne faccio una professione di fede, la verita' e' che qualche mese addietro ho acquistato un kit da http://www.futurashop.it/ il kit K2543, accensione elettronica; l'ho anche assemblata ma non ho ancora avuto tempo di provarla.

Il problema e' che il kit utilizza un proprio condensatore e obbliga a scollegare il condensatore esistente nella scatola delle puntine.

Io mi ero inventato questa soluzione artigianale per ripristinare il circuito in caso di malfunzionamento dell'elettronica.

In sostanza piazzero' il condensatore sulla barra portafari e lo lascero'scollegato dalla bobina; in caso l'accensione elettronica defunga mi basta collegare il terminale del condensatore alla bobina per tornare a casa. Tutto qui.


Bye. Mimmo.
Whatever Works ;)

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #7 il: 16 Luglio 2009, 16:31:49 pm »
ieri parlando con un mio amico (non citroenista) ma buon conoscitore di motori mi ha consigliato (o meglio mi ha detto che potrebe essere una possibilità) di mettere il condensatore (allungando naturalmente il filo) all'esterno della ventola, così nel caso di mal funzionamento non ci sarebbe bisogno di estrarre la ventola....è una cazzata o è realizzabile?
 (matto)

 (felice) funziona e bene (ne avevo parlato tempo fa qui sul forum) ma è meglio tenerlo come "soluzione di emergenza", ossia averlo pronto con i suoi attacchi nel caso quello principale desse forfait, qui in SLO non gira 2CV e derivata che non l'abbia  :) (felice)


se ho capito bene condensatore e puntine al loro posto ed in più un  condensatore di "riserva" ma dove lo sistemi e nel caso di avaria dell'originale deve lo colleghi?alla bobina cavetto negativo? potresti postare qualche foto? e quando si rimane in panne e la 2cv strappa è sempre colpa del codesatore non delle puntine giusto?
 
grande Superpippo!!

liberopensiero2cvllistico

  • Visitatore
Re: condensatore esterno
« Risposta #8 il: 16 Luglio 2009, 16:43:53 pm »
cominciamo bene.....uno si ed uno no!

 :) funzionando piu' o meno su un centinaio di vetture, mi son sentito di dare questo suggerimento ritenendolo dal lato pratico un sistema corretto ed efficace  (felice)

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #9 il: 16 Luglio 2009, 17:04:41 pm »
dove lo hai installato?
grande Superpippo!!

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6539
  • www.2cvclubitalia.com
Re: condensatore esterno
« Risposta #10 il: 17 Luglio 2009, 00:39:32 am »

Io ( ;D ) avevo pensato di bucare la barra portafari e imbullonare la carcassa del condensatore, abbastanza vicino al (-) della bobina, cosi' da poter innestare il terminale del condensatore sulla "banana" che porta il segnale delle puntine alla bobina.


Io l'ho montato così, ed è perfetto. utilissimo in caso di problemi

Offline CaravanPetrol

  • Colonna
  • ****
  • Post: 588
  • Evita di postare se non hai niente da dire.
    • CARAVAN PETRÒL (con l'accento sulla O)
Re: condensatore esterno
« Risposta #11 il: 17 Luglio 2009, 00:48:08 am »
First aid

La lunga fila di auto in attesa d’imbarco per la Tunisia si è quasi esaurita quando esco dal check-in dopo una lunga attesa. L’addetto alla movimentazione delle auto mi invita a salire rapidamente la rampa che conduce nell’immenso garage della nave.
Rispondo alla sua sollecitazione e giro la chiave d’avviamento ma il motore sussulta, scoppietta, tentenna, s’impunta. Di superare il ripido accesso al ventre del traghetto neanche a parlarne!
Dev’essere un inconveniente elettrico, i sintomi sono inequivocabili. Sostituisco al volo la bobina d’accensione con una di ricambio che conservo sotto al sedile di guida e riprovo inutilmente a togliermi da quella imbarazzante situazione. L’omino comincia a dare segni d’insofferenza. “Salga in auto che la spingiamo a bordo” - mi dice perentorio - e con l’aiuto di altri tre o quattro nerboruti portuali riesco a guadagnare i miei 2 metri quadri di garage prima che si chiuda il pesante portellone.
Che fare adesso? Che cosa succederà quando verrò scaricato ingloriosamente sul molo della capitale tunisina mentre i mastodontici 4x4 da cui sono circondato scenderanno a terra baldanzosi quasi a dirmi: “Ma dove pensavi di andare brutto sgorbio?”
Penso subito di affidarmi alla consulenza telefonica dell’amico Moreno, ma devo farlo alla svelta, prima che la nave prenda il largo ed esca dalla copertura della rete GSM.
“Potrebbe essere il condensatore... - mi suggerisce all’altro capo il santo protettore dei duecavallisti - Se ne hai uno di ricambio, fissalo in qualche modo alla massa del motore e collega il filo che ne fuoriesce al polo negativo della bobina. Se il problema è quello, dovresti poter ripartire senza smontare la ventola e la scatola delle puntine platinate.”
Previdentemente, tra i ricambi custoditi nel solito contenitore sotto al sedile, ho messo anche un condensatore di scorta ma, poiché i garages restano chiusi per tutta la durata della navigazione, non ho la possibilità di intervenire prima dell’arrivo a Tunisi.
Dopo l’ulteriore ignominia di uno sbarco al traino di un muletto per la movimentazione delle merci, metto subito in opera il rimedio che mi è stato suggerito. Ecco, giro la chiave, si accende la spia del quadro, do il contatto e...  il motore riprende a girare senza esitazione. Evviva!
Vi lascio solo immaginare gli sguardi di soddisfazione che ho rivolto a quei muscolosi fuoristrada che continuavano a sbarcare sul molo... Ciao, ci vediamo a sud!


Sognatore pragmatico. Vegetariano e (quasi) astemio. Bicilindrico dal 1972. Viaggiatore in 2CV. Inadatto ai social e ai bar. W la differenza!
Caravan Petròl, con l'accento sulla "O", è una canzone ironica e pacifista del 1958, di Renato Carosone e Nicola Salerno.
www.caravanpetrol.it. Bruno Pelligra

Offline Pacifico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3785
    • Libia
Re: condensatore esterno
« Risposta #12 il: 17 Luglio 2009, 00:59:59 am »
wow!!
Non camminare dietro a me, potrei non condurti.
Non camminarmi davanti, potrei non seguirti.
Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico. Albert Camus

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #13 il: 17 Luglio 2009, 09:43:33 am »
mi sembra una mossa molto in sintonia con la filosofia ducavallista  (appl)
grande Superpippo!!

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: condensatore esterno
« Risposta #14 il: 17 Luglio 2009, 10:14:13 am »
Ottimo  (su)
In sostanza basta collegare a massa il condensatore e preparare un pezzo di filo che alla bisogna va collegato al meno della bobina......ho capito bene?
Un ultima domanda, il condensatore della foto non mi sembra quello delle nostre bicilindriche.....o sbaglio?
Grazie  (felice)
  Vecchio stampo!

liberopensiero2cvllistico

  • Visitatore
Re: condensatore esterno
« Risposta #15 il: 17 Luglio 2009, 10:18:19 am »
Ottimo  (su)
In sostanza basta collegare a massa il condensatore e preparare un pezzo di filo che alla bisogna va collegato al meno della bobina......ho capito bene?
Un ultima domanda, il condensatore della foto non mi sembra quello delle nostre bicilindriche.....o sbaglio?
Grazie  (felice)

Infatti non è un condensatore, ma è una pera Guyot  (?) : disponibile da luglio ad agosto, ha forma regolare e buccia verde-gallo, con presenza di numerose lenticelle. La polpa è giallastra, granulosa, succosa e zuccherina.  :)

(spett) tanto con le conoscenze elettormeccaniche che ha (...vedi claxon.... (stupid) ), ci crede pure.....  (appl) (muoio) (muoio) (muoio) ahahahahahah  (abbraccio) (felice)

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #16 il: 17 Luglio 2009, 12:46:10 pm »
io non la vedo la foto della "pera".........
grande Superpippo!!

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: condensatore esterno
« Risposta #17 il: 17 Luglio 2009, 12:50:29 pm »
Intendevo se il condensatore è d'origin oppure recuperato da qualche altro mezzo.......non mi sembra esattamente uguale a quello che ho gia' cambiato
  Vecchio stampo!

Offline CaravanPetrol

  • Colonna
  • ****
  • Post: 588
  • Evita di postare se non hai niente da dire.
    • CARAVAN PETRÒL (con l'accento sulla O)
Re: condensatore esterno
« Risposta #18 il: 17 Luglio 2009, 16:38:31 pm »
Confermo che si tratta di un condensatore per 2CV (non ricordo se originale o meno) a cui è stato appiattito il supporto angolare per comodità di fissaggio. Inoltre è stato prolungato il filo di collegamento.
L'ho utilizzato per alcune migliaia di chilometri senza apprezzabili differenze di funzionamento rispetto al condensatore posto nella scatola delle puntine.
Sognatore pragmatico. Vegetariano e (quasi) astemio. Bicilindrico dal 1972. Viaggiatore in 2CV. Inadatto ai social e ai bar. W la differenza!
Caravan Petròl, con l'accento sulla "O", è una canzone ironica e pacifista del 1958, di Renato Carosone e Nicola Salerno.
www.caravanpetrol.it. Bruno Pelligra

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: condensatore esterno
« Risposta #19 il: 17 Luglio 2009, 17:17:11 pm »
ma i cavi staccati che si vedono dietro alla bobina?
sono quelli del vecchio condensatore?
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

orsomaki

  • Visitatore
Re: condensatore esterno
« Risposta #20 il: 17 Luglio 2009, 17:40:49 pm »
E rieccomi dopo l'isolamento...
ciao Alberto.
il condensatore ausiliario funziona eccome...
lo devi collegare al meno della bobina e a massa... ti toglie dai guai e puoi lasciarlo montato..
sulla mia sono ricorso a questo espediente e allo stato attuale delle cose funziona...
entro breve lo eliminerò, ma lascierò sicuramente il filo di massa aggiuntivo. per il non si sa mai

Offline CaravanPetrol

  • Colonna
  • ****
  • Post: 588
  • Evita di postare se non hai niente da dire.
    • CARAVAN PETRÒL (con l'accento sulla O)
Re: condensatore esterno
« Risposta #21 il: 18 Luglio 2009, 01:34:50 am »
Citazione
ma i cavi staccati che si vedono dietro alla bobina?
sono quelli del vecchio condensatore?

I cavi staccati che si vedono dietro alla bobina sono quelli dell'accensione elettronica, momentaneamente disattivata (o almeno così mi pare di ricordare).

Aggiungere il condensatore esterno non comporta alcuna modifica oltre a quanto è visibile nella foto. Potrebbe restare collegato permanentemente o connesso solo in caso di necessità.
Sognatore pragmatico. Vegetariano e (quasi) astemio. Bicilindrico dal 1972. Viaggiatore in 2CV. Inadatto ai social e ai bar. W la differenza!
Caravan Petròl, con l'accento sulla "O", è una canzone ironica e pacifista del 1958, di Renato Carosone e Nicola Salerno.
www.caravanpetrol.it. Bruno Pelligra

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #22 il: 20 Luglio 2009, 10:08:25 am »
ciao maki, mi fa un'erome piacere risentirti, ma è stato l'argomento che ti ha risvegliato...non credo....cmq è un piacere risentirti...sarebbe meglio trovarci con un bicchiere di vino in mano.....spero proprio di venire al raduno di Maury....a propristo del condensatore  toglimi una curiosità perchè dici che to toglierai...metti la centralina anche tu?...ciao a presto spero......... Alberto
grande Superpippo!!

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #23 il: 20 Luglio 2009, 10:13:21 am »
Citazione
ma i cavi staccati che si vedono dietro alla bobina?
sono quelli del vecchio condensatore?

I cavi staccati che si vedono dietro alla bobina sono quelli dell'accensione elettronica, momentaneamente disattivata (o almeno così mi pare di ricordare).

Aggiungere il condensatore esterno non comporta alcuna modifica oltre a quanto è visibile nella foto. Potrebbe restare collegato permanentemente o connesso solo in caso di necessità.



quindi il condesantore funziona bene anche da esterno nonostante il filo allungato....(il buon Cruel aveva accennato che il rendimento sarebbe sato diverso col filo lungo) ....mi sembra una soluzione molto pratica.....peccato non poter mettere anche puntine...sai che comodità sarebbe....cmq in settimana farò il lavoro del condensatore....peccato non rioesco a vedere la foto ma credo di aver capito ugualmente
grande Superpippo!!

Offline scanner79

  • Colonna
  • ****
  • Post: 11171
    • http://digilander.libero.it/scanner79/nuova_pagina_1.htm
Re: condensatore esterno
« Risposta #24 il: 20 Luglio 2009, 12:12:13 pm »
Non ho avuto tempo di leggere tutta la discussiona, ma mettere il condensatore esterno, nn ci dovrebbero essere problemi. Le maggiori perdite nei circuiti elettrici si hanno in prossimita` di giunzioni e saldarure. Quindi x ridurre le perdite bisogna cercare  di fare meno giunzioni possibili e cmq le perdite dovrebbero essere trascurabili rispetto a tutto il resto. Se cosi` nn fosse ci sono altri problemi.
 (felice)

Certe volte è meglio tacere e passare per idioti che parlare(scrivere) e dissipare ogni dubbio!!!

Offline citronuevo

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2280
Re: condensatore esterno
« Risposta #25 il: 21 Luglio 2009, 23:25:35 pm »
ciao Alberto, fai un bel lavoro così un giorno passo e copio tutto quanto (superok) (felice)

Offline pelikan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1370
Re: condensatore esterno
« Risposta #26 il: 22 Luglio 2009, 10:12:26 am »
ciao Michele........ farò il possibile......tu piuttosto datti una mossa con la tua 2cv ceh poi ci andiamo a fare un giro.....
grande Superpippo!!

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: condensatore esterno
« Risposta #27 il: 22 Luglio 2009, 17:44:53 pm »
Ma in sostanza basta attaccare un condensatore a massa e poi il filo che esce dallo stesso collegarlo al - bobina..... oppure ci va un cavo di collegamento alla scatola puntine  (?) questo non mi è chiaro, siate benevoli con un elettro-ignorante
  Vecchio stampo!

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: condensatore esterno
« Risposta #28 il: 22 Luglio 2009, 17:47:11 pm »
ecco, volevo chiederlo da dietro la lavagna...
perchè a me sembra ovvio che DEBBA essere collegato alle puntine, sennò non capisco proprio il senso  (stupid)
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

Offline COIO3

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6418
  • prima parlate ai miei sottoposti
Re: condensatore esterno
« Risposta #29 il: 22 Luglio 2009, 18:07:44 pm »
ci va un cavo di collegamento alla scatola puntine

C'e' gia un cavo che dalle puntine arriva al (-) della bobina, il filo che esce dal condensatore lo attorcigli al (-) della bobina e hai risolto.

Se apri la scatola delle puntine ti farai un'idea chiara del fatto che il filo che esce dalle puntine incontra immediatamente il filo che esce del condensatore, c'e' una vite che li tiene collegati; da quella vite parte il cavo che arriva al (-) della bobina.

In sintesi nella scatola delle puntine il condensatore e le puntine si incontrano subito, nella soluzione di emergenza proposta il condensatore e le puntine si incontrano "dopo".


Bye. Mimmo.
Whatever Works ;)