2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...  (Letto 6854 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« il: 20 Settembre 2006, 14:22:36 pm »
Ragazzi, la Legge Speciale Piemontese (in realtà si chiama Stralcio di Piano per la Mobilità) per la limitazione della circolazione delle auto pre-93 è stata approvata ieri: le auto vecchie (16 % del parco auto piemontese, usate per lo più da vecchietti una volta al mese in aree extraurbane) andranno distrutte (piango) ma l'inquinamento ed i conseguenti malanni saranno un brutto ricordo e  potremo tutti fare l'aerosol attaccati allo scarico di quelle nuove :-X

Per nostra fortuna, nella generale euforia  (bevuta) della città che fu edificata ad immagine di Giuanìn Lamiera e che si prepara oggi a rifondare il suo benessere sull'industria dell'automobile, i legislatori hanno usato una cortesia insperata, salvando la vita dei citroenisti in meno di due righe: Punto 2.1, pagina 10: "i veicoili iscritti ai registri delle auto storiche sono esclusi dalla applicazione delle misure di cui al punto 2.1.2."

Cosa comporti il punto 2.1.2. ve lo lascio scoprire da soli,  comunque si tratta limitazioni d'uso nei giorni invernali lavorativi (NESSUN VEICOLO DEV'ESSERE DEMOLITO PER FORZA) da applicarsi ai soli residenti in piemonte, sempre più restrittivi di anno in anno, specie per i diesel.

Mi spiace davvero, ma noi più di così non siamo  riusciti  a fare e sarcasmo a parte ringrazio i funzionari della Regione per esser riusciti a tenere fede a quanto assicuratoci e non aver parlato "con lingua biforcuta".

Il RIASC è riconosciuto dalla Regione Piemonte in quanto "istituito da una casa automobilistica straniera avente almeno una sede in Italia", inoltre la LR n. 23/03 ammette -in agginuta ai tradizionale registri ASI e FMI- i certificati di iscrizione rilasciati da altri due club multimarca con sede suppongo in Piemonte.

Ricordo che l'iscrizione al Riasc è possibile per tutte le Citroen che abbiano compituto 20 anni ovvero siano fuori produzione da almeno 10, quindi tutte le 2cv e derivate, e che è sufficiente essere iscritti ad uno solo dei club che lo compongono per poter censire le proprie citroen nelle relative Sezioni gestite dagli altri club (GS.. CX... HY.. ecc..)

Per i particolari vi rimando al sito riasc.it  e prometto di arricchire l'apposito spazio in questo forum, anche se ricordo che il riasc ha  un forum frequentato dai citroenisti di tutt'italia!

ciao lucajack





[allegato eliminato dall\'amministratore]

Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline cini

  • Residente
  • ***
  • Post: 158
  • flower
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #1 il: 20 Settembre 2006, 14:28:59 pm »
ok..ben fatto.. (compl) ..lode ai citroenisti  (guid) piemontesi e lode  (gloria)  a coloro che hanno ottenuto questo grandioso risultato.....e ora..x i lombardi?? che si fa'?? dico lombardi ma intendo anche tutte le altre regioni..ovviamente.....
ora non ricordo bene lo scadere dell'ultimatum...gennaio 2007??? ottobre 2007???....bbhhooo...... (nonso)...
..mumble..mumble....
ciaocini

Offline cini

  • Residente
  • ***
  • Post: 158
  • flower
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #2 il: 20 Settembre 2006, 17:49:56 pm »
...O MEGLIO..MI SPIEGO UN PO' DI PIU'...SONO STRAFELICE  (gloria) CHE IN PIEMONTE SI SIA RAGIUNTO QUESTO TRAGUARDO (compl) ....E SICURAMENTE IL FATTO CHE IL CLUB NAZIONALE SIA IN PIEMONTE AVRA' IN QUALCHE MODO INFLUITO....ORA MI CHIEDO...SE IL CLUB E' NAZIONALE, SI MUOVERA' ANCHE PER LE ALTRE REGIONI CHE COMPONGONO LA NAZIONE, VERO??? ALTRIMENTI SI CHIAMEREBBE CLUB REGIONALE..O NO???
E' ANCHE VERO CHE ANZICHE' ASPETTARE CHE QUALCUNO SI MUOVA PER ME, DOVREI MUOVERMI IO IN PRIMA PERSONA....PERO' SAI...SE MI MUOVO IO OK. (guid) .SE C'E' UN CLUB NAZIONALE O UNA REGISTRO STORICO DI MARCA (RIASC) CHE SI MUOVE...LA STORIA CAMBIA DECISAMENTE..... (angel)
..DAI..INTANTO GODIAMO  (bevuta) CON I FRATELLI PIEMONTESI....AL RESTO CI PENSEREMO......
CIAOCINI
ciaocini

Offline Antodeuche89

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6401
  • Agitare bene prima dell'uso
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #3 il: 20 Settembre 2006, 18:14:00 pm »
 (appl) (appl) (appl) (appl) (appl) (appl) ;D (compl) (bravo) (appl) (appl) (appl) (appl)
Non avete nessuna prova

patatacotta

  • Visitatore
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #4 il: 20 Settembre 2006, 19:03:15 pm »

Ricordo che l'iscrizione al Riasc è possibile per tutte le Citroen che abbiano compituto 20 anni ovvero siano fuori produzione da almeno 10, quindi tutte le 2cv e derivate, e che è sufficiente essere iscritti ad uno solo dei club che lo compongono per poter censire le proprie citroen nelle relative Sezioni gestite dagli altri club (GS.. CX... HY.. ecc..)
Non capisco bene
allora io con la mia  2cv dell'88 posso iscrivermi al riasc pur non avendo ancora 20 anni
ma fuori produzione da 10? (nonso)

Offline Antodeuche89

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6401
  • Agitare bene prima dell'uso
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #5 il: 20 Settembre 2006, 21:30:54 pm »
yeesssssss!
Non avete nessuna prova

Offline Antodeuche89

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6401
  • Agitare bene prima dell'uso
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #6 il: 20 Settembre 2006, 21:31:23 pm »
ma l'assicurazione la paghi come un'auto normale........
Non avete nessuna prova

Offline Max

  • Assiduo
  • **
  • Post: 31
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #7 il: 20 Settembre 2006, 22:23:55 pm »
nessuno è iscritto all'ASI? che ne sapete (è meglio, è peggio, è uguaglio ...)?
Qualcuno ha esperienze negative o positive?
Massimo Atzori

Offline Orazio 2cvllista

  • Colonna
  • ****
  • Post: 679
  • No 2cv?? No party!
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #8 il: 20 Settembre 2006, 23:16:42 pm »
L'asi ha il "monopolio" delle iscrizioni delle auto d'epoca in italia (come l'fmi per le moto)...con questa iscrizione puoi avere molti vantaggi, come sconti a mostre, ecc..e hai + possibilità di stipulare una polizza con qualsiasi compagnia. peccato che il riasc non sia affiliato con questo ente perchè gli iscritti avrebbero avuto qualche agevolazione l'unico cruccio è che l'auto deve essere restaurata o conservata molto bene, col riasc invece no (meno male altrimenti la mia non sarebbe passata!)
Nella vita bisogna essere come il profitteroles, dolci ma con le palle!!!!

Offline lattarossa

  • Residente
  • ***
  • Post: 203
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #9 il: 21 Settembre 2006, 00:53:59 am »
nessuno è iscritto all'ASI? che ne sapete (è meglio, è peggio, è uguaglio ...)?
Qualcuno ha esperienze negative o positive?

..per adesso l'ASI rimane a mio parere l'unica soluzione per poter spuntare sia buone polizze di assicurazione (E SICURE!!) sia per poter viaggiare in tranquillita' in presenza di limitazioni al traffico: tiri fuori l'attestato di storicita' ASI e se ci sai fare viaggi tranquillo a prescindere dalle varie normative regionali nelle quali l'ASI viene comunque sempre citata in tema di auto storiche

certo e' quel tipo di monopolio che da' un poco fastidio (come il monopolio ACI sulle autostrade fino a qualche anno fa') anche perche' e' un gran carrozzone-burocratico-ministeriale che come nel mio caso 2 attestati di storicita' te li fa' aspettare dei mesi (da Luglio scorso) e come tramite hai sempre il club, nessun rapporto diretto

si dice che l'ASI la conoscano anche gli ASIni.......

c'e' da augurasi che il RIASC diventi anch'esso un registro conosciuto ed importante in modo da essere citato come riferimento anche nelle delibere regionali a livello nazionale di modo che le iniziative non rimangano una lodevole ancorche' considerevole  ma spodadica
"faccenda" di pochi non avendo nessun riflesso sulle altre regioni

comunque alla AXXA dove ho tre polizze storiche il RIASC non lo hanno mai sentito niminare e manco ne volgliono sapere.....ASI, ASI, sempre ASI

poi le altre valutazioni sono di tipo personale: tre mezzi e dal prossimo anno anche il mio westfalia rappre4sentano una buona convenienza in termini di risparmio che pero' non ha paragone con la possibilita' di girare in tutta tranquillita'

ciao

gianni

lattarossa
ex 2cv6 special 84 rouge vallelunga
ex 2cv AKS 77 beige gazelle Velosolex 3800 80 Westfalia Club Joker Td '87 su Vw Transporter T25 - T3

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #10 il: 21 Settembre 2006, 11:55:13 am »
Veramente il fatto che la sede del club sia in Piemonte non c'entra proprio con questa faccenda e mi spiacerebbe se si diffondesse un concetto simile perché è una scemenza. Tant'è che la prima regione che ha avuto di questi problemi è stata la Toscana e magari qualcuno se le ricorda ancora le  lettere mie e di altri consiglieri e soci a gennaio. La seconda è stata la Lombardia, con la quale il riasc ha in corso le necessarie trattative, e poi è arrivato il Piemonte che, appena finito lo shopping turistico delle olimpiadi invernali ha scavalcato la Lombardia annunciando già per quest’inverno il provvedimento. 

Comunque non c’è nessuna vittoria da festeggiare: la cosa è gravissima non per le auto storiche ma perché chi non ha 10.000 euro da spendere NON PUO’ andare a lavorare con la macchina che ha, NON SO SE CI RENDIAMO CONTO DELLA SITUAZIONE: c’è gente che non ha i soldi per mangiare o per l’affitto o vestire i figli e un governo regionale DI SINISTRA se ne esce con una trovata del genere che rende semplicemente  LA POVERTA’ ILLEGALE.

E’ una di quelle leggi del tipo “è vietato dormire sotto i ponti” che si facevano solo nell’Ottocento, contro “vagabondi e lavativi”:  questo è l’aspetto TRAGICO e per questo ce l’ho a morte con questa trovata, non certo per “il diritto ad inquinare perché paghi le tasse” o cose del genere.

E manca anche la deroga per gli ultra65enni che c’è in Toscana. Han risparmiato i disabili. E altre lobby  tipo i camionisti, gli agricoltori e perfino i camperisti, tutta gente che ovviamente avrà alzato il telefono e gli avrà detto “siete mica scemi? Lo sapete cosa costa un mezzo nuovo? E quanto mi deve durare ancora ilcamion/trattore/escavatore? Niente scherzi o io chiudo”.

Oggi sulla Stampa (prov di cuneo) c’è l’articolo di un giornalista che mi ha telefonato ieri, titolo: “86.000 automobilisti a piedi”, sul giornale della fiat, non oso crederlo: questo (che sarà già licenziato a quest'ora) ha chiamato l’Aci, la Motorizzazione, gli Artigiani, l’Unione Industriale, i raprpesentanti delle zone montane e persino me e non ha raccolto un parere positivo sulla faccenda. Per non parlare dei commercianti, gli unici passati al TGR,  che ovviamente piagnucolavano perché se non puoi andare in macchina al supermercato il Natale si profila magrolino per loro..

Ma a  parte questa precisazione personale, come club abbiamo semplicemente scritto 2 volte alla Regione Piemonte e appena è stato chiaro il riferimento alla LR 23 (la regione piemonte è l'unica che ha accettato altri registri oltre ad ASI e FMI in una sua legge che di fatto anticipa la magnalbò-salvi, e ciò nonostante l'Asi abbia sede a Torino!) abbiamo dirottato ogni trattativa sul RIASC, ma in realtà nulla è stato necessario, proprio perché la LR 23 richiamata nel testo riconosce implicitamente il Registro.  Con la Lombardia i rapporti sono curati costantemente perché tutto vada a buon fine, sempre dal Riasc è chiaro.

Sull’argomento ASI evidenziato da Gianni:

"si dice che l'ASI la conoscano anche gli ASIni..."  veramente io sapevo quella "chi dice ASI dice ASIni" ma io ovviamente non mi permetterei mai ..

Il club 2cv e derivate si è interrogato in più epoche storiche sulla possibilità di aderire all’Asi, anche un questionario era stato trasmesso ai soci con la LdL: il problema è sempre stato: perché gravare il socio di una tessera ASI che non gli interessa e perché le nostre 2cv devono essere controllate da uno che le chiama “diana” (è successo) per valutare se sono da salvare o da buttare? Con la nascita del registro citroen e col profilarsi della nuova legge che eliminasse i privilegi dell’asi il nuovo direttivo ha deciso per l’adesione al registro e l’abbandono definitivo dell’altra strada, certamente più facile.

"c'e' da augurasi che il RIASC diventi anch'esso un registro conosciuto ed importante in modo da essere citato come riferimento anche nelle delibere regionali a livello nazionale di modo che le iniziative non rimangano una lodevole ancorche' considerevole  ma sporadica
"faccenda" di pochi non avendo nessun riflesso sulle altre regioni”

Me lo auguro anch’io, a livello nazionale basterebbe che approvassero la legge che è stata approvata in commissione l’ultimo giorno della passata legislatura. Le regioni invece in sostanza si copiano una con l’altra e la questione blocco euro0 ed il suo superamento nelle regioni che lo hanno adottato finora fa ben sperare. Però “lodevole ma sporadica faccenda di pochi” non mi piace tanto come espressione, rischio di fraintenderla.

“comunque alla AXXA dove ho tre polizze storiche il RIASC non lo hanno mai sentito nominare e manco ne volgliono sapere.....ASI, ASI, sempre ASI”

Sull’argomento assicurazioni approfitto per ricordare che il Riasc oggi ha ottenuto 2 sole convenzioni (nazionali ovviamente), una con la RAS e una con la SARA, il che non vieta a nessuno di utilizzare l’iscrizione Riasc per ottenere l’assicurazione ridotta presso agenzie di altre compagnie che eventualmente lo accettino: controllare che  IN REALTA’ queste non richiedano l’iscrizione al registro ASI è compito suo.

Chi vuol star tranquillo si iscriva all’Asi e sarà tranquillo. Tutto il resto bisogna costruirlo e guadagnarlo, e qualcuno meno tranquillo deve farlo. Come da tutte le parti. 

Ciao Luca.


Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6542
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #11 il: 21 Settembre 2006, 12:11:44 pm »
La situazione è grave.

Proprio questa mattina ero da Cora, il meccanico e c'era una signora che era molto preoccupata perchè non sapeva che fare con la sua golf del '93 con 30.000 km originali.

Io penso che non bisogna accontentarsi del piccolo contentino dato dalla regione per il RIASC.

E' degradante piegarsi così al consumismo

Marcia su Torino

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #12 il: 21 Settembre 2006, 12:15:41 pm »
...l'unico cruccio è che l'auto deve essere restaurata o conservata molto bene, col riasc invece no (meno male altrimenti la mia non sarebbe passata!)

Guarda che non è così: se la tua auto è stata iscritta al Riasc è perchè rispetta il codice della strada (ha freni e frecce..), è in buone condizioni di conservazione (infatti ha passato la revisione regolarmente) e rispetta l'originale impianto costruttivo della vettura (se il colore non è più originale o hai cambiato i sedili o hai messo l'autoradio o la bagagliera o hai dipinto un fiore sul cofano e al commissario dell'asi non gli è piaciuto (è successo) o hai messo la mascherina di alluminio perchè quella di plastica non ti piace proprio basta che lo dichiari: sono modifiche reversibili che non la compromettono in nessun modo e non ne fanno di certo un falso storico).
 
Per censire una vettura al registro non è necessario chiedere niente di più. Ulteriori restauri, fatti quando uno ha voglia e soldi,  possono essere segnalati in qualsiasi momento.

ciao lucaj.

Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline cini

  • Residente
  • ***
  • Post: 158
  • flower
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #13 il: 21 Settembre 2006, 12:32:00 pm »
il sapere che il riasc si sta' muovendo anche x altre regioni mi solleva... (compl) ....io nel mio prec. post. mi sono fatto prendere la mano (mi e' caduto persino il braccialetto...) e ho buttato li' quella insinuazione sul fatto che il club sia piemontese....ok..me ne scuso....ho sbagliato. (piango).
da un lato ero contento per quello ottenuto..dall'altro ero  invidioso perche' intanto qui in lombardia non c'e' ancora questo accordo..e dall'altro ancora(e' un triangolo..) ero ancora piu' triste riflettendo sul fatto che non tutti possono permettersi di cambiare auto.... (nonso)...
cmq vedremo un op' cosa succedera'..la mia mammina ha una polo fox dell'89......mi tocchera' comprarle una panda nuova??? o una bella micra????..anzi, no..le compro un bel fuoristrada 5x5 (..compresa la ruota di scorta..)..cosi' puo' andare a far la spesa tranquilla...
pazzesco!!!

ciaocini

Gianni

  • Visitatore
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #14 il: 21 Settembre 2006, 12:33:39 pm »
Propri per ciò che dice LJ io consiglierei CALDAMENTE l'iscrizione al RIASC in massa, così da dimostrare più forza in caso di trattative con gli enti. Se al RIASC sono 4, chi se li fila!!!!

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #15 il: 21 Settembre 2006, 12:41:16 pm »

Ricordo che l'iscrizione al Riasc è possibile per tutte le Citroen che abbiano compituto 20 anni ovvero siano fuori produzione da almeno 10, quindi tutte le 2cv e derivate, e che è sufficiente essere iscritti ad uno solo dei club che lo compongono per poter censire le proprie citroen nelle relative Sezioni gestite dagli altri club (GS.. CX... HY.. ecc..)
Non capisco bene
allora io con la mia  2cv dell'88 posso iscrivermi al riasc pur non avendo ancora 20 anni
ma fuori produzione da 10? (nonso)

Sì puoi, perchè tutte le 2cv sono fuori produzione da 10 anni abbondanti, ma:

X L'ASSICURAZIONE: nè ras nè sara ne che io sappia altre compagnie che accettano solo l'asi fanno assicurazioni stroiche per auto con meno di 20 anni, se un agente te lo propone  io non mi fiderei assolutamente.

X il BOLLO: lo paghi fino ai 20 anni. poi vedrai la situazione a quell'epoca.

X il Blocco euro 0 in piemonte: se risiedi fuori piemonte giri tranquillo anche in piemonte, a leggere la legge (potremmo scambiarci tutti le 2cv: quelli lombardi girano con le macchine intestate ai piemontesi e viceversa, che forte!) . Se la usi solo ai raduni sabato e domenica e la sera la puoi usare. Se ci vai al lavoro entro le 8 ed esci dopo le 18.30 la puoi usare...

SE NO, ALLORA  la iscrivi (regolarmente) al riasc, ma la Legge Reg. non è chiara: un'auto è storica: quella del blocco dice "iscritte ai registri storici" ma la LR 23 a cui fa riferimento dice "SE ha 20 anni e SE è iscritta ai registri", e se è solo iscritta? Non può girare prchè è troppo giovane e inquina troppo poco? In teoria no, devi tenerla in garage 2 anni, POI puoi girare...

ma secondo me sarà ben difficile che un vigile che vede una 2cv che è iscritta al riasc stia lì a farti le pulci perchè ti manca un anno e mezzo ai 20 anni.. sarà più facile che ti dica che il riasc non vale perchè non è asi, quindi sempre dietro attestato e copia della legge evidenziata per dimostrare che sei a tutti gli effetti "sulla lista di Shindler", (come dice Giuseppe) e la minaccia dell'altoforno come d'incanto si allontana...  

Intanto, se hai avuto cura di tenere il motore acceso per tutta la dissertazione, il vigile si è mezzo intossicato col gas di scarico e non ne capisce più una: tu ti riprendi il libretto, saluti e riparti ED é FATTA!!

Son tempi duri e bisogna sapersi arrangiare, o no?




Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #16 il: 21 Settembre 2006, 12:48:37 pm »
cmq vedremo un op' cosa succedera'..la mia mammina ha una polo fox dell'89......mi tocchera' comprarle una panda nuova??? o una bella micra????..anzi, no..le compro un bel fuoristrada 5x5 (..compresa la ruota di scorta..)..cosi' puo' andare a far la spesa tranquilla...
pazzesco!!!


Come come? NON  sai che auto comprare a tua mamma? vieni in piemonte, butteranno via migliaia di R4, Dyane, Visa, LN,  Peugeot 104, 305, 505, Simca 1100, Fiat 126, 127, 128, 131, 132 ... a migliaia ti dico, tutta roba quasi nuova...  per 601 euro i campagnoli piemontesi te la vendono sicuro!

 lj

Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline lattarossa

  • Residente
  • ***
  • Post: 203
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #17 il: 21 Settembre 2006, 13:46:07 pm »


Citazione

Come come? NON  sai che auto comprare a tua mamma? vieni in piemonte, butteranno via migliaia di R4, Dyane, Visa, LN,  Peugeot 104, 305, 505, Simca 1100, Fiat 126, 127, 128, 131, 132 ... a migliaia ti dico, tutta roba quasi nuova...  per 601 euro i campagnoli piemontesi te la vendono sicuro!
Citazione

...io mi sto' gia' mettendo i fondi da parte per far manbassa - potremmo costituire un gruppo d'acquisto!!!!
ciao
 (felice1) (felice1)
lattarossa
ex 2cv6 special 84 rouge vallelunga
ex 2cv AKS 77 beige gazelle Velosolex 3800 80 Westfalia Club Joker Td '87 su Vw Transporter T25 - T3

Offline Orazio 2cvllista

  • Colonna
  • ****
  • Post: 679
  • No 2cv?? No party!
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #18 il: 21 Settembre 2006, 17:36:18 pm »
...l'unico cruccio è che l'auto deve essere restaurata o conservata molto bene, col riasc invece no (meno male altrimenti la mia non sarebbe passata!)

Guarda che non è così: se la tua auto è stata iscritta al Riasc è perchè rispetta il codice della strada (ha freni e frecce..), è in buone condizioni di conservazione (infatti ha passato la revisione regolarmente) e rispetta l'originale impianto costruttivo della vettura (se il colore non è più originale o hai cambiato i sedili o hai messo l'autoradio o la bagagliera o hai dipinto un fiore sul cofano e al commissario dell'asi non gli è piaciuto (è successo) o hai messo la mascherina di alluminio perchè quella di plastica non ti piace proprio basta che lo dichiari: sono modifiche reversibili che non la compromettono in nessun modo e non ne fanno di certo un falso storico).
 
Per censire una vettura al registro non è necessario chiedere niente di più. Ulteriori restauri, fatti quando uno ha voglia e soldi,  possono essere segnalati in qualsiasi momento.

ciao lucaj.

caro luca

quello che volevo far capire è che il RIASC non è severo come l'asi, non volevo dire che il club iscrive rottami di qualsiasi genere purchè superiore ai 20 anni, ma solo che l'asi iscrive SOLO e SOLTANTO auto restaurate o MOLTO CONSERVATE purchè ORIGINALi in ogni sua parte...la mia ora l'asi non lo passerebbe perchè non ha il suo colore originale e necessita di un bel restauro (non che sia da buttare assolutamente l'auto la uso quotidinamente) e proprio grazie a questo club ora può di nuovo circolare...

in parole povere il RIASC è sicuramente migliore dell'asi perchè quest'ultimo permette di censire solo auto di chi può permettersi un restauro, altrimenti rimangono a marcire nei box o peggio ancora all'aperto oppure demolite. L'unico problema rimane quello delle assicurazioni ma credo che col tempo si potrà arrivare ad un club ai livelli dell'asi e quindi non avere + limitazioni. Io ci spero come molti

Ciao
       Orazio
Nella vita bisogna essere come il profitteroles, dolci ma con le palle!!!!

Offline mario55

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2573
  • Carrara, 31.08.1979
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #19 il: 21 Settembre 2006, 17:54:22 pm »

questo è vero in parte perchè per l'iscrizione ASI ti richiedono 3 fotografie:
1. foto di tre quanti anteriore destra
2. foto targhetta n. telaio
3. foto n. telaio sul longherone
fotocopia libretto circolazione
quindi se il colore non è quello originale, se gli interni non sono in perfette condizioni non se ne accorgono minimamente
tutto questo per l'iscrizione.

la musica cambia se uno chede l'omologazione, allora servono un sacco di fotografie, campioni dei rivestimenti interni, campini del rivestimento sedili ecc, ecc.
l'omologazione è in tre categorie dal n. 1 al n. 3 che è il massimo e viene dato a vetture assolutamente originali in tutto e per tutto.

questo è quanto so.

 (ciao)
Citazione
...l'unico cruccio è che l'auto deve essere restaurata o conservata molto bene, col riasc invece no (meno male altrimenti la mia non sarebbe passata!)

Guarda che non è così: se la tua auto è stata iscritta al Riasc è perchè rispetta il codice della strada (ha freni e frecce..), è in buone condizioni di conservazione (infatti ha passato la revisione regolarmente) e rispetta l'originale impianto costruttivo della vettura (se il colore non è più originale o hai cambiato i sedili o hai messo l'autoradio o la bagagliera o hai dipinto un fiore sul cofano e al commissario dell'asi non gli è piaciuto (è successo) o hai messo la mascherina di alluminio perchè quella di plastica non ti piace proprio basta che lo dichiari: sono modifiche reversibili che non la compromettono in nessun modo e non ne fanno di certo un falso storico).
 
Per censire una vettura al registro non è necessario chiedere niente di più. Ulteriori restauri, fatti quando uno ha voglia e soldi, possono essere segnalati in qualsiasi momento.

ciao lucaj.

caro luca

quello che volevo far capire è che il RIASC non è severo come l'asi, non volevo dire che il club iscrive rottami di qualsiasi genere purchè superiore ai 20 anni, ma solo che l'asi iscrive SOLO e SOLTANTO auto restaurate o MOLTO CONSERVATE purchè ORIGINALi in ogni sua parte...la mia ora l'asi non lo passerebbe perchè non ha il suo colore originale e necessita di un bel restauro (non che sia da buttare assolutamente l'auto la uso quotidinamente) e proprio grazie a questo club ora può di nuovo circolare...

in parole povere il RIASC è sicuramente migliore dell'asi perchè quest'ultimo permette di censire solo auto di chi può permettersi un restauro, altrimenti rimangono a marcire nei box o peggio ancora all'aperto oppure demolite. L'unico problema rimane quello delle assicurazioni ma credo che col tempo si potrà arrivare ad un club ai livelli dell'asi e quindi non avere + limitazioni. Io ci spero come molti

Ciao
 Orazio
Mario da Bientina, con la sua DS 21 Confort

"non ti curar di loro, ma guarda e passa"

obel-ic

  • Visitatore
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #20 il: 22 Settembre 2006, 09:52:22 am »
scusa Mario ma se devi mandar loro una foto dell'auto come fanno a non accorgersi che il colore non è quello giusto? foto false o esaminatori merluzzi? ???

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6542
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #21 il: 22 Settembre 2006, 10:00:07 am »
Comunque non basta la falsificazione delle foto per l'iscrizione asi, perchè la scheda di iscrizione deve essere firmata da un commissario previa visione della vettura.

Bisogna saper scegliere il commissario

Offline cini

  • Residente
  • ***
  • Post: 158
  • flower
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #22 il: 22 Settembre 2006, 10:20:54 am »
allora...qui a bg funziona cosi':
io mi sono iscritto per un anno ad un club auto/moto storiche....gli ho mandato foto dell'augusta (con baule disegnato e parafanghi ant. pure...eheheh..) e fotocopia librtto...et voila'..dopo 3/4 mesi ecco arrivata l'iscizione all'asi!!!!!
e' tutto vero..davvero!!! e ora l'augusta e' iscritta asi...
(pecccato che attualmente sia ferma ai box, sostituita degnamente da DANITA.....)
CINI
ciaocini

Offline mario55

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2573
  • Carrara, 31.08.1979
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #23 il: 22 Settembre 2006, 10:37:46 am »
scusa Mario ma se devi mandar loro una foto dell'auto come fanno a non accorgersi che il colore non è quello giusto? foto false o esaminatori merluzzi? ???


no ne falsi ne merluzzi, dalla documentazione che invii all'ASI non si può verificare se il colore è quello originale.
tutto quì
Mario da Bientina, con la sua DS 21 Confort

"non ti curar di loro, ma guarda e passa"

obel-ic

  • Visitatore
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #24 il: 22 Settembre 2006, 10:44:19 am »
ti ricordi la mia bianca e blu....secondo te cosa dicono? se l'accettano vuol dire che son ignoranti da paura, non pensi?

Offline mario55

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2573
  • Carrara, 31.08.1979
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #25 il: 22 Settembre 2006, 11:01:52 am »
ti ricordi la mia bianca e blu....secondo te cosa dicono? se l'accettano vuol dire che son ignoranti da paura, non pensi?

all'ignoranza c'è un limite, il colore deve almeno essere reale e così pure l'eventuale allestimento speciale, una charleston del 1977 non credo proprio che passerebbe.
Mario da Bientina, con la sua DS 21 Confort

"non ti curar di loro, ma guarda e passa"

Offline Orazio 2cvllista

  • Colonna
  • ****
  • Post: 679
  • No 2cv?? No party!
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #26 il: 22 Settembre 2006, 23:51:27 pm »
Io possiedo una vespa px in condizioni non molto buone, ma fila che è una bellezza...
contattato il commissario-amico del vespa club, sostituzione targa su un px identico ma restaurato e via!! Iscritta fmi...

Lo stesso per la mia vespa special...comprata appena riverniciata ma invece che biancospino è stata fatta bianco fiat (sapete, quello delle 126, 500...) e via! Iscritta pure quella fmi...  (felice1)

Nella vita bisogna essere come il profitteroles, dolci ma con le palle!!!!

patatacotta

  • Visitatore
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #27 il: 02 Novembre 2006, 10:32:01 am »
Secondo Prot. n. 17872 del 31.10.2006 Ordinanza n. 4535.
Siamo tutti fuori sia ASI che RIASC (nonso) (muro)
http://www.comune.torino.it/ordinanz/2006/200604535.html
http://www.comune.torino.it/ucstampa/2006/article_986.shtml
« Ultima modifica: 02 Novembre 2006, 10:55:57 am da patatacotta »

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22224
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #28 il: 02 Novembre 2006, 10:42:33 am »
Finalmente è ufficiale, il comune di Torino ha emanato l'ordinanza che vieta la circolazione "dinamica" per i veicoli a benzina pre euro 1  (mart) http://www.comune.torino.it/ordinanz/2006/200604535.html
Il blocco inizia dal 6 novembre e raggruppa oltre a Torino altri 19 comuni, rispetto a quanto previsto dalla regione Piemonte (il blocco partirà dal 15 gennaio su altri 35 comuni), non ci sarà il ivieto per tutta la giornata, ma solo dalle 13 alle 19 per i veicoli privati, dalle 9 alle 13 per i veicoli commerciali.  (matto)
Il blocco sarà dal lunedì al venerdì e come in tutti i blocchi ci saranno delle esenzioni; la multa per i trasgressori sarà di 71 euro; ricordo che all'interno della ztl ambientale il blocco inizierà alle 7.30.  (police1)

 (matto) divieto circolazione dinamica vuol forse dire che se me la porto sulle spalle posso circolare?  (angel)



W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22224
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Salve tutte le Citroen piemontesi! Ouff...
« Risposta #29 il: 02 Novembre 2006, 11:13:48 am »
Il blocco sarà dal lunedì al venerdì e come in tutti i blocchi ci saranno delle esenzioni

mi sono dimenticato di evidenziare che nelle esenzioni, non c'è nessun accenno alle auto iscritte al RIASC..
"veicoli di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del codice della strada per la partecipazione alle manifestazioni iscritte al calendario ASI;"

come a detto pelikan ...
altrimenti si potrebbe fare un raduno al giorno eh..eh..eh....per definirsi "raduno" quante macchine occorrono???se basta essere piu' di una ecco  basta trovare un'altro duecavvalista ed il gioco è fatto..ci si raduna in 2 davanti ad un bar con un bel calicino ed ecco il raduno bello e pronto..ne fai 365 e così puoi girare sempre...sono un genio!!! (vecchio) 
...facciamo un raduno al giorno e circoliamo tutti i giorni!  (angel)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi