2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Problemi di avviamento  (Letto 22911 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6574
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #150 il: 25 Novembre 2010, 16:23:02 pm »

Come fate a dire che è piegata  (?)


Lo ha detto lui.  ;D

Comunque si vede che la parte nateriore del cofano non è dove dovrebbe essere e i parafanghi "guardano" più in alto.

Se e ripeto se, la macchina è stata risanata e rinforzata e lo sterzo non ha subito deformazioni il tutto non comporta problemi.


Dove sei/è intervenuto? prima o dopo l'attacco dell'avantreno?

Offline fabri2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 903
  • essu quisso
    • Il mio lavoro
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #151 il: 25 Novembre 2010, 16:29:32 pm »
le condizioni dovrebbero essere identiche a quelle della scatola filtro originale, unica differenza il filtro aria in diretto contatto con l'esterno. L'ho gia provata e devo dire che è molto meglio, il motore risponde meglio sia in ripresa che a lungo, l'unica cosa che è molto difficile da fare è regolare il la carburazione senza avere uno strumento per l'analisi dei gas di scarico. C'è chi riesce a farlo ad orecchio ma io non sono a questi livelli.
Una 2 cavalli non ti lascia mai a piedi
...sempre che non gli girino le balle!

Offline fabri2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 903
  • essu quisso
    • Il mio lavoro
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #152 il: 23 Dicembre 2010, 11:40:28 am »
Riapro questo 3d per metterci sopra un pietra tombale e spiegare ai posteri l'arcano di tutte le vicissitudini occorse affinchè possano tornare utili a chi vi incappasse.

Dopo aver riscontrato tempo addietro, dopo aver rifatto il motore, che il bicilindrico era improvvisamente divenuto ostico nell'avviarsi e dopo aver rotto i marosi a tutti i frequentatori di questo forum scoprii che vi era una crepa sul collettore di aspirazione, volgarmente detto ragno, all'altezza della giuntura con l'attacco della testata. Tirando aria da lì ovviamente creava i problemi di avviamento. Riparato il collettore la cosa non sembrava essere migliorata di molto, in un maldestro tentativo di serrare ulteriormente i dadi del collettore spanai una filettatura, riparata la filettatura sostituii le guarnizioni del collettore e vi applicai dell'ermetico per essere sicuro della tenuta, serrato il tutto il problema si manifestava ancora a singhiozzo, anche se le cose erano molto migliorate. Come profetizzò Guru Guido l'ermetico si sarebbe bruciato ed avrei dovuto stringere nuovamente le viti del collettore, così ho ri serrato le viti alcuni giorni orsono e adesso la turbinosa si avvia con mezzo giro di chiave.
Ci sono alcune considerazioni da fare, utili consigli da conservare.
La prima volta che chiusi il collettore utilizzai le guarnizioni di cassis, queste erano fatte in modo tale che garantivano una tenuta impeccabile anche senza serrare troppo le viti, unico neo che una volta montate non erano più riutilizzabili in quanto si incollano al metallo e quando si smonta il collettore si aprono in due come un tramezzino. Successivamente, consigliato da Coio acquistai quelle di franzose, quelle coriacee come la faccia di certi ministri che resistono a tutto, queste seconde, difatti non hanno il vizio di aderire al metallo ma richiedono un buon serraggio delle viti, pena una scarsa tenuta. In questo frangente puntai l'indice anche sulla batteria che invece non aveva nessuna colpa, dovendo sobbarcarsi giri e giri di avviamento era normale che alla fine si spompasse.
Ultima cosa, attenzione quando montate il collettore di aspirazione le teste devono essere lente, occhio al serraggio delle viti ma se spanate niente paura, avete 3 soluzioni, rifilettare con la filettatrice classica, mettere un'elicoil o mettere un dado dall'altra parte della testa. Ogni volta che rimontate il ragno e-o il carburatore occhio a mettere guarnizioni nuove ed a scartavetrare tutto su piano di riscontro, l'applicazione di altre sostanze nella speranza di sigillare il tutto oltre che deleterio è del tutto inutile. Infine consiglio l'uso di buone guarnizioni, ma non saprei come identificarle, che anche se sono usa e getta garantiscono una tenuta eccezionale.
Una 2 cavalli non ti lascia mai a piedi
...sempre che non gli girino le balle!

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #153 il: 23 Dicembre 2010, 20:55:35 pm »
Forse con il manuale stacchi/riattacchi e regolazioni avresti ovviato alla meta' dei tuoi problemi.  (su)
  Vecchio stampo!

Offline COIO3

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6554
  • prima parlate ai miei sottoposti
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #154 il: 23 Dicembre 2010, 21:05:31 pm »
In effetti la lettura del manuale deve essere preordinata a qualsiasi attivita.

Resta il fatto che il collettore "crepato" non era facile da individuare, lui c'e' riuscito "impanando" il collettore con il silicone, uno di quei casi in cui la follia premia  (appl)


Bye. Mimmo.
Whatever Works ;)

Offline AleRus575

  • Colonna
  • ****
  • Post: 5118
  • MEHARI '78 & 2CV6 Dolly (replica) '82
    • Banda Bassotti
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #155 il: 23 Dicembre 2010, 23:19:29 pm »
certamente... Era solo per sottolineare l importanza e la dettagliatezza delle operazioni suggerite dal manuale citronico. (felice)
  Vecchio stampo!

Offline fabri2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 903
  • essu quisso
    • Il mio lavoro
Re: Problemi di avviamento
« Risposta #156 il: 24 Dicembre 2010, 09:10:49 am »
Ale, puoi credermi se ti dico che prima di smontare il bicilindrico ho letto una decina di volte il manuale e mi sono documentato sul forum e su you tube, l'aspirazione d'aria alla stregua delle perdite è molto subdola, a maggior ragione perchè l'aria è invisibile. Nel mio caso credo che anche il Guru avrebbe trovato qualche difficoltà. Nel mio caso poi l'aspirazione aria avveniva addirittura in due punti distinti il che ha reso ancor più difficile l'individuazione del problema. Nel post precedente ho sintetizzato un po' ma potete immaginare quante volte sia stato imputato il punto tra ragno e carburatore con relativi smontaggi livellamento della planarità e rimontaggio. Il momento di sana follia accennato da Coio si è rivelato prezioso per venirne a capo.
 (felice)
Una 2 cavalli non ti lascia mai a piedi
...sempre che non gli girino le balle!