2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Gomme chiodate  (Letto 17421 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Gomme chiodate
« Risposta #30 il: 18 Gennaio 2012, 15:23:53 pm »
a me non GIRANO EURO ma trovo interessante questo prontuario del perfetto snow2cvillista
quando presi le 135 che ho attualmente montate erano un fondo magazzino lo testimonia la mescola morbida e vellutata  (muoio)
dai... van bene così  ;)


queste foto fatte durante il "test" a Pian Benot, dimostrano che il confronto con il gatto delle nevi non regge, siamo i migliori (felice1)  ;D







ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6537
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Gomme chiodate
« Risposta #31 il: 18 Gennaio 2012, 15:33:30 pm »
Qui da noi non scherza, anche se quest'anno ancora niente.....

... giusto per farmi consumare le invernali per nulla...  ;D (si scherza, servono eccome)







Dietro ho la palettina per raschiare il vetro dal ghiaccio e le catene. Da 2 anni a questa parte monto le maxxis m+s termiche.

Pur usando la 2cv tutti i giorni non ho mai montato le catene, anche se per le ordinanze bisogna averle in macchina.


- compressorino ( la cosa migliore spesso è sgonfiare le gomme)

mmmm

no, questo lo trovo peggiorativo. Non si viaggia sulla sabbia dove bisogna "galleggiare". Sulla neve, le gomme, più sono strette e meglio è.

 

paoloDòCavaj

  • Visitatore
Re: Gomme chiodate
« Risposta #32 il: 18 Gennaio 2012, 15:36:29 pm »
...ma su una strada così che c'entrano i chiodi?

Al massimo sgonfierei un pò le gomme, ma neanche se non hai peso: sulla neve la 2CV non sprofonda, ma galleggia
Non così il mio fuoristrada: tutta un'altra condotta.

paoloDòCavaj

  • Visitatore
Re: Gomme chiodate
« Risposta #33 il: 18 Gennaio 2012, 15:46:00 pm »


no, questo lo trovo peggiorativo. Non si viaggia sulla sabbia dove bisogna "galleggiare". Sulla neve, le gomme, più sono strette e meglio è.

 
Ti lascio con le tue certezze.
Ma più sono larghe (sgonfiando un pò, ovvio, non quelle da neve, ma delle normali) più hai aderenza!
Più son strette e più sprofondi
I famosi tassisti dell'Alto Adige, ma anche qui in Lessinia, se na vanno con gomme normali morbide, alcuni sgonfiandole leggermente: marce lunghe evitando il più possibile i freni.

E come vedo dalle tue foto, quando nevica tanto si sta a casa

Offline InvisibleMan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 4064
Re: Gomme chiodate
« Risposta #34 il: 18 Gennaio 2012, 15:54:49 pm »


no, questo lo trovo peggiorativo. Non si viaggia sulla sabbia dove bisogna "galleggiare". Sulla neve, le gomme, più sono strette e meglio è.

 
Ti lascio con le tue certezze.
Ma più sono larghe (sgonfiando un pò, ovvio, non quelle da neve, ma delle normali) più hai aderenza!
Più son strette e più sprofondi
I famosi tassisti dell'Alto Adige, ma anche qui in Lessinia, se na vanno con gomme normali morbide, alcuni sgonfiandole leggermente: marce lunghe evitando il più possibile i freni.

E come vedo dalle tue foto, quando nevica tanto si sta a casa

per me ha ragione bulè...
anche nel mondiale rally le macchine hanno gomme molto strette...
e le hanno strette anche chi fa i rally sulla sabbia tipo rally dei faraoni etc etc
le gomme strette non sprofondano
 (felice)
La felicità non è fare tutto ciò che si vuole, ma volere tutto ciò che si fa.

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6537
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Gomme chiodate
« Risposta #35 il: 18 Gennaio 2012, 16:07:16 pm »
Ti lascio con le tue certezze.

Anche io.

Allargando il battistrada il peso si ripartisce su più spazio, diminuendo lo sforzo che puoi imprimergli prima che inizino a slittare. Inoltre se sono larghi devono scavare una sezione di neve maggiore per avanzare.

Certo se si viaggia "fuori pista" bisogna galleggiare, ma in strada è meglio scavare.


Sulla sabbia invece non sono così sicuro. In libia ho appurato che per riuscire ad avanzare su sabbia morbida bisogna avere gomme larghe e lisce. (un po' come guidare "fuori pista"..  ;D )

Offline InvisibleMan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 4064
Re: Gomme chiodate
« Risposta #36 il: 18 Gennaio 2012, 16:40:13 pm »
Ti lascio con le tue certezze.

Anche io.

Allargando il battistrada il peso si ripartisce su più spazio, diminuendo lo sforzo che puoi imprimergli prima che inizino a slittare. Inoltre se sono larghi devono scavare una sezione di neve maggiore per avanzare.

Certo se si viaggia "fuori pista" bisogna galleggiare, ma in strada è meglio scavare.


Sulla sabbia invece non sono così sicuro. In libia ho appurato che per riuscire ad avanzare su sabbia morbida bisogna avere gomme larghe e lisce. (un po' come guidare "fuori pista"..  ;D )

no bulè...
sulla sabbia le gomme sono molto strette come sulla neve
io stesso ho provato...
con la dyane camminavo senza nessun problema sulla sabbia del mare asciutta, quindi morbida...
non oso pensare con una gomma normale...dopo un metro vai sotto
le macchine da rally su neve e ghiaccio, per esempio nel rally dei mille laghi in finlandia usano gomme strettissime da neve



« Ultima modifica: 18 Gennaio 2012, 16:44:36 pm da InvisibleMan »
La felicità non è fare tutto ciò che si vuole, ma volere tutto ciò che si fa.

paoloDòCavaj

  • Visitatore
Re: Gomme chiodate
« Risposta #37 il: 18 Gennaio 2012, 16:47:03 pm »
Dipende dal contesto e da QUANTA neve c'è

E’ chiaro che alcune cose dipendono dalle situazioni.
Con neve alta, diciamo 30 cm, avere gomme strette diventa uno svantaggio, perchè la macchina tenderà ad affondare di più sulla neve e quindi c’è il rischio di rimanere bloccati. Per questo motivo in molti filmati dove fanno gare sulla neve si vedono auto con gomme enormi, per non affondare. Ma nei casi normali di neve sulle nostre strade è molto meglio avere le gomme strette!
Il baricentro basso serve per avere una buona tenuta su strada, ma ovviamente diventa un grosso svantaggio se la neve diventa più alta.
Il peso leggero con molta neve diventa uno svantaggio, perchè la macchina verrà sollevata dalla neve e quindi c’è il rischio di rimanere fermi.
Peso, che se è troppo leggero, diventa uno svantaggio in salita, perché in salita il peso è molto più sulla parte posteriore dell’auto. Un’auto in salita ha le ruote anteriori poco schiacciate a terra e quindi le ruote anteriori tenderanno a pattinare. Per questo motivo, in salita, è meglio un’auto a trazione posteriore piuttosto che anteriore!!
Al contrario, in discesa è molto meglio essere con un’auto a trazione anteriore, perché in discesa il peso dell’auto va in avanti.

Per quanto riguarda la pressione delle gomme: con il freddo la pressione delle gomme tende a diminuire. Se con 20°c avete una pressione di 2 bar, con 0°c la pressione scende a circa 1.8 bar.Se siete in difficoltà, potete anche provare a sgonfiare un po’ le gomme. In questo modo l’auto avrà una maggiore presa a terra.
Altra cosa importante: avere un po’ d’occhio e buon senso: mentre nevica non mettetevi in viaggio se non è necessario o se siete consapevoli di non essere molto bravi; rischiate di fare dei danni a voi e agli altri. Si, perché su strade innevate il pericolo spesso può venire anche dagli altri.
Per chi vuole andare sulla neve più alta, attenzione al tipo di neve: la neve fresca è facile da superare perché è soffice, ma la neve più vecchia è pressata, dura e da molti più problemi.

Considerazioni sulle gomme: meglio le catene o le gomme da neve??
Nella gran parte dei casi dipende dalle situazioni, ma noi siamo dell’idea che un paio di catene è bene averlo dietro, anche perché le gomme da neve potrebbero non bastare. Certo che se avete un’auto 4×4 con gomme da neve, andate tranquilli anche senza catene, a patto di non esagerare! Non è una vergogna che anche i migliori 4×4 mettano le catene, perché quando diventa alta sono inevitabili.
Le gomme da neve sono comode perché si montano e per 5 mesi non abbiamo pensieri, siamo in regola nei tratti dove c’è l’obbligo, e sono utili anche con la pioggia o con poca neve sulla strada. Ricordatevi però di prestare attenzione, perché ho visto diverse volte gente esagerare e trovarsi fermi anche con le gomme da neve. Non potete andare sulla neve alta se non avete un’auto 4×4 o le catene montate!
A volte, con fenomeni in corso o strada mal ridotta, la polizia o i carabinieri, possono obbligare a montare le catene anche se si hanno le gomme da neve!
Le gomme da neve si dividono in due tipi con caratteristiche simili: invernali e termiche. Le gomme invernali hanno la sigla M+S, mentre le gomme termiche hanno la sigla M&S (M sta per Mud e S per Snow, cioè fango e neve). Per essere a norma con il cartello le gomme devono avere una di queste due sigle, oppure bisogna avere le catene montate.
Però attenzione: ci sono alcuni tipi di gomme da neve che in realtà fanno pena sulla neve, ma sono in regola solo perchè hanno la sigla M S.
Le catene vanno montate al momento del bisogno, quando sulla strada c’è una certa quantità di neve, ma hanno il privilegio di essere molto più economiche di un treno di gomme da neve e i modelli di questi ultimi anni sono anche semplici da montare, basta fare qualche prova con calma in anticipo per non farci cogliere a montarle impreparati sotto la neve. La velocità massima di guida con le catene è di 50 km/h.
Ultima considerazione sulle catene: devono essere omologate, cioè devono riportare sulla confezione la sigla CUNA NC 178-01.

Ci sono anche altri sistemi oltre alle catene e alle gomme da neve. Un esempio ormai passato di moda per la loro scomodità è le gomme chiodate. Sono scomode perchè vanno usate con alcune precauzioni e poi perchè bisogna usarle poco su strade non innevate. Precauzioni che consistono in:
1. bisogna avere tutte e 4 le gomme chiodate;
2. bisogna montare dei paraschizzi alle ruote posteriori;
Le gomme chiodate si possono utilizzare dal 15 novembre al 15 marzo. La velocità massima consentita è di 90 km/h. Le gomme chiodate però sarebbero migliori delle gomme da neve tradizionali.
Un’altro sistema sono i cosiddetti ragni (Spider). Dovrebbero essere facili da montare, ma costano molto!
le calze da neve e le fascette da neve NON sono omologate, quindi nei tratti in cui vige l’obbligo di gomme da neve o catene a bordo è come se NON aveste niente!
Le calze da neve (o AutoSock). Hanno il grosso svantaggio che si rovinano velocemente sui tratti di strada non innevati. Non sono a norma!!
La fascette da neve (tipo le Jeko – Put & Go). Anche queste non sono a norma!!

Buona neve a tutti e buone letture, se ce n'è troppa




Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6537
  • www.2cvclubitalia.com
Re: Gomme chiodate
« Risposta #38 il: 18 Gennaio 2012, 17:06:25 pm »
sulla sabbia le gomme sono molto strette come sulla neve
io stesso ho provato...
con la dyane camminavo senza nessun problema sulla sabbia del mare asciutta, quindi morbida...

Mentre facevo lo scemo qui:



Ho potuto apprezzare la differenza tra pneus gonfiati a 1.50 e poi dopo l'intervento di un esperto locale  ;D a 0.50 bar.



Un'altra vita.  (su)


E anche loro per girare non scherzano sulle dimensioni delle gomme...




Di più, nin zo.  (nonso)

Non sono un grande esperto di sabbia... mi trovo più a casa in mezzo alla neve.  ;D


Offline Valvì

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1377
Re: Gomme chiodate
« Risposta #39 il: 31 Gennaio 2012, 12:48:21 pm »
In questi giorni di neve e  ghiaccio le gomme chiodate sono il massimo.

Sono gonfiate un punto in meno del previsto, l'ami super è molto morbida, sembra di navigare.

foto di repertorio


Offline Lu

  • Colonna
  • ****
  • Post: 9002
Re: Gomme chiodate
« Risposta #40 il: 31 Gennaio 2012, 15:22:52 pm »
l'ami super è molto morbida, sembra di navigare.

Bene... vedi di non fare come la Costa Concordia.
Non chiamandoti tu Schettino non dovrebbero esserci problemi... ma hai visto mai...
www.registroitaliano2cv.it
Quello che vuoi per me, il doppio lo auguro a te (Totò)

Offline Valvì

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1377
Re: Gomme chiodate
« Risposta #41 il: 31 Gennaio 2012, 17:37:34 pm »
Non devo fare "l'inchino" a nessuno con la mia ami super, navigo sempre in alta neve (stupid)

Offline fabri2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 903
  • essu quisso
    • Il mio lavoro
Re: Gomme chiodate
« Risposta #42 il: 04 Febbraio 2012, 10:16:13 am »
Bella guida Paolo, vivendo in montagna dalle mie parti è abbastanza normale montate le gomme invernali o termiche o da neve che dir si voglia. Ogni anno, quando arriva la stagione invernale mi domando se acquistare le gomme da neve o meno con il risultato che quando arriva la prima nevicata scappo dal gommista. Quest'anno credo di aver preso una bella fregatura, mi hanno rifilato due gomme termiche che alla prima nevicata la macchina si è arresa ad un minimo dislivello, non essendomi mai capitato ho provato a fare una ricerca in rete sull'esistenza di gomme invernali inefficenti ma non ho trovato nulla a parte questa tua osservazione che mi farebbe piacere se la potessi approfondire.

Però attenzione: ci sono alcuni tipi di gomme da neve che in realtà fanno pena sulla neve, ma sono in regola solo perchè hanno la sigla M S.

Per eperienza pluriennale con diverse macchine sulla neve ogni macchina ha un suo proprio comportamento e l'efficenza della motricità sulla neve è frutto di un insieme di fattori e non del singolo paramentro. Ad esempio la Lancia Thema che è molto pesante ed ha ruote larghe e quindi si direbbe inadatta alla neve aveva una motricità incredibile, ricordo di averci fatto tratti ben innevati anche con gomme normali.
Le catene però sono indispensabili anche quando si hanno le gomme termiche quando si vive in località montane perchè la possibilità di rimanere bloccati in mezzo al nulla sotto una forte nevicata va evitata in ogni modo e la catena in alcuni casi può fare la differenza. Discorso differente invece per chi vive in città, le gomme termiche sono sufficienti ed in caso di forti nevicate è meglio non prendere la macchina se non si vuol rischiare di riamnere fermi in mezzo al traffico o di diventare un bersaglio di automobilisti che girano senza precauzione.
Una 2 cavalli non ti lascia mai a piedi
...sempre che non gli girino le balle!

paoloDòCavaj

  • Visitatore
Re: Gomme chiodate
« Risposta #43 il: 04 Febbraio 2012, 13:11:19 pm »
Caro Fabri

ll Codice della Strada equipara le gomme marchiate M+S ai pneumatici invernali. Equipaggiando quindi la tua vettura con pneumatici M+S (Mudd + Snow = Fango + neve) sei libero di circolare anche in tratti stradali in cui vige l’obbligo di circolare con pneumatici invernali o catene da neve a bordo.
È bene tuttavia ribadire un concetto importante:
Le gomme M + S “NON” sono paragonabili in termini di aderenza ai pneumatici invernali veri e propri

Per le gomme l’inverno inizia a 7°C.
A differenza della stagione estiva, in inverno, le condizioni stradali sono molto diversificate; troviamo infatti strada asciutta, bagnata, umida , innevata, ma sempre e comunque su strada fredda.
Per questo motivo, in inverno, i pneumatici estivi hanno prestazioni inferiori rispetto alle gomme invernali.
Oltre alle condizioni stradali e meteorologiche generalmente umide, in cui la scultura fa il suo lavoro, (tasso d’intaglio, orientamento e forma della scultura, tipo di lamelle), i pneumatici possono incontrare delle condizioni estreme come neve profonda, compatta e persino ghiaccio.
I pneumatici invernali sono studiati, sviluppati e realizzati per essere performanti in condizioni di asfalto innevato, quando il fondo stradale è bagnato e, in condizioni di asciutto, quando la temperatura scende sotto i 7°C.
Si distinguono dai pneumatici estivi per la composizione della mescola ricca di silice, che rimane morbida e aderente al suolo anche temperature molto basse. Già intorno ai 6 – 7°C la mescola diventa della morbidezza ideale per tenere al meglio la strada.

I pneumatici invernali, a causa della dei materiali che compongono il battistrada, non offrono le stesse prestazioni in presenza di temperature elevate caratteristiche dei periodi estivi. Usare quindi pneumatici invernali con temperature elevate riduce la precisione di guida e particolarmente la resa chilometrica.

I pneumatici invernali, per essere riconosciuti tali dal codice della strada, devono riportare sulla spalla la sigla M+S (Mud + Snow = fango + neve); La M+S  indica infatti pneumatici adatti a percorrere  terreni battuti e irregolari. Insieme alla sigla M+S è presente anche un fiocco di neve con una montagna, ad indicare che il pneumatico inverale è adatto a strade di montagna.

Differenze pneumatici invernali da gomme estive
La conformazione del battistrada è la differenza principale.
Lamelle
Incavi, che attraversando il battistrada, ne creano il disegno vero e proprio: tipicamente a freccia oppure ad onda. Gli incavi delle gomme estive sono più stretti e meno profondi
Mescola composta da silice che unendola al caucciù, serve a conservare la morbidezza della gomma alle basse temperature
Battistrada pneumatici invernali
I pneumatici invernali sono contraddistinti da un battistrada di diverso disegno e mescola (rispetto ai pneumatici estivi). Particolari mescole e un disegno ottimizzato per le basse temperature, conferiscono ai pneumatici invernali  grip e tenuta di strada, anche in presenza di fondi scivolosi a causa di pioggia, fango e neve. Il battistrada dei pneumatici invernali è formato da un rapporto tra pieni e vuoti, più basso rispetto ai cugini pneumatici estivi.
Tale rapporto ha come scopo principale
Aumentare il drenaggio dell’acqua, aumentare la tenuta su fondi bagnati e ridurre il fenomeno aquaplaning.
Aumentare la capacità di trattenere la neve; ciò implica maggiore trazione, poiché il grip ottenuto tra neve e neve è più grande del grip ottenuto tra neve e gomma
Permettere alla mescola di dare velocemente il grip necessario, in special modo con temperature estremamente basse
I disegni tipici del battistrada pneumatici invernali
Battistrada SIMMETRICO
Battistrada DIREZIONALE
Battistrada ASIMMETRICO
-I battistrada simmetrici e direzionali sono adatti per vetture di cilindrata medio – piccola,
-un battistrada asimmetrico è indicato per vetture di cilindrata superiore dove, vetture dotate di maggiore coppia e potenza, vetture che, a causa delle elevate prestazioni, richiedono un battistrada estremamente performante.

Il battistrada dei pneumatici invernali è formato anche da lamelle (piccole cavità che attraversano i tasselli del battistrada); scopo primario delle lamelle invernali è conferire elasticità al battistrada durante il rotolamento al fine di migliorare il confort, e nello stesso tempo, aumentare l’aderenza su ghiaccio e neve grazie all’ effetto ventosa, cioè riescono a trattenere la neve fresca compattandola fra la strada e il pneumatico.

DETTO QUESTO
Quando era giovane scappavo in montagna appena potevo. Ricordo partenze con l’AK alle otto di sera per raggiungere i miei amici studenti e nullafacenti a S.Martino di Castrozza , a Carezza, ad Auronzo.
Avevo acquistato 2 cerchioni in più con  2 gomme chiodate. La sera prima di partire smontavo e montavo. Però in autostrada era un disastro fra il rumore e la frenata preoccupante.
Le norme cambiarono: il gommista mi tolse i chiodi e mi trovai con due gomme da neve davanti.
Dall’estate dopo rimontai le Michelin e da allora tengo ancora per scorta una delle due vecchie gomme sul tetto della mia AK, ben visibile nelle foto che ho postato.
Per farla breve.
Abito a tramontana con rischio di permanenza neve a lungo dopo la prima nevicata, la mia strada, pur comunale, non ha intervento di spalaneve.
Quando nevica monto, subito e velocemente, delle vecchie catene (viste anche da GGMATTEO) con anello rigido (non si ingarbugliano mai, ma oggi sono difficili da trovare) e semplice maglia solo trasversale.
Vado avanti e indietro con intervalli di tempo relativi all’innevamento, cercando di allargare il solco pensando anche alle altre auto con gomme più larghe.

Se nevica al di là di ogni possibile umano intervento, io,Tiziana e Martino disdettiamo ogni appuntamento col mondo professionale e solastico, e ce ne stiamo a casa a goderci senza ansia la nevicata.
Ma questa saggezza è nata dopo ripetute paure e botti.
Se conoscete qualche vecchio montanaro, provate a vedere come si comporta quando nevica o quando piove forte.
Silvio, il mio caro saggio mezzadro, quando pioveva, si metteva un bicchiere di vino sulla tavola, poi ci appoggiava le braccia, la testa e si faceva un’abbiocco.
Questa società, fra i vari deliri, non ci permette di sopportare un’influenza, e non vorrebbe che ci arrestassimo neanche davanti alle nevicate
« Ultima modifica: 04 Febbraio 2012, 13:15:47 pm da paoloDòCavaj »

Offline ggiovane matteo

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1063
Re: Gomme chiodate
« Risposta #44 il: 04 Febbraio 2012, 14:44:23 pm »
Questa società, fra i vari deliri, non ci permette di sopportare un’influenza, e non vorrebbe che ci arrestassimo neanche davanti alle nevicate

chiaramente fermarci per vederla scendere e subito dopo buttarsi dentro, in 2cv o con gli scarponi, per giocare!!  ;D ;D
- non esco mai di casa, ma quando esco.. Uhùùùùùùùùù!! -  D.
- ragazzi, tutto quello che vi ho detto questa sera.. DIMENTICATELO! - M. 
tutto quello che non c'è non può rompersi