2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: circolazione a torino  (Letto 8512 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

ludo

  • Visitatore
circolazione a torino
« il: 21 Gennaio 2010, 23:23:13 pm »
ieri sera al tg regione è stato intervistato un omino importante (che non ricordo chi fosse) dell'asi,e se non ho capito male ,parlava del chiedere  al nostro caro sindaco di permettere alle auto storiche di circolare in qualunque giorno della settimana e non solo in occasione di manifestazioni e raduni.
ho capito bene?

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: circolazione a torino
« Risposta #1 il: 22 Gennaio 2010, 06:59:18 am »
Spero di si.... (muro)
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino
« Risposta #2 il: 22 Gennaio 2010, 08:48:56 am »
Hai capito quasi bene...... nel senso che la richiesta è stata fatta solo per i veicoli iscritti all'ASI (vecchio)

Ricordati che non tutti i veicoli sono storici, alcuni sono solo vecchi  (nonso)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: circolazione a torino
« Risposta #3 il: 22 Gennaio 2010, 08:51:14 am »
Adesso non ho capito io!
Ma a Torino gli asi non possono circolare liberamente??
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: circolazione a torino
« Risposta #4 il: 22 Gennaio 2010, 09:00:34 am »
Adesso non ho capito io!
Ma a Torino gli asi non possono circolare liberamente??



http://www.comune.torino.it/ambiente/aria/limitazioni-del-traffico-a-torino.shtml


il capo dell'asi non ha capito nulla o la normativa è cambiata...se la si legge ( ma la normativa è del 2007) è prevista l'esenzione dal blocco dei veicoli storici come previsto dall'art 60 del cds e quindi i veicoli asi sono esenti......
si veda il punto d) delle ulteriori esenzioni
http://www.comune.torino.it/ordinanz/2007/200704665.html


l'esenzione o meno di un veicolo asi è facoltà non obbligo:


 in lombardia nella zona A1 che comprende tutta quella serie di paesi ad alto rischio inquinamento possono circolare i veicoli iscritti asi, fmi, registro storico fiat, lancia, alfa...
La normativa solitamente è su base regionale se il"problema inquinamento" è esteso...altrimenti su base comunale.....in quest'ultimo caso se non c'è un coordinamento tra i diversi comuni ognuno di fatto può esentare alcune categorie come ad esempio i veicoli asi......qualche anno fa erano esentati in lombardia le persone con più di 65 anni...i ministri del culto  (stupid) etc....

saluti>>L
« Ultima modifica: 22 Gennaio 2010, 09:10:08 am da sert »

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: circolazione a torino
« Risposta #5 il: 22 Gennaio 2010, 09:16:26 am »
Sono andato a leggere...
Quindi se ho capito bene, il fatto di non aver espressamente vietato le storiche, queste possono circolare?
Però mi sembra una forzatura interpretativa, avrebbe dovuto esserci scritto almeno "salve le esenzioni di legge".
 ???
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: circolazione a torino
« Risposta #6 il: 22 Gennaio 2010, 09:34:20 am »
scusa la ridondanza ma non ho capito cosa non hai capito  ;D


ULTERIORI ESENZIONI - in deroga alle limitazioni possono inoltre circolare i seguenti veicoli purché accompagnati da idonea documentazione:

d. veicoli di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del codice della strada iscritti agli appositi registri per la partecipazione a manifestazioni indette dalle Associazioni;


la parte fumosa è la partecipazione a manifestazioni indette da associazioni....alla fine cosa fai ti porti un volantino di un ipotetico raduno?ciò presupporrebbe che ogni ipotetico tutore dell'ordine che ti ferma debba essere a conoscenza di ogni manifestazione....visto che la cosa è impossibile si deve basare su quello che tu gli dici e quindi....... ;)

saluti>>L

Offline gio K 5000

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2354
Re: circolazione a torino
« Risposta #7 il: 22 Gennaio 2010, 09:41:12 am »
E quindi è una mezza soluzione...
Ma è meglio che senza soluzione!  ;D
(prima avevo aperto il link sbagliato...)
"liberiamo i telai marci!"

da zero a cento? in giornata....

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino
« Risposta #8 il: 22 Gennaio 2010, 10:00:38 am »
Però la vettura deve essere iscritta negli appositi registri e qui mi sorge il dubbio che si faccia come per le assicurazioni sui veicoli storici dove i registri riconosciuti sono:

ASI
Registro FIAT, LAncia e Alfaromeo

e mi pare non registro RIASC  >:(

e quindi i possessori di auto "vecchie" non iscritte a nessun registro, anche se storiche non potrebbero circolare in base all'articolo da te postato.





Scusa la battuta, ma sempre secondo la stessa ordinanza ma al punto..... (non c'è punto) si legge:

POSSONO INOLTRE CIRCOLARE:
le autovetture il cui conducente abbia compiuto il 65° anno di età.


Quindi portatevi dietro in 65enne e circolerete in libertà da passeggeri  ;D
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: circolazione a torino
« Risposta #9 il: 22 Gennaio 2010, 10:25:15 am »
Però la vettura deve essere iscritta negli appositi registri e qui mi sorge il dubbio che si faccia come per le assicurazioni sui veicoli storici dove i registri riconosciuti sono:

ASI
Registro FIAT, LAncia e Alfaromeo

e mi pare non registro RIASC  >:(

e quindi i possessori di auto "vecchie" non iscritte a nessun registro, anche se storiche non potrebbero circolare in base all'articolo da te postato.

Scusa la battuta, ma sempre secondo la stessa ordinanza ma al punto..... (non c'è punto) si legge:

POSSONO INOLTRE CIRCOLARE:
le autovetture il cui conducente abbia compiuto il 65° anno di età.


Quindi portatevi dietro in 65enne e circolerete in libertà da passeggeri  ;D

infatti la questione di partenza era relativa ai veicoli asi e giustappunto i registri storici dell'art 60 del codice della strada sono solo asi, fmi ,fiat lancia e alfa
questo è il nocciolo della questione in tutta italia non solo a torino!!!!
là dove le amministrazioni locali hanno un pò più tempo/sensibilità verso l'argomento allora le normative sono più articolate e comprendono magari altri registri.....dove invece l'argomento è di scarso interesse si prende l'articolo più noto (nonchè unico) relativo ai veicoli storici del codice della strada ( il datato art 60 appunto)....
non conosco tutte le realtà locali e forse potrei dire qualcosa di inesatto relativo alla toscana e all'accettazione del riasc ( non ricordo se vale in tutta la toscana o solo in alcune città).

La lombardia nel 2006 aveva proposto una normitiva eccezionale anche se sconosciuta ai più dove si apriva la circolazione ai veicoli iscritti negli appositi registri senza specificarne la natura nè il fantomatico articolo 60.
L'anno successivo poi, in sede di ripetizione delle normative anti inquinamento è ricomparso, per un refuso da copia-incolla (così dicono gli addetti ai lavori interessati) ancora una volta l'art 60e quindi se prima andavano bene  tutti i registri poi solo i soliti noti.

Lo stato attuale è che la legge del 2006  per la lombardia non è stata modificata e nelle vari normative annuali si verifica una cosa di questo tipo:
"sono esentati dal bloco i veicoli storici in base all'art 60 e secondo la legge regionale XX (non ricordo) del 2006" la stessa legge che non citava l'art 60".


E così il piemonte, per quanto detto in altri post, parrebbe riconoscere il riasc ( e tutti i registri) in sede di pagamento bollo per i veicoli tra i 20 e i 30 anni ma non per la circolazione invernale.....

come satireggiavano non molti anni fa ma da leggersi non con riferimenti politici : "siamo la casa delle libertà ...facciamo quel c**zo che ci pare"

saluti>>L

ludo

  • Visitatore
Re: circolazione a torino
« Risposta #10 il: 22 Gennaio 2010, 20:56:18 pm »
beh, nell'intervista in questione si parlava di ASI, però a questo punto mi pare una stronzata, la mia è un rottame ma iscritta asi e può circolare, la tua è perfetta in ogni suo più piccolo particolare ma non iscritta e deve stare in box,................................l'italia mi sta sempre più stretta!!!
torno a casa mia, vive la france!!!!!!!!!

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino
« Risposta #11 il: 25 Gennaio 2010, 10:34:29 am »
la mia è un rottame ma iscritta asi e può circolare, la tua è perfetta in ogni suo più piccolo particolare ma non iscritta e deve stare in box,

 :o :o anticipo che non conosco bene la materia, ma mi pare improbabile che la tua bicilindrica iscritta all'ASI sia un rottame  >:(

se non sbaglio all'ASI sono più fiscali che al RIASC, quindi se il rottame non è dell'inizio del secolo scorso, non mi pare che possano accettare un'eventuiale iscrizione (??)


Ma come anticipato, sono IGNORANTE e non posso spingere questo mio ragionamento oltre senza rischiare di scrivere strafalcioni....



.... ma tornando in tema circolare SI, circolare NO, devo confermare che per il comune di Torino se il veicolo non è iscritto ai registi storici riconosciuti dal limitativo art. 60  (muro), non può circolare dalle ore 8 alle ore 19 dal lunedì al venerdì.

Quindi basta circolare prima delle ore 8 e dopo le ore 19 e non c'è nessun problema  ;D

Inoltre ti ricordo che la circolazione dei veicoli storici è sempre limitata alla partecipazione del raduno e sempre leggendo il famigerato articolo 60 si evince che:

a) la loro circolazione può essere consentita soltanto in occasione di apposite manifestazioni o raduni autorizzati, limitatamente all'ambito della località e degli itinerari di svolgimento delle manifestazioni o raduni. All'uopo i veicoli, per poter circolare, devono essere provvisti di una particolare autorizzazione rilasciata dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri nella cui circoscrizione è compresa la località sede della manifestazione o del raduno ed al quale sia stato preventivamente presentato, da parte dell'ente organizzatore, l'elenco particolareggiato dei veicoli partecipanti. Nella autorizzazione sono indicati la validità della stessa, i percorsi stabiliti e la velocità massima consentita in relazione alla garanzia di sicurezza offerta dal tipo di veicolo;

se non ci sono queste condizioni anche le vetture gli iscritte ASI se ne stanno ferme nei loro box.


E qui chiudiamo il ragionamento confermando quanto hai detto tu, che la proposta del presidente ASI non è altro che un tentativo di far circolare le loro auto liberamente senza il vincolo del raduno o manifestazione perchè stiamo parlando di  "veicoli di elevato valore culturale" secondo le parole del presidente dell'ASI e quindi veicoli che non si possono tenere chiusi nei propri box.


P.S. nel servizio apparso sul TG3 Piemonte, venivano mostrate le immagini di un raduno tenuto al castello del Valentino in cui l'auto più giovane aveva pressapoco la mia età  :o :o

secondo me, le 2cv non c'è le vedo sotto l'ala protettrice del presidente dell'ASI, ma è una mia impressione  (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline sert

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 3822
  • ...s'i fossi foco...
Re: circolazione a torino
« Risposta #12 il: 25 Gennaio 2010, 14:15:38 pm »
Sulla parzialità di giudizio di svariati esaminatori ci sono prove su tutto il territorio nazionale tali che chiedendo la certificazione in un club federato asi la stessa può venir negata ma cambiando club/cambiando città/cambiando regione lo stesso veicolo diventa subito adatto al tesseramento e alcertificato.
Questa è cosa nota e cosa ancor più assurda è che se quest'anno al club federato asi della città X hai fatto richiesta  e l'hanno negata e tu ti sei rivolto al club federato Y e ti hanno accettato, l'anno prossimo una volta accettato da Y puoi tornare da X senza problemi.

un pò di chiarezza quando si cita l'art 60 del cds. Che riporto di seguito:

Art. 60.
Motoveicoli e autoveicoli d'epoca e di intresse storico e collezionistico
1. Sono considerati appartenenti alla categoria di veicoli con caratteristiche atipiche i motoveicoli e gli autoveicoli d'epoca, nonchè i motoveicoli e gli autoveicoli di interesse storico e collezionistico.

2. Rientrano nella categoria dei veicoli d'epoca i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal PRA perchè destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati, ai fini della salvaguardia delle originarie caratteristiche tecniche specifiche della casa costruttrice, e che non siano adeguati nei requisiti, nei dispositivi e negli equipaggiamenti alle vigenti prescrizioni stabilite per l'ammissione alla circolazione. Tali veicoli sono iscritti in apposito elenco presso il Centro storico della Direzione generale della M.C.T.C.

3. I veicoli d'epoca sono soggetti alle seguenti disposizioni:
a)
 la loro circolazione può essere consentita soltanto in occasione di apposite manifestazioni o raduni autorizzati, limitatamente all'ambito della località e degli itinerari di svolgimento delle manifestazioni o raduni. All'uopo i veicoli, per poter circolare, devono essere provvisti di una particolare autorizzazione rilasciata dal competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. nella cui circoscrizione è compresa la località sede della manifestazione o del raduno ed al quale sia stato preventivamente presentato, da parte dell'ente organizzatore, l'elenco particolareggiato dei veicoli partecipanti. Nella autorizzazione sono indicati la validità della stessa, i percorsi stabiliti e la velocità massima consentita in relazione alla garanzia di sicurezza offerta dal tipo di veicolo;

b) il trasferimento di proprietà degli stessi deve essere comunicato alla Direzione generale della M.C.T.C., per l'aggiornamento dell'elenco di cui al comma 2.

4. Rientrano nella categoria dei motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico tutti quelli di cui risulti l’iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI.

5. I veicoli di interesse storico o collezionistico possono circolare sulle strade purchè posseggano i requisiti previsti per questo tipo di veicoli determinati dal regolamento.

6.Chiunque circola con veicoli d'epoca senza l'autorizzazione prevista dal comma 3, ovvero con veicoli di cui al comma 5 sprovvisti dei requisiti previsti per questo tipo di veicoli dal regolamento, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 78 a euro 311 se si tratta di autoveicoli, o da euro 38 a euro 155 se si tratta di motoveicoli.



il termine Veicolo d'epoca solitamente la usiamo un pò impropriamente, nel testo è in grassetto e sottolineato quello che è di fatto un veicolo d'epoca

Ad esempio una Itala di inizio 900 del tal museo dell'automobile, senza frecce, con i freni solo anteriori di legno etc è verosimilmente un veicolo d'epoca

Per questo motivo nel punto a)  sono elencati le disposizioni secondo le quali possono circolare ma questo non c'entra nulla con i veicoli certificati asi che altrimenti dovrebbero avere un'autorizzazione della motorizzazione ogni volta che escono dal garage.

I veicoli e motoveicoli di interesse storico e collezionistico vengono descritti ai punti 4 e 5 e sono quelli che solitamente si tirano in ballo ma nulla hanno a che fare (in senso lato) con le disposizioni -perenni- dei punti 2 e 3

saluti>>L
« Ultima modifica: 25 Gennaio 2010, 14:20:18 pm da sert »

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: circolazione a torino
« Risposta #13 il: 26 Gennaio 2010, 16:43:34 pm »
in sostanza continuo a restare sui monti e scendo nella metropoli al calare delle tenebre ma prima delle 8 dovrò rientrare tra le mura ....altrimenti....  (esp)

 (felice) Pata  8)
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino
« Risposta #14 il: 27 Gennaio 2010, 10:37:38 am »
Aggiornamento freschissimo di giornata.... che fortunatamente non riguarda le nostre care e vecchie bicilindriche  ;D


(police1) Dal 1° febbraio non potranno più circolare liberamente i diesel euro 2 (police1)


dalle ore 8 alle ore 19 con una eccezione per i residenti  :o il cui divieto è limitato dalle ore 9 alle ore 17

anche qui ci sono le eccezioni, ma per una più completa informazione, leggetevi la delibera (vecchio)

 http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_49.shtml
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino bloccata domenica 7 febbraio
« Risposta #15 il: 05 Febbraio 2010, 12:56:32 pm »
Domenica 7 febbraio 2010 ci sarà il blocco totale della circolazione su tutto il territorio comunale ad eccezione di alcuni percorsi che conducono verso i parcheggi d'interscambio.

L'oraio sarà dalle 10 alle 18

per venire incontro al piccolo disagio, si potrà viaggiare su tutta la linea urbana con un solo biglietto ordinario  ;D


Comunicato stampa:

http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_81.shtml

Ordinanza del comune:

http://www.comune.torino.it/ordinanz/2010/201000396.html

Comunicato della GTT:

http://www.comune.torino.it/gtt/avvisi/blocco.shtml


Come al solito ci sono alcune eccezioni, tra quelle che possono interessare anche noi bicilindrici:

b.      veicoli funzionanti con alimentazione a metano, a gpl, a idrogeno, mono o bifuel, anche trasformati successivamente all'immatricolazione;

z.       veicoli di interesse storico e collezionistico di cui all'art. 60 del codice della strada iscritti agli appositi registri per la partecipazione a manifestazioni indette dalle Associazioni.


Ricordo solamente che anche la zona collinare di solito esclusa da simili divieti è off-limits;

e che la multa per chi viene beccato è di 71 € (police1).


Mappa delle vie in cui si può circolare:

http://www.comune.torino.it/pdf/percorsiliberi0702.pdf

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: circolazione a torino
« Risposta #16 il: 08 Marzo 2010, 13:14:13 pm »
..

e che la multa per chi viene beccato è di 71 € (police1).


Mappa delle vie in cui si può circolare:

http://www.comune.torino.it/pdf/percorsiliberi0702.pdf



A parte le giornate di blocco totale, mi chiedevo proprio con quale frequenza sia contestata l'infrazione di circolazione inquinante nelle città più colpite dal fenomeno. Un suggerimento per evitare i 71 di multa e gli equivalenti in tessara asi è assicurare al tutore che si intende proseguire a trazione econimico-ecologica fino a destinazione.



Ricordo che nella banda rossa sulla destra del sito del club 2cv e Derivate è attivo un sondaggio: http://www.2cvclubitalia.com/wp/

Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Online Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 21950
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: circolazione a torino
« Risposta #17 il: 08 Marzo 2010, 16:46:55 pm »
La foto da te postata mi ha fatto venir in mente un episodio di quando avevo vent'anni e la moto era il mio mezzo di locomozione preferito  (guid)


Una sera portai la mia morosa nel parco pubblico che stà di fronte alla facoltà di architetture, al di la del Po....

.... la portai direttamente con la moto, per fermarci a contemplare lo spettacolo del fiume e nel contempo tener sott'occhio la moto (non mia ma del fratellino), quando inaspettatamente comparvero due tutori dell'ordine (police) con la loro automobilina e il lampeggiante accesso...

 :o :o

.. terrore, che fare, negare la proprietà del motoveicolo per poi rischiare la collera del fratellino o pagare la sicura multa e beccare la certa romanzina (vecchio)


Inaspettatamente i tutori dell'ordine si rivelarono delle brave persone (adoraz), non so dirvi se fosse grazie al mio angelico viso (angel) o al fatto che in effetti i oe la mia morosa abiammo sempre fatto colpo sugli estranei  (dance) (detto così non si comprende, ma in effetti non passavamo inosservati), fatto stà che oltre alla romanzina canonica, nessuna multa vennè rilasciata e ci fu permesso di lasciare il luogo pubblico senza infierire oltre....

... solo che io, pensando alla grazia ricevuto, stavo per abusarne sfacciatamente e messo il piede sulla leva dell'accensione venni immediatamente bloccato  >:(

(police1) e no, non si possono usare veicoli a motore all'interno del parco, per uscire dovete spingerla


e così avvenne, per uscire dal parco spinsi la moto fuori, facendomi pure una piccola salita, con lei a fianco imbarazzata più che mai ed io tale e quale come nella foto da te postata.

 (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

ludo

  • Visitatore
Re: circolazione a torino
« Risposta #18 il: 08 Marzo 2010, 16:54:51 pm »
la mia è un rottame ma iscritta asi e può circolare, la tua è perfetta in ogni suo più piccolo particolare ma non iscritta e deve stare in box,

 :o :o anticipo che non conosco bene la materia, ma mi pare improbabile che la tua bicilindrica iscritta all'ASI sia un rottame  >:(

se non sbaglio all'ASI sono più fiscali che al RIASC, quindi se il rottame non è dell'inizio del secolo scorso, non mi pare che possano accettare un'eventuiale iscrizione (??)  giuro che è stata iscritta all'asi 2 anni fa, ed a giudicare dalle condizioni in cui lo trovata ,quando è stata iscritta non doveva essere tanto perfetta!


Ma come anticipato, sono IGNORANTE e non posso spingere questo mio ragionamento oltre senza rischiare di scrivere strafalcioni....



.... ma tornando in tema circolare SI, circolare NO, devo confermare che per il comune di Torino se il veicolo non è iscritto ai registi storici riconosciuti dal limitativo art. 60  (muro), non può circolare dalle ore 8 alle ore 19 dal lunedì al venerdì.

Quindi basta circolare prima delle ore 8 e dopo le ore 19 e non c'è nessun problema  ;D

Inoltre ti ricordo che la circolazione dei veicoli storici è sempre limitata alla partecipazione del raduno e sempre leggendo il famigerato articolo 60 si evince che:

a) la loro circolazione può essere consentita soltanto in occasione di apposite manifestazioni o raduni autorizzati, limitatamente all'ambito della località e degli itinerari di svolgimento delle manifestazioni o raduni. All'uopo i veicoli, per poter circolare, devono essere provvisti di una particolare autorizzazione rilasciata dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri nella cui circoscrizione è compresa la località sede della manifestazione o del raduno ed al quale sia stato preventivamente presentato, da parte dell'ente organizzatore, l'elenco particolareggiato dei veicoli partecipanti. Nella autorizzazione sono indicati la validità della stessa, i percorsi stabiliti e la velocità massima consentita in relazione alla garanzia di sicurezza offerta dal tipo di veicolo;

se non ci sono queste condizioni anche le vetture gli iscritte ASI se ne stanno ferme nei loro box.


E qui chiudiamo il ragionamento confermando quanto hai detto tu, che la proposta del presidente ASI non è altro che un tentativo di far circolare le loro auto liberamente senza il vincolo del raduno o manifestazione perchè stiamo parlando di  "veicoli di elevato valore culturale" secondo le parole del presidente dell'ASI e quindi veicoli che non si possono tenere chiusi nei propri box.


P.S. nel servizio apparso sul TG3 Piemonte, venivano mostrate le immagini di un raduno tenuto al castello del Valentino in cui l'auto più giovane aveva pressapoco la mia età  :o :o

secondo me, le 2cv non c'è le vedo sotto l'ala protettrice del presidente dell'ASI, ma è una mia impressione  (felice)
[/quote