2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Fortificazioni -  (Letto 34869 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re:Fortificazioni - Esseillon
« Risposta #120 il: 09 Marzo 2018, 12:07:37 pm »
Con questo post ho concluso questa lunga descrizione sui forti dell'Esseillon (post)

spero sia stata interessante e possa essere lo spunto per un giro in zona, per chi arriva da lontano suggerisco di cercare un posto da dormire nella vicina cittadina di Aussois, dove è presente pure un camping


come scritto inizialmente c'è un bellissimo parco avventura per grandi e bambini fruibile dal parcheggio della ridotta Maria Teresa, oltre ad avventurarsi tra i rami del bosco ci sono pure due spettacolari teleferiche che permettono di volare sopra le gole dell'Arc, visibile ad un centinaio di metri sotto i piedi  (sorpreso)



oppure per gli amanti delle arrampicate ci sono una serie di vie ferrate anche queste per tutte le età  ;D



in questo sito troverete la descrizione delle 7 sezioni https://location-orelle.fr/via-ferrata-du-diable-aussois/



mi ero chiesto quando visitai il forte Vittorio emanuele, perchè avessero messo un segnale di divieto di transito alla bocca di una cannoniera  (??)



poi quando ho scoperto che da quella finestra c'è il rischio concreto di vedere spuntare due facce come queste (paura)

  (stupid) (muoio)


Suggerisco anche di seguire il lungo giro a piedi del "Sentier des Batisseurs", molto lungo adatto a grandi camminatori, visto che tutto il giro dura almeno 4 ore, ma permette di vedere anche quei posti che non vi ho descritto quali la cava dove presero le pietre, o il piccolo villaggio di Esseillon


C'è poi un gioco adatto ai bambini che si svolge all'interno del forte Vittorio Emanuele, all'ufficio del turismo è in vendita per 5 € un fagotto contenente alcuni oggetti che serviranno per scoprire degli indizi disseminati all'interno del forte

Sulle tracce del soldato Alesssandro misteriosamente scomparso,
provate la vita di guarnigione durante il periodo sardo…
La leggenda racconta che durante il periodo 1839-1840
Alessandro Bartoldi, giovane artigliere di stanza al forte Vittorio
Emanuele ingannasse il tempo prendendo appunti su di un
taccuino.
Passati i due anni di guarnigione, al momento di lasciare il forte
per una nuova destinazione si accorse di aver perso il suo prezioso
taccuino e tornò sui suoi passi sperando di ritrovarlo, ma scomparve
a sua volta! Si racconta che da allora il suo fantasma vaghi ancora
per il forte. I visitatori possono a volte vederne l’ombra all’interno
di qualche camerata…
Qualche anno fa, durante i lavori di restauro del forte è stato
scoperto un fagotto. Al suo interno: una corda, una lente di
ingrandimento, uno specchio, un astuccio e il famoso taccuino al
quale però manca qualche pagina…



Altro non mi viene in mente, posso solo raccontarvi che questo luogo lo scoprii nel lontano 1991 quando mi divertivo a girare con la mia nuova 2cv, ogni domenica era l'occasione di scoprire nuovi luoghi o riscoprirne altri fatti in moto, un giorno passando per queste strade vedemmo questo forte, entrammo di nascosto e lo visitammo come fanno gli scopritori di lontana memoria...

... zitti, zitti senza far rumuore  ;D

peccato solo che di foto ne feci davvero poche, poi come succede me ne dimenticai ritornandoci nuovamente solo nel 2014 e nel 2016 questa volta con l'intenzione di farci un bel reportage per voi forumisti (post)






Io ho termianato e per scaramanzia non scriverò su quale altro forte nel prossimo foto-racconto vi porterò  ;)


 (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi