2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: alternatore quale scegliere  (Letto 2214 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
alternatore quale scegliere
« il: 18 Dicembre 2017, 20:48:05 pm »
ciao raga i cuscinetti del mio alternatore femsa 2cv sono defunti e vorrei acquistarne uno ,ho visto quelli di cassis https://www.ricambi-mehari-2cv.com/alternatore-12v--a--1103000.html
e quelli di burton https://www.burton2cvparts.com/alternator-2cv-12v-30a-p-4228.html?cPath=499_8024_8033
cosa mi consigliate (nonso)
sono a conoscenza che si puo revisionare ma visto l eta e il costo del nuovo mi sa che conviene cambiarlo
buona serata
Andrea

Offline haiede

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1323
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #1 il: 18 Dicembre 2017, 21:19:55 pm »
Montati quelli Burton ......... sempre andati bene.......leggermente sibilanti in erogazione ma nessun problema elettrico o meccanico.
Parere personale
 (felice)
Dodo

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #2 il: 18 Dicembre 2017, 21:24:12 pm »
Grazie haiede, in effetti ero orientato su burton, ultimamente Cassis mi ha tirato parecchie bidonate  (inc) (inc)
Andrea

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #3 il: 29 Dicembre 2017, 14:57:22 pm »
ciao ragazzi tutto ok?oggi ho trovato il tempo per fare 2 lavoretti,ho montato l'alternatore di burton e ho 2 domande da porvi

domanda 1....perchè questa vite è piu lunga??per collegare qualche massa?? (nonso) io l'ho rivestita con un tubicino in gomma per evitare che il cavo positivo possa toccarlo accidentalmente e  consumarsi su di essa con le vibrazioni creando un corto

seconda domanda,l'alternatore carica bene 14,7/14,8v però al minimo quando sali di giri con tutte le utenze inserite fischia per poi smettere,tipo una turbina,non si sente molto ma si sente,premetto che il vecchio non lo faceva e quando metto le frecce,sempre un pò alto di giri il fischio va e viene con l'intermittenza (sorpreso) (nonso) ripeto  non si sente molto ma si sente e non so se sia una prerogativa di questi nuovi alternatori (muro) o è un problema di masse?
con il vecchio cambio i cuscinetti ed è ancora funzionate,ma vorrei tenere questo che carica 30A invece che 25A
ciao  (felice)
Andrea

Golf

  • Visitatore
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #4 il: 29 Dicembre 2017, 17:07:54 pm »
Ciao Andrea.

La vite piu lunga serve a fissare lo scatolino con il regolatore che viene montato a bordo alternatore.

Non è il nostro caso,ma le economie di scala prevedono così....

Una vite sola costa meno di due viti diverse.

Per quarto riguarda il fischio sotto sforzo ti aveva avvertito haiede nei post precedenti.

È una caratteristica di quel modello di alternatore.

 (felice)

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #5 il: 29 Dicembre 2017, 20:14:25 pm »
Ciao Golf ok , effitivamente non avevo associato "sibilanti" ( sembrava qualcosa di harry potter) a quel fischio da turbina, gli amici mi hanno già preso per il c..o  (inc) " andre è sovralimentata ora??" ... Tua sorella...
Peccato perché si vede che a fari accesi carica di più del vecchio !amen
 (felice)
Andrea

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #6 il: 07 Giugno 2018, 09:16:44 am »
Ciao ragazzi riapro questo post perché oggi l’alternatire mi ha lasciato a piedi, vorrei precisare che ultimamente faceva rumori strani ,ma non pensavo durasse così poco... forse troppo economico?
Ho visto che burton offre a 180 euri quello di valeo https://www.burton2cvparts.com/alternator-2cv-12v-30a-valeo-p-6942.html?cPath=499_8024_8033
Secondo voi ha più qualità ??
 (felice)
Andrea

Offline MVO

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1675
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #7 il: 08 Giugno 2018, 10:01:56 am »
Buongiorno a tutti,
Andrea, se vuoi spendere così tanto per un alternatore Burton, considera che con il prezzo del Valeo ce ne compri due, forse tre di quelli normali............!
Ti conviene, prendere il Valeo Burton per motore Visa, costa poco di più, in quel modo elimini anche tutti i problemi del regolatore, che su quell'alternatote è incorporato.
Saluti
Marcello

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #8 il: 08 Giugno 2018, 12:15:50 pm »
Ciao Marcello in effetti il tuo ragionamento non fa una piega a me serve affidabilità perché l’auto la uso tutti i giorni e di media faccio 20000 km annui!
È anche vero che il valeo costa di più ma magari dura 3 volte di più e a conti fatti cambia poco.... se dura di più qua è tutto da vedere
Per l’alternatore visa più di qualcuno lo consiglia ma dovrei fare la famosa modifica con la lampadina e poi non avrei più il funzionamento del voltmetro in abitacolo ( almeno così ho capito )
Secondo è veramente più affidabile di questi???
Per il regolatore ho su quello elettronico di burton
Tu con cosa ti trovi bene?? Cosa installi normalmente nelle bicilindriche?
Grazie e buona giornata
Andrea

Offline guac64

  • Assiduo
  • **
  • Post: 93
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #9 il: 08 Giugno 2018, 19:31:07 pm »
MA SE SI MONTA UNA BATTERIA CON SPUNTO MAGGIORE L'IMPIANTO D'ACCENSIONE VIENE DANNEGGIATO. SALUTI

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #10 il: 08 Giugno 2018, 20:29:27 pm »
 (?) (?) nessuno ha parlato di batteria e poi lo spunto c’entra poco o niente è il voltaggio che deve essere rispettato!
Il visa carica 5 ampere in più rispetto quello che vende burton e 10 rispetto l’originale
 (felice)
Andrea

Offline claudyane6

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6763
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #11 il: 08 Giugno 2018, 20:51:47 pm »
io ne ho fatto revisionare uno montato su una da demolire, presumo originale, per scorta
così pure per un motorino di avviamento

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #12 il: 08 Giugno 2018, 21:51:31 pm »
Ciao claudyane hai fatto bene, pure io ho revisionato per scorta l’originale
 (felice)
Andrea

Offline bulè

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6539
  • www.2cvclubitalia.com
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #13 il: 09 Giugno 2018, 00:18:21 am »
Ciao.

Con l'alternatore visa lo strumento sul cruscotto continua a funzionare normalmente, in più hai la spia che si accende quando l'alternatore non carica. Ed é un po' più potente, come scrivi.

Sull'affidabilitá.. É un alternatore come gli altri... Naturalmente se prendi quello di marca sei un po più tranquillo.

Sulle mie ho montato quelli visa. Ricordati di non connettere il faston dell'impianto originale o di scollegare il regolatore esterno, altrimenti... Non si spegne più la macchina.  (felice)

Offline AndreaT

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1154
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #14 il: 09 Giugno 2018, 08:45:59 am »
Ciao bulè grazie per la dritta, acquisterò un visa dato che la uso di continuo tutti i giorni e vado spesso in vacanza con la 2cv..... poi ho le lampadine alogene è un po’ di corrente in più non guasta
 (felice)
Andrea

Offline mario55

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2566
  • Carrara, 31.08.1979
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #15 il: 29 Ottobre 2018, 15:58:49 pm »
Dopo un bel Po di tempo riapro questo topico, anche a me all'alternatore è andato un cuscinetto, quello lato puleggia, con 6 euro ho comperato un nuovo cuscinetto è l'ho sostituito, è già il secondo alternatore che riparo in questo modo.

Il primo riparato è già un bel po' di tempo che gira senza problemi sotto il cofano della 2cv.

Adesso questo lo tengo di scorta. Ne ho tre in modo da averne sempre uno pronto per una sostituzione rapida.

Mario55
Mario da Bientina, con la sua DS 21 Confort

"non ti curar di loro, ma guarda e passa"

Offline cerasette

  • Colonna
  • ****
  • Post: 813
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #16 il: 29 Ottobre 2018, 22:20:48 pm »
Scusate che vantaggi da il regolatore elettronico? ha senso cambiarlo se l' originale fa ancora il suo lavoro?
"Rien n'arrête une Renault, même pas ses freins"

Offline 10nico

  • Colonna
  • ****
  • Post: 17747
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #17 il: 29 Ottobre 2018, 22:59:40 pm »
Ciao Cerasette, il regolatore elettronico dovrebbe avere questi vantaggi rispetto a quello meccanico:

1) assenza di parti meccaniche in movimento e soggette ad usura
2) conseguenza di 1) , la taratura non si sballa col tempo e con l'usura, e quindi il voltaggio rimane corretto sempre, quindi maggior durata della batteria che non viene sovraccaricata, e delle lampadine che non vengono fatte lavorare a tensione eccessiva, e dell'alternatore che non viene costretto a superlavoro
3) migliore efficienza (e quindi si spreca meno corrente); basta toccare il regolatore meccanico mentre funziona, scalda parecchio! Quello elettronico diventa tiepido e basta

Io ho sentito parlar bene di quello Burton e molto male di quello di Cassis (nel senso che si sono verificati casi di regolatori guasti dopo poco tempo).
Il mio regolatore meccanico, anche se andava bene, avevo notato già da un po che la tensione non era stabile bensì oscillava ciclicamente, me ne accorgevo nella guida di notte perchè le luci anabbaglianti calavano di intensità a cicli, e la cosa mi dava parecchio fastidio.

Adesso col regolatore elettronico la luminosità è costante, cosa confermata anche dal voltmetro.

Non tornerei mai indietro!  (su)
Live long and prosper

Offline vagabondo 57

  • Colonna
  • ****
  • Post: 721
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #18 il: 30 Ottobre 2018, 01:03:27 am »
Ciao Cerasette, il regolatore elettronico dovrebbe avere questi vantaggi rispetto a quello meccanico:

1) assenza di parti meccaniche in movimento e soggette ad usura
2) conseguenza di 1) , la taratura non si sballa col tempo e con l'usura, e quindi il voltaggio rimane corretto sempre, quindi maggior durata della batteria che non viene sovraccaricata, e delle lampadine che non vengono fatte lavorare a tensione eccessiva, e dell'alternatore che non viene costretto a superlavoro
3) migliore efficienza (e quindi si spreca meno corrente); basta toccare il regolatore meccanico mentre funziona, scalda parecchio! Quello elettronico diventa tiepido e basta

Io ho sentito parlar bene di quello Burton e molto male di quello di Cassis (nel senso che si sono verificati casi di regolatori guasti dopo poco tempo).
Il mio regolatore meccanico, anche se andava bene, avevo notato già da un po che la tensione non era stabile bensì oscillava ciclicamente, me ne accorgevo nella guida di notte perchè le luci anabbaglianti calavano di intensità a cicli, e la cosa mi dava parecchio fastidio.

Adesso col regolatore elettronico la luminosità è costante, cosa confermata anche dal voltmetro.

Non tornerei mai indietro!  (su)
  confermo il tennico (superok)
io resto sempre in bilico .

Offline MVO

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1675
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #19 il: 30 Ottobre 2018, 15:46:10 pm »
Buonasera a tutti,
il regolatore elettronico ha la funzione che regola automaticamente la tensione che deve andare alla batteria.
Ci sono molti tipi di regolatori elettronici, a seconda del modello di auto o di moto ed in base anche al tipo di motore, di alternatore e batteria, di pulegge varie ecc.ecc.ecc.
Nel caso delle nostre bicilindriche il regolatore elettronico è consigliato per chi monta una accensione elettronica , rispetto a quelli tradizionali di varie marche, ha il vantaggio che è ermetico, vale a dire che i circuiti elettronici che lo compongono sono affogati nella colla o mastice o catrame ecc.
Tutti gli altri hanno delle resistenze esterne, di solito tre di diversa taratura, queste sono soggette ad ossidarsi od in vari casi a rompere il filamento e non fanno più il loro dovere.
Se vengono aperti, al loro interno c'è una specie di martelletto (tipo puntine platinate) che lo fà aprire e chiudere a seconda della necessità di tensione.
Ho un centinaio di regolatori tradizionali dentro una cassetta, ultimamente preferisco montare quelli elettronici, magari molti sono ancora funzionanti, se qualcuno si volesse divertire a vedere come sono fatti dentro, mi faccia sapere , potrei spedirlo/i in regalo!
P.S. dimenticavo , i regolatori si trovano ancora in commercio presso i ricambisti auto generici, quelli normali della 2cv li montava anche la Alfa Romeo Giulia , mentre quelli elettronici, li montano tutti i tipi di vetture che hanno il regolatore esterno all'alternatore, costano circa 15.00euro, si trovano anche a 24 volt.
Sempre per quanto riguarda i regolatori normali, si trovano in commercio dei regolatori (Argentini) che hanno la particolarità di avere esternamente una vite con una lancetta + ----> - , in questo modo si può regolare la taratura in base alle esigenze della bicilindrica .
Saluti
Marcello
citroen.friends.sos@alice.it

Offline cerasette

  • Colonna
  • ****
  • Post: 813
Re:alternatore quale scegliere
« Risposta #20 il: 04 Novembre 2018, 21:30:06 pm »
Scusate ho visto solo ora le risposte, io di anomalie non ne ho mai avute o meglio i fari e la luce tachimetro risentono leggermente dei giri motore 

(sfarfallio) al minimo, poi in marcia nessun problema.

E' da imputare al regolatore?

Marcello hai letto la mail che ti ho mandato sui pannelli? Non mi hai risposto probabilmente ti sarà sfuggita.
"Rien n'arrête une Renault, même pas ses freins"