2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Incontri -  (Letto 14632 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Incontri -
« il: 18 Novembre 2009, 17:23:49 pm »
All'inizio, quando il forum era una dolce scoperta e tutto mi sembrava così bello e misterioso, quando il prego ancora non era stato scalzato dal menefrgo, quando l'avventura illuminava ogni passo all'interno di questo mondo che pian pianino si stava creando nella mia fantasia.....

... all'inizio tutto era nuovo, nuovo lo strumento, nuovi i forumisti, nuove le emozioni, tutto sembrava uscito da non so che prodigio della mente umana e ai miei occhi c'erano solo sorprese e scoperte, anche se accompagnate immediatamente da polemiche e screzi



Ecco all'inizio quello che mi incuriosiva era lo scoprire chi si celasse dietro agli avatar con cui passavo ore e ore della mia vita a scambiare parole, emozioni, cavolate e ricordi.....


... la curiosità di vedere e conoscere quelle persone che nelle lunghe nottate prima, e nelle interminabili mattinate dopo, mi accompagnavano nel rappresentare quel particolare teatrino che era (ed è) questo piccolo forum bicilindrico.



Conoscere, vedere, incontrare.... parole che ormai mi suonano antiche e distanti ma che hanno accompagnato i miei primi passi qui con voi.




Ora che conosco molti di voi, ma che non ho più questo desiderio nelle mie priorità, ora mi piacerebbe ricordare, come in una vecchia fotografia ingiallita, quelle prime esperienze, ripercorrere con la memoria quei primi incontri, un pò per non dimenticare, un pò per ricominciare ad amare questo particolare luogo della vita.


E' un pò difficile ricominciare.... i meccanismi del passato se ne sono andati, è rimasta solo la nostalgia ed il ricordo, ed è per questo che qui in Amarcord, queste mie esternazioni forse troveranno il giusto riposo.




A presto.... credo  (felice)



Ogni cosa è illuminata

[youtube=425,350]7RmrxZ_1SQc[/youtube]



W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline luigi spino

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2050
Re: Incontri -
« Risposta #1 il: 19 Novembre 2009, 13:26:37 pm »
Un periodo che purtroppo un novizio come me non ha vissuto   :(
  in hoc signo vinces

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri -
« Risposta #2 il: 19 Novembre 2009, 15:41:36 pm »
Un periodo che purtroppo un novizio come me non ha vissuto   :(

Ed invece lo stai vivendo anche tu (vecchio)


Non c'entra l'anzianità di servizio, è necessario invece essere dei novizi dell'ambiente bicilindrico, essere delle persone che non avendo mai fatto raduni o meglio avendoli fatti in solitaria, una volta che si affezionano a questo strano strumento che è il forum bicilindrico (secondo me molto diverso da altri tipi di forum  (su)) iniziano a coltivare il desiderio di conoscere anche visivamente, le persone con cui si abituano a postare.



Il piacere stà nel non far tramontare questo desiderio, di coltivarlo con parsimonia e di rimanere il più a lungo possibile sorpreso per ogni nuova conoscenza, ma per far questo bisogna assolutamente non farsi fagocitare dallo strumento che ti ha svegliato l'istinto esplorativo......

.... altrimenti finirai anche tu ad aprire topic per la 3à o 4° età  (nonso)

(vecchio)  (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes & Bubbo
« Risposta #3 il: 26 Novembre 2009, 10:55:31 am »
Un tempo, molti ma molti anni fa.... ero affascinato dalla scrittura, anzi dagli scrittori e mi sarebbe molto piaciuto diventarne uno di loro (post)


Ricordo che inizia a scrive raccontini di fantascenza, ma la poca padronanza con la lingua (in italiano avevo diverse insufficienze) e il piccolo bagaglio culturale (piango) non mi permisero di proseguire nella sperimentazione....


.... però l'ammirazione verso chi fosse dotato di questo bel dono rimase e ritornò in voga il giorno che iniziai a frequentare questo forum  (appl)



Fin dall'inizio trovai il lato giusto per confrontarmi con il forum....

la parte bassa, anzi gli scantinati del forum, dove circolano solo forumisti dalla bassa reputazione  (bb) iniziai a monopolizzare quest'area, ma quel che più conta iniziai a leggere i bicilindrici scrittori  :o


e feci così la conoscenza del mitico Aspes e del bravo Bubbo  (abbraccio) , per la verità la conoscenza con Bubbo fu tramite un disperato e tragico post che una volta letto mi fece sprofondare nei miei ricordi più delicati (piango)


ma quello che mi colpì fu soprattutto la loro bravura nel raccontare qual'unque cosa, la loro padronanza nella scrittura e la loro presenza con dei bei post nella rubrica dell'amarcord  (su)



confesso che ci ho provato anch'io, ma non posso giudicarmi, però da quei primi giorni il desiderio di conoscerli di vederli di persona mi prese totalmente e la sua realizzazione fu possibile solo dopo un anno dalla mia comparsa su questo forum (angel)



Non so spiegarlo, ma si ricordano con più affetto gli incontri unici, quelli che non si riesce più a ripetere, forse perchè il loro ricordo si avvolge di un velo di poesia, forse perchè in quell'unico incontro tutto viene ricordato positivamente.......  (nonso)


E con Aspes & Bubbo finalmente giunse il giorno in cui riuscì a conoscerli personalmente  (ura) ma questo incontro è magnificamente descritto in questo mio topic (post)

Vacanze romane [size=08pt]clicca sul testo per collegarti[/size]

Qui vi posto solo la foto di quello storico incontro, io e due dei miei scrittori preferiti (per non far torto anche agli altri, neh  ;))





La storia finisce qui, il ricordo terminerebbe se non fosse che un giorno di inizio novembre non ricevetti una particolare telefonata  :o :o

avevo appena postato il mio proclama di rientro dopo la lunga pausa estiva, sapevo che qualche disperato lo avrebbe letto e non capito  ;D, ma mai mi aspettavo di rispondere ad un telefonata nientepopodimeno che di..........


Aspes  :o (??)  ;D


sarebbe passato a giorni qui nel nord-ovest e mi chiedeva se potevamo incontrarci  (abbraccio)

decidemmo di vederci in un posto di Torino un pò particolare, dove si può mangiare bene a prezzi contenuti e nello stesso momento essere testimoni della trasformazione di un ex-fabbrica in un ambiente molto pittoresco....

.... e poi con il Lingotto a due passi  ;)


E' stato un bell'incontro piacevole, forse così veloce (durante la mia pausa pranzo) che mi dispiace non possa averlo visto anche Paola  (nonso) , ma è stata una sorpresa davvero inaspettata  (ole)


A voi bicilindrici lettori ed a me sognatore incallito, dedico queste due immagini di due incontri tra il  (blabla) Watson e il numero 3 del f.o.r.u.m.  (muoio)

Roma 2007

Torino 2009

Antonio  (felice)


W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri -
« Risposta #4 il: 27 Novembre 2009, 17:52:24 pm »
Eh si, proprio io e Toni con Eataly sullo sfondo.
Per dirla tutta, ho cercato di convincere Watson a
fare a piedi la rampa circolare chesale sul tetto
del Lingotto, in un disperato Amarcord in cerca
di vecchir 500, 600 ed 850, ma non ne ha voluto
sapere......e cosi' ci siamo accontentati del vecchi
edificio della Carpano....
E' stato comunque bello...
Alla prossima Toni ....
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #5 il: 21 Dicembre 2009, 10:35:52 am »
Rispondo con un pò di ritardo....

... ma sono i tempi moderni che spingono a fare tutto di corsa e a dimenticarsi degli amici.


(oppure è il cambio di attività che non permette più le lunghe pause del passato  ;D)


Mi ha fatto piacere incontrarti a pranzo quel giorno per di più in un luogo come l'ex-fabbrica Carpano dove si producevano i famosi vermuth, tra cui il noto Punt e Mes

[size=08pt]foto tratta dal sito www.comune.torino.it[/size]

L'impossibilità di accompagnarti verso il noto Lingotto, mi è poi dispiaciuta (ma questo te ne rendi conto dopo....  >:(), ma vedo che la tua ricerca verso i luoghi della Torino dell'infanzia ha generato dei bei topic qui in Amarcord  (appl)


Alla prossima Toni ....


Spero vivamente ad un prossimo incontro, nell'attesa ti dedico una serie di foto storico del tuo caro Lingotto  (abbraccio)

 (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri -
« Risposta #6 il: 21 Dicembre 2009, 13:31:07 pm »
Ri-grazie Toni .... dai che a Gennaio possiamo fare il Bis ...

Alla fine mi sono fatto l'idea che quella rampa che sale verso il tetto del Lingotto altro non sia che una
sorta di "Stargate", cioe' un  vero e prorpio portale verso altri mondi, che nel mio caso sono il passato.

Si, perche' questa mia ricerca e riscoperta di Torino e' nata tutta da li'.
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - LINGOTTO
« Risposta #7 il: 22 Dicembre 2009, 11:53:17 am »
Come promesso ti allego una serie di foto storiche del Lingotto o meglio dell'edificio ex-industriale che ha caratterizzato la vita di un quartiere sia quando era una fabbrica, che ora che è un centro multifunzionale.

Lingotto


La FIAT naque nel lontano 1899 e il suo primo stabilimento si trovava nella sede di corso Dante.

Con l'inizio del primo conflitto mondiale la produzione aumentò ed in contemporanea si rese necessario pensare ad un ampliamento dello stabilimento, venne così individuata un'area poco distante situata nella periferia sud della città.

Iniziato nel 1917, lo stabilimento del lingotto venne inaugurato nel 1923 alla presenza del Re, (le rampe invece vennero aggiunte solo nel 1926), il modello copiava quello della Ford ed era caratterizzato da uno sviluppo organizzativo verticale.

Nei suoi 5 piani si compiva tutto il flusso produttivo, i pezzi entravano al piano terreno e salendo l'auto veniva assemblata per poi essere collaudata nella pista posta sopra il tetto...

... però questo sistema presentava dei limiti (il passaggio tra un piano e l'altro, l'illuminazione dei locali e la presenza di troppi pilastri) che furono evidenti nei successivi anni '30, limiti che si risolvero con la costruzione del nuovo stabilimento di Mirafiori, in cui lo sviluppo produttivo tornava ad essere orizzontale.

Lo scoppio del secondo conflitto mondiale invece fu l'occasione di un ripensamento dell'utilizzo dello stabilimento (che era destinato a cessare l'attività con l'entrata in funzione di Mirafiori), questo permise la sopravvivenza delle attività lavorative fino agli inizi degli anni '80, quando la produzione al suo interno cesso definitivamente.

Nel 1982 il Lingotto rinaque per una seconda volta, grazie ad un concorso internazionale su come riutilizzarlo, esso venne trasformato lentamente in un polo multifunzione con spazi espositivi, centro congressi, galleria commerciale, galleria d'arte, università ed albergo.


Alcuni dati tecnici

Lunghezza 507.30 metri
Larghezza 80.50 metri
Composto da due corpi longitudinali alti 27 metri con 5 piani uniti da 5 traverse
Pilastri al piano terreno 1135
Pilastri complessivi 6155
Vetrate 1936, larghe 5.40 metri per 3.20 metri

(N.B.) la struttura essendo basata su un modulo di circa sei metri per sei, in teoria avrebbe potuto svilupparsi all'infinito rimanendo sempre uguale a se stesso)

Nei bracci trasversali erano piazzati i montacarichi, mentre agli estremi ci sono le due rampe ecoidali

Lunghezza pista circa 1000 metri
Lunghezza dei rettilinei 443.80 metri
Larghezza pista 24 metri

L'area occupata dallo stabilimento nel 1982 era di 181.000 mq di cui 126.000 mq coperti

Il complesso era suddiviso in:
Nuove Officine, Palazzina Uffici e Centro Presse


... ed ora un pò di foto tutte tratte dal bel sito www.storiaindustria.it

CONTINUA
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - LINGOTTO
« Risposta #8 il: 22 Dicembre 2009, 12:10:22 pm »
Ed ora una breve galleria fotografica di com'era e di com'è il Lingotto.

Non sono foto mie per il semplice motivo che sono un pò più giovane della struttura (muoio)...

... e poi perchè non sono capace di farne  >:(


(ed anche perchè non ne ho trovate di personali,  (muro) acc. alla digitale che è stata inventata troppo tardi)



Iniziamo dalla visone dall'alto dello stabilimento nel 1927



noterete la presenza della campagna intorno allo stabilimento, inisieme ad uno sparuto gruppo di case ed al vicinissimo scalo merci del Lingotto...

... viceversa in questa foto del 1967, la situazione cambia radicalmente  :o




Ora passiamo ad una visione cara per Aspes, non proprio la visione della vita all'interno dello stabilimento, ma degli strumenti che lo rendevano operativo....

Le linee di montaggio del 1926





i suoi macchinari ....



... e le sue macchine





Ma come facevano a passare da un piano all'altro (??) ...

... ma con una rampa, semplice no  ;D



qui quando era in costruzione nel 1925



e qui nella sua interezza e bellezza  (dance)



ed infine una visione della pista sopraelevata

in costruzione 1928



con l'approvazione del potere temporale  (muoio) ....



... e nel 1982 anno della chiusura temporanea



CONTINUA
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - LINGOTTO
« Risposta #9 il: 22 Dicembre 2009, 12:31:08 pm »
Nel 194e e successivamente nel1944 lo stabilimento subì diversi devastanti bombardamenti....



... che però non decretarono la sua fine  ;)




Ma che venne posticipata solo di 40 anni....

.... siamo giunti al termine dell'attività produttiva, al suo coma temporaneo, quando ancora non si sapeva che fine avrebbe fatto e in che cosa si sarebbe trasformato....


I primi arbusti cresciuti liberamente...



... i suoi silenziosi cortili...




.. le sue viscere in putrefazione (piango)





Molti stabilimenti hanno poi continuato a degradare lentamente nel tessuto cittadino, molti se ne sono andati senza più rivedere una luce.... una nuova alba

ma per nostra fortuna, il Lingotto nel 1982 ebbe una seconda occasione  (ura)


Vista della facciata nel 1982



ed ai nostri giorni




una bella visione nottura del 1927



ed una di oggi



con le sue budella tutte a posto  (muoio)




(vecchio) termino questa breve carrellata che vi ricordo è in visone nel sito www.storiaindustria.it con l'immagine che più caratterizza un epoca fatta da gente che voleva creare qualcosa, che voleva migliorare la società e che contribuì a rendere grande questa nostra piccola nazione più simile ad una gruviera od un bel puzzle (opinione potenzialmente discutibile e criticabile)...


... con la foto della sua vettura più rappresentativa, la 2CV italiana deglia anni '30

La tanto ricercata 500 nei ricordi e visioni di Aspes  (abbraccio)




FINE  (felice)

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri -
« Risposta #10 il: 22 Dicembre 2009, 13:30:42 pm »
Grazie Toni ....

davvero delle fotografie stupende ...

Quelle che piu' piacciono di piu' sono quelle dell'abbandono, quelle del 1982.

Avrei voluto girare per quei luoghi a quell'epoca. Girare per quei cortili silenziosi ed abbandonati, pieni di
erbacce, in quella fase in cui si stanno degradando ma che ancora possono essere recuperati.

L'ho fatto spesso, magari in case vecchie, in cascine abbandonate, in capannoni polverosi una volta produttivi.

E' li' che "sento", ed e' li' che tante cose mi ritornano in mente.

Tra Biandrate e San Nazzaro Sesia c'e' una piccola Fabbrica, ormai dismessa da piu' di 20 anni.

Ci lavoravano alcuni miei amici, ed anche la Titta.

E' li che prossimamente andro', in quel piccolo "Lingotto" nostrano.

Chissa' quante cose ha ancora dentro di se, quante storie, quanti sussurri, quante voci.

Prima che svaniscano ....
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri -
« Risposta #11 il: 22 Dicembre 2009, 14:45:21 pm »
Ti confido che uno dei miei desideri è proprio la riscoperta di strutture abbandonate in cui un tempo c'era una qualche forma di vita pensante...

si chiama archeologia industriale, ma la si potrebbe espandere a qualunque costruzione fatiscente in cui l'uomo ha ormai smesso di viverci.


Entrare dentro e pensare a cosa c'era, alla vita che ci scorreva dentro è qualcosa di particolare...

... e questo anche per quei luoghi dove più che la vita c'è passata la morte.



Ma queste sono passioni che oggi non mi sento più di affrontare, oggi un edificio abbandonato equivale ad un ricovero di sbandati o solo di disperati....

.... oggi inoltrarsi in una vecchia fabbricca abbandonata vuol dire cacciarsi in possibili guai (paura)

specialmente se ci entri con una ragazza (vecchio) e non pensate a quelle cose, neh (sex)  ;D



Mi rimangano solo le vecchie fortificazioni sperdute sulle montagne e quando si è fortunati le vecchie fabbriche salvate dall'abbandono e trasformate in musei....


... sapessi raccontare anch'io come sai fare tu, avrei magari tentato di ricostruire queste mie avventure all'interno di vecchi scrigni ormai arrugginiti e perduti in un'epoca dove tutto consuma e distrugge  >:(



Ti regalo un'altra visione di un fantasma, questa volta meno giovane rispetto a quello di prima (invece di 22 anni solo 13 anni addietro  ;D), ma specchio di qualcosa che non esiste più, che non tornerà più e che non deve prendere piede nei miei, vostri pensieri.


(vecchio) godiamoci il presente, perchè il passato se ne è andato ed il futuro non esiste... ancora.


Le vecchie O.G.R.

fantasmi tra i binari
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #12 il: 06 Dicembre 2010, 14:10:02 pm »
Attenzione: non è stato postato in questo topic per almeno 120 giorni.
Nonostante tu sia sicuro di voler rispondere, prendi in considerazione l'idea di aprire un nuovo topic.


Ultimamente non riesco più a scrivere come un tempo

non riesco più a leggere, a riflettere, a gioire ed incavolarmi come un tempo



ultimamente sento molto più il peso degli anni anche se sono relativamente giovane

mi preoccupo per molto poco, mi spavento per nulla, mi creo paranoie su problemi superabilissimi.....

.... forse è il tempo che scorre, forse sono le basi su cui poggia la mia sicurezza che iniziano a sbriciolarsi


forse è solo il DESTINO



Ed è il destino o la casualità che mi ha fatto gioire anche solo per un paio d'ore l'altra giorno....



... ma torniamo indietro di un mesetto e raccontiamo tutto con calma e precisione:


(post) un collega di lavoro viene spostato di mansione e l'onere di terminare la sua attività vine girata al sottoscritto, poco male penso, se non fosse che scopro che per ultimare il lavoro bisogna andare a prendere dei fogli di mappa mancanti  (sorpreso)

 (sorpreso) aiuto, ed ora chi ci va, mica io  (?)


Ho iniziato a preoccuparmi, ma come un sedentario come me deve prendersi la briga di muoversi per recuperare un paio di fogli in giro per il Piemonte  (sorpreso) NOOOO


(vecchio) confesso che la faccenda mi ha preoccupato per un paio di giorni (anche due paia) ma alla fine mi sono detto "dai Toni c'è la puoi fare, in fin dei conti non è nulla, neh"


e così ho sbrigato tutta la parte burocratica (che non stò a raccontare) e mi sono preparato per il fatidico giorno....

... giorno che si è presentato nella solare e luminosa giornata del 24 novembre scorso, prendo l'auto dell'azienda e parto per diverse destinazioni tutte sparse per il nord Piemonte

 (guid) una di queste è Novara che raggiungo in tarda mattinata, terminata l'incombenza riprogrammo il navigatore per dirigermi verso la prossima destinazione, ma visto che entrando in città avevo scorto un cartello stradale con un nome famigliare, decido di prendermi una piccola deviazione, una deviazione molto particolare


Biandrate


Roger Hodgson - Take The Long Way Home (From "Take The Long Way Home" DVD)

Per uscire dalla città quasi mi perdo, ma il navigatore fa il suo dovere egregiamente, poi una volta imboccata la strada per Biandrate smetto di preoccuparmi ed inizio ad assaporare il fascino indiscutibile che emana per chi come me ha letto e riletto (ma ha pure dimenticato (police)) molti dei racconti del nostro caro Aspes


Guido tranquillo e lentamente, immagino di essere su quella giallina anche se in realtà ho sotto mano una banale fiat, ma con poco sforze e con tanta fantasia inizio a percorrere una lunga strada rettilinea seguendo il dolce cullare della bicilindrica, vedo la campagna priva dei suoi capannoni industriali e le poche auto che all'epoca dovettero percorrerla

ed immagino che al fondo della strada ci sia la Titta, dietro a quel bancone, pronta a regalarmi un sorriso, un sorriso tutto per me


e mentre percorro questa lunga strada verso casa mi viene in mente che potrei condividere questo mia fugace ricordo rubato con l'autore di queste piccole perle di vita e preso il cellulare cerco il suo nome ed inoltro la chiamata......

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #13 il: 06 Dicembre 2010, 14:27:35 pm »
il telefono suona, penso magari è impegnato e lo stò disturbando, ma quasi subito Aspes risponde....

"ciao sono Watson" si ricorderà di me, ma certo come si fa a dimenticare anni di post e di casini vari, neh

per farla breve gli comunico che sono nella sua Biandrate e che stò percorrendo la sua strada, la strada della Giallina, e lo sento stupito, silenzioso, avrà pensdato questo mi prende in giro, ma io confermo sono a pochi chilometri dall'arrivo, me lo dice il navigatore....

.... e lui allora mi naviga, mi porta indietro nel tempo, mi racconta di com'era quella strada, della sua ridotta larghezza, della mancanza dei guard raill, delle persone che in un momento di distrazione finirono a lato nella campagna novaresa, dentro ai fossi....


.... giungo così in breve tempo (ma scommetto che la Giallina lo stesso tragitto l'avrebbe fatto ancor più velocemente) alla fine della strada dentro il piccolo paese, alla soglia dell'incorcio




e qui svolto verso l'autostrada, in fondo a destra ed immagino che da qualche parte dentro a quelle case viva ancora quel famoso bar dei tempi della Giallina, immagino di sedermi ed ordinare qualunque cosa, solo per il piacere di ricevere un sorriso dalla Titta.....

ma dalla mia, quella dei miei sogni, dalla mia ragazzina dai capelli rossi, da quanto ho sempre sognato, da dei ricordi rubati, da tutto quello che è dentro di me e che ormai non esce più.....



Dura poco l'attimo (altrimenti che attimo sarebbe) ma scopro con piacere che Aspes si trova poco lontano o meglio si trova dove io devo recarmi, è sulla strada, una lunga strada verso casa, ed il gioco è scontato, ci diamo un appuntamento, come vecchi amanti, in un luogo che mi vergogno pronunciare....

.... ma che riconoscerete a breve, il tempo di ricordare.
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #14 il: 06 Dicembre 2010, 15:03:24 pm »
Huston abbiamo un problema

Non sembra, ma senza navigatore sei un'automobilista finito....

... ed il mio ha le batterie che stanno per partire, memorizzo le indicazioni dell'Aspes ma non so se lui o se io digito il nome sbagliato

(vecchio) (certamente sono io quello che imposta la località errata, mi sembra ovvio che non è stato Aspes, neh


e così mi ritrovo in Lombardia, nella tana del nemico, che giro per rotonde alla ricerca di un meta nascosta alla mia vista, ma anche questa volta è lui a tirarmi fuori dai casini, e compreso che sono uscito al casello successivo, faccio che invertire la marcia e mi diro all'appuntamento verso l'imbarazzante sito  (non sempre c'è un eataly ad accoglierti (mang))



L'incontro è semplificato dal fatto che il parcheggio è piccolino ed immediatamente lo vedo fuori dal locale che mi aspetta (confesserà in seguito che sperava di vedere una Charleston, ma se l'avvessi usata a quat'ora sarei ancora per strada, gli rispondo, neh)

è piacevole pranzare con lui, io imbranato non so neppure cosa ordinare, ma con qualche casino e con molto umorismo ci si ritrova a pranzare e chiacchierare quasi fossimo vecchi compagni di classe che ricordano i bei tempi passati....

.... ed il tempo è la variabile che nessuno può non sottovalutare, tanto che tocca alla paola tramite chiamata cellularistica, interrompere il bel momento e riportarci alle incombenze della vita


(chissà cosa avrà pensato Paola dopo aver mandato un paio di messaggi e più telefonate a vuoto, chissà )


ma tutto termina, tutto deve finire anche se ci siamo ripromessi che da qui ad un anno ci si ribecca, perchè questi pranzi forumistici con pochi e calibrati bicilindrici iniziano a piacermi (l'altro vi ricordo è stato con tipasch, neh  ;D), è un pò come quei raduni con poche auto e con molto tempo per parlare e scambiarsi idee e ricordi....


... e poi lo confesso non so cosa scrivere, non so come concludere questo mio breve incontro, magari metto la foto così capite in che postaccio ho dovuto pranzare in ricordo dei vecchi amici forumistici  (abbraccio)




quello a sinistra nella foto sono io, neh  ;D

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Incontri -
« Risposta #15 il: 06 Dicembre 2010, 15:20:34 pm »
Simpatico il racconto e audace il finale  (stupid) si, in effetti avremmo preferito che la foto comprendesse anche una "ragazzina" dai capelli rossi  ;D
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri -
« Risposta #16 il: 06 Dicembre 2010, 15:57:12 pm »
Simpatico il racconto e audace il finale  (stupid) si, in effetti avremmo preferito che la foto comprendesse anche una "ragazzina" dai capelli rossi  ;D

c'è, la ragazzina c'è fidati..... solo che non la posso documentare, forse quando Aspes si farà vivo sarà lui a visualizzarla, meh  ;)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline lucajack2cv

  • Moderatore
  • Colonna
  • ****
  • Post: 5931
  • New Morning
Re: Incontri -
« Risposta #17 il: 06 Dicembre 2010, 16:03:34 pm »
Bell'incontro mr. W, hai fatto bene a chiamare il nostro Aspes, hai osato e sei stato premiato dalla manifestazione dello spirito del forum (felice)

(Pazienza per il pranzo di Emme.. segno dei tempi, non è più così facile trovare fascinose bariste dai capelli rossi che ti confezionano un nostrano panino di acciughe al bagnetto verde (superok) )

 (felice) Lj

PS quel sito della storia dell'industria nel Nordovest è super, zeppo di immagini e documenti interessantissimi, compresa la fabbrica di bambole della si.ga Lenci con Josephine Baker in visita (muoio) fenomenale anche questa lettera intimidatoria della fiat alle famiglie dei "votanti fiom" del 1955 (stupid) nulla di nuovo sotto il vecchio sole nero..


Oui nous sommes les barbariens de la route..
  Flying home to you..

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Incontri -
« Risposta #18 il: 06 Dicembre 2010, 16:15:27 pm »
Simpatico il racconto e audace il finale  (stupid) si, in effetti avremmo preferito che la foto comprendesse anche una "ragazzina" dai capelli rossi  ;D

c'è, la ragazzina c'è fidati..... solo che non la posso documentare, forse quando Aspes si farà vivo sarà lui a visualizzarla, meh  ;)
provo ad indovinare....


 (muoio) (muoio) (muoio) (muoio)
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #19 il: 06 Dicembre 2010, 16:16:34 pm »
Bell'incontro mr. W, hai fatto bene a chiamare il nostro Aspes, hai osato e sei stato premiato dalla manifestazione dello spirito del forum (felice)

fortuna.... solo fortuna che lui fosse in zona e che io (tipico maschio itallico sedentarius) non fossi seduto sull mia sedio nel mio tiepido ufficio, ma a zonzo per il Piemonte

 (spett) a proposito, se ne ho coraggio posterò una foto che m'inchioderà alle mie responsabilità di cattivo forumista (capirete, capirete...)



Oppure preferisco credere che era il momento giusto per cui Watson e Aspes si ritrovassero dopo un lungo movimentato anno  (abbraccio)






P.S. per pata2cv..... come al solito vedo solo un riquadro bianco, se mi descrivi il soggetto (??)  (nonso)

« Ultima modifica: 06 Dicembre 2010, 16:18:26 pm da Watson »
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - considerazioni e cavolate varie senza un fine specifico
« Risposta #20 il: 06 Dicembre 2010, 16:38:55 pm »
Perchè questo racconto?

perchè questo topic?


A volte mi domando perchè questo forum? ... quando ho iniziato a conoscerlo è stato come scopriere qualcosa che non conoscevo di me, un pò come quando comprendi che al mondo non siamo soli, ma c'è qualcuno che condivide con te paure, tensioni, desideri, sogni e ... ricordi.


E sono i ricordi che legano fra loro fatti, persone, luoghi... che uniscono e che separono, che ti fanno capire che non sei un automa ma una persona in carne ed ossa con sentimenti, desideri, sogni e ricordi.

Qui uno tra i più bravi a mettere per iscritto i suoi ricordi è stato Aspes, ma sento in lui un certo abbandono, diciamo una pausa di riflessione, in attesa che qualcosa si risvegli, che qualcuno lo sproni a riattivarsi, un po' come succede nella guerra dei mondi, dove dei mega robot extraterrrestri sono riportati in vita tramite messaggi radio provenienti dall'infinito più misterioso.....


... paroloni, troppe parole, troppo fumo, e non so cos'altro.


Quanto descritto è la trasposizione rivista e censurata di un incontro casuale che lo scorso mese ebbi con Aspes, un tempo ci avrei scritto su un sacco di cose, ora mi limito a resuscitare queste strampalate parole pescate in fondo al sacco (ormai vuoto) dei miei ricordi.





Un giorno ebbi la visita di un "angelo" (angel) esso venne in uno di quei periodi che ciclicamente mi prendono quando non sai più dove collocarti....

... quest'angelo si presento da me utilizzando i mezzi tecnologici che il nostro tempo ci ha dotati, e iniziò a seguirmi....

... all'inizio confesso pensavo fosse uno di voi, non ho ben capito chi fosse, ma alla fine capii che non era nessuno in particolare era solo un angelo


Confesso che non so come siano fatti gli angeli, ma il mio aveva sicuramente un tallone d'Achille, perchè anche lui aveva bisogno del mio aiuto....

.... sono grato al mio angelo anche se tutto è finito e quel passato è ormai tramontato, ma mi piace ricordare che tutti noi abbiamo bisogno della presenza di un angelo o meglio della presenza di alcune figure che posso essere anche dei perfetti estranei, ma che con il loro modo di porsi possano aiutarti a superare i tuoi limiti.


Spero che quest'angelo non si offenda, ma sento la necessità impellente di lasciare su questo forum un suo messaggio (l'admin può tranquillamente bannarmi, stò per infrangere il punto 2 del nostro regolamento)


la verita e che io cerco di convincerti a tornare non per te, ma per me e per tutti quelli come me che credimi sono in tanti


Genesis - Watcher of the Skies

lo so... è incredibile, ma io ero uno di loro un tempo
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Incontri - considerazioni e cavolate varie senza un fine specifico
« Risposta #21 il: 07 Dicembre 2010, 12:42:00 pm »



la verita e che io cerco di convincerti a tornare non per te, ma per me e per tutti quelli come me che credimi sono in tanti
io sono uno dei tanti che leggeva Aspes, ma non posso negare che il forum è cambiato rispetto il forum dei tuoi ricordi  Watson, forse il conoscersi di persona ha vanificato quell'atmosfera di allora forse non siamo così simili tra forumisti, forse è aumentata l'intolleranza e si trascende rapidamente nelle discussioni con abbandoni vari...
Il mio modesto parere è che trovo difficile che le cose tornino come prima e per due principali motivi, uno, che "la vecchia guardia" si è scazzata ed ormai è troppo tardi per tornare indietro e chi potrebbe o vorrebbe ancora farlo (argomentando bene e seriamente come i bei tempi) non ha più riscontro/i e si affievolisce l'intenzione ....da li scaturisce lo scazzamento forse anche di Aspes come di altri,
due, (possibilissimo) che il forum è saturo e i forumisti svuotati  ;D
« Ultima modifica: 07 Dicembre 2010, 12:43:42 pm da pata2cv »
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - considerazioni e cavolate varie senza un fine specifico
« Risposta #22 il: 07 Dicembre 2010, 14:12:25 pm »

forse il conoscersi di persona ha vanificato quell'atmosfera di allora forse non siamo così simili tra forumisti

io lo vedo come un bene l'averci conosciuto, credo che uno dei limiti di un forum è appunto il fatto che all'inizio scrivi senza ben conoscere chi ti stà di fronte e tendi ad esagerare, viceversa (almeno per me) conoscere i forumisti vuol significare dare un viso, dare un carattere al tuo interlocutore e a meno che non ti stia sul c**o anche dal vivo, forse il dialogo sul forum ne guadagna (credo che le litigiosità dovrebbero diminuire)

in ogni caso è la diversità ad arrichire un forum e la vita stessa, se fossimo tutti uguali e la pensassimo tutti nello stesso modo saremo molto più simili a delle macchine, basta solo che questa diversità non prevarichi sulle piccole libertà di ognuno (NO violenza, NO offese, NO esclusioni mirate, NO clan)


Citazione
due, (possibilissimo) che il forum è saturo e i forumisti svuotati  ;D


Il forum non è saturo, mancano i forumisti, manca la nuova generazione che porti aria nuova e che lo veda non solo come un luogo in cui chiedere e ricevere risposte tecniche, ma anche un luogo dove disegnare la proria vita



e mancano i fondatori del forum.... tutti spariti, forse si saranno esauriti o avranno scelto altre strade, ma la loro assenza si sente e pesa moltissimo e uno di questi è proprio Aspes che con i suoi racconti di vita vissuta ha reso a colori questo nostro forum di bicilindrici (insieme ad altri grandi raccontatori di storie vissute)


Toquinho - Acquarello (Italiano)

noi che abbiamo un po' paura
ma la paura passera'
siamo tutti in ballo,
siamo sul piu' bello
in un acquarello che scolorira',
che scolorira'.
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Incontri -
« Risposta #23 il: 07 Dicembre 2010, 15:16:45 pm »
ma forse la realtà è più semplice e se vogliamo banalmente prevedibile...
trasmigrazione di massa sul popolare social network ;D
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri -
« Risposta #24 il: 07 Dicembre 2010, 16:33:20 pm »
ma forse la realtà è più semplice e se vogliamo banalmente prevedibile...
trasmigrazione di massa sul popolare social network ;D


anche per le vecchie leve  (?)

capisco i giovani bicilindrici, loro sono nati con quell'altra cosa che non ricordo neppure come si chiama..... brrrrr, ma i vecchi dove sono, quelli della lista per intenderci  (?)


(vecchio) non vorrei finire come Giuseppe e rimanere l'unico attaccato a questa forma di divulgazione delle idee....  e dei sogni (nonso)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri -
« Risposta #25 il: 07 Dicembre 2010, 19:40:49 pm »
Voices, voices, voices, he heard voices ...

Io lo so chi diceva questa frase, chi la cantava, che album era, che anni erano ...

Chissa' chi di voi riuscira' a darmi la risposta esatta, chissa' chi di voi avra' voglia di rituffarsi in qegli anni, in quel periodo.

Forse io ora ho sentito queste voci, e forse ora e' tempo di riscrivere, e' di nuovo tempo di ricordi.

Ho una trentina do racconti che mi aspettano, e devo solo trovare il tempo per sciverli, o la voglia .. !!

Ora che ci penso questo forum e' sempre stato qui, ad aspettarmi, ad aspettarci.

E' uno degli strumenti piu' belli che esista, quindi riscopriamolo, riviviamolo ...

Forse senza saperlo, il nostro piccolo grande Toni ci ha insegnato la via, come Peter Frampton,
in " Show me the way " .. !!

Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #26 il: 07 Dicembre 2010, 20:52:25 pm »


(chissà cosa avrà pensato Paola dopo aver mandato un paio di messaggi e più telefonate a vuoto, chissà )




Ma in realta' il nostro Toni non e' venuto solo .... ed il fatto che non abbia risposto ai messaggi della povera Paola ne e' la prova .... appena arrivato mi ha scongiurato di non fare fotografie, ma io non ho resistito .. eccola :



Adesso il dilemma e' : ma chi era questa moretta ?

Forse una collega, forse una Duecavallista misteriosa ?

Forse la nuova Woodstock ?

Qualcuno di Voi che conosce bene Toni-Watson ci puo aiutare ?

Coraggio, diamo un nome a questo volto ...
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline Aspes

  • Moderator
  • Colonna
  • *****
  • Post: 4022
  • Una volta sfioravo la Giallina
Re: Incontri - considerazioni e cavolate varie senza un fine specifico
« Risposta #27 il: 07 Dicembre 2010, 21:18:30 pm »
Perchè questo racconto?

perchè questo topic?


A volte mi domando perchè questo forum? ... quando ho iniziato a conoscerlo è stato come scopriere qualcosa che non conoscevo di me, un pò come quando comprendi che al mondo non siamo soli, ma c'è qualcuno che condivide con te paure, tensioni, desideri, sogni e ... ricordi.


E sono i ricordi che legano fra loro fatti, persone, luoghi... che uniscono e che separono, che ti fanno capire che non sei un automa ma una persona in carne ed ossa con sentimenti, desideri, sogni e ricordi.

Qui uno tra i più bravi a mettere per iscritto i suoi ricordi è stato Aspes, ma sento in lui un certo abbandono, diciamo una pausa di riflessione, in attesa che qualcosa si risvegli, che qualcuno lo sproni a riattivarsi, un po' come succede nella guerra dei mondi, dove dei mega robot extraterrrestri sono riportati in vita tramite messaggi radio provenienti dall'infinito più misterioso.....


... paroloni, troppe parole, troppo fumo, e non so cos'altro.


Quanto descritto è la trasposizione rivista e censurata di un incontro casuale che lo scorso mese ebbi con Aspes, un tempo ci avrei scritto su un sacco di cose, ora mi limito a resuscitare queste strampalate parole pescate in fondo al sacco (ormai vuoto) dei miei ricordi.





Un giorno ebbi la visita di un "angelo" (angel) esso venne in uno di quei periodi che ciclicamente mi prendono quando non sai più dove collocarti....

... quest'angelo si presento da me utilizzando i mezzi tecnologici che il nostro tempo ci ha dotati, e iniziò a seguirmi....

... all'inizio confesso pensavo fosse uno di voi, non ho ben capito chi fosse, ma alla fine capii che non era nessuno in particolare era solo un angelo


Confesso che non so come siano fatti gli angeli, ma il mio aveva sicuramente un tallone d'Achille, perchè anche lui aveva bisogno del mio aiuto....

.... sono grato al mio angelo anche se tutto è finito e quel passato è ormai tramontato, ma mi piace ricordare che tutti noi abbiamo bisogno della presenza di un angelo o meglio della presenza di alcune figure che posso essere anche dei perfetti estranei, ma che con il loro modo di porsi possano aiutarti a superare i tuoi limiti.


Spero che quest'angelo non si offenda, ma sento la necessità impellente di lasciare su questo forum un suo messaggio (l'admin può tranquillamente bannarmi, stò per infrangere il punto 2 del nostro regolamento)


la verita e che io cerco di convincerti a tornare non per te, ma per me e per tutti quelli come me che credimi sono in tanti


Genesis - Watcher of the Skies

lo so... è incredibile, ma io ero uno di loro un tempo


Sono davvero convinto che ciascuno di noi abbia sempre un angelo al suo fianco ...

Forse e' presente nelle persone piu insospettabili a noi vicine, e ci aiuta, ci segue, ci guida nel momenti difficile.

Ma credo anche che un po' ce lo dobbiamo "meritare" .. !!

E sicuramente Toni'-Watson, quest'angelo misterioso che tu citi te lo sei meritato, altrimenti non sarebbe venuto, non si sarebbe manifestato.

E visto che mi citi una Band davvero "Angelica", una delle loro canzoni mi ha accompaganto per tanto tempo, piu' di " Watcher of the skies " ..

Mi accompagnato nei momenti bui, colonna sonora di giornate tristi che non portavano a nulla, testimone di amori mai scordati, di emozioni sopite, di dolori mai passati.

Forse c'era un Angelo in quella canzone, un Angelo che mi ha aiutato, e che ancora oggi mi segue :

" Visions of Angels "

Genesis Visions Of Angels
Siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nelle testa,
e il cuore di simboli pieno.

Offline pata2cv

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2652
  • E' la dose che fa il veleno
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #28 il: 07 Dicembre 2010, 21:33:02 pm »


(chissà cosa avrà pensato Paola dopo aver mandato un paio di messaggi e più telefonate a vuoto, chissà )




Ma in realta' il nostro Toni non e' venuto solo .... ed il fatto che non abbia risposto ai messaggi della povera Paola ne e' la prova .... appena arrivato mi ha scongiurato di non fare fotografie, ma io non ho resistito .. eccola :



Adesso il dilemma e' : ma chi era questa moretta ?

Forse una collega, forse una Duecavallista misteriosa ?

Forse la nuova Woodstock ?

Qualcuno di Voi che conosce bene Toni-Watson ci puo aiutare ?

Coraggio, diamo un nome a questo volto ...
Almeno adesso abbiamo un volto   (sorpreso) pensa che a Ferrere il giorno che non venne Paola salì sulla charly (oltre il buon Gassani) una misteriosa signorina  (nonso) ma chissà chi era ...forse la stessa "duecavallista" mah ...bisogna indagare a 'sto punto  (muoio)

...il mistero si infittisce
ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22222
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Incontri - Aspes
« Risposta #29 il: 10 Dicembre 2010, 16:11:51 pm »
Adesso il dilemma e' : ma chi era questa moretta ?

Forse una collega, forse una Duecavallista misteriosa ?

Forse la nuova Woodstock ?

Qualcuno di Voi che conosce bene Toni-Watson ci puo aiutare ?

Coraggio, diamo un nome a questo volto ...


Ebbene sì maledetto Carter, mi hai scoperto anche stavolta, la bellissima moretta altri non è che:



Woodstock rimarrà sempre la solita e vecchia Woodstock (non me ne volere, ma vecchia è solo una licenza poetica)

 (disp)


Per ilnome sarà difficile scoprirlo, ma sarebbe bello che anche lei fosse una delle tante forumiste silenziose, di quelle che leggono tanto e non scrivono mai....  (nonso)

sicuramente non è lei che si nascondeva dietro la mole da "ballerina" del buon Gassani,neh  (muoio)


Ai prossimi indizi ed alle prossime risposte e mi raccomando al prossimo pranzo categoricamente tra un anno  (abbraccio)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi