2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Mehari per un film  (Letto 1303 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Passeggero...Ivan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 484
  • Viaggiare in Libertà
    • myspace.com/ivanszl
Mehari per un film
« il: 17 Aprile 2010, 21:30:27 pm »
Una produzione cinematografica sta cercando dalle parti di Napoli un Mehari, se volete maggiori dettagli o conoscete qualcuno mettetevi in contatto con Oreste di Lodi 3381806602  (post)
"Non entrerei mai a far parte di un Club disposto ad accettare uno come me come membro" AHAHAH EHEHEH

Offline ax

  • Colonna
  • ****
  • Post: 507
Re: Mehari per un film
« Risposta #1 il: 18 Aprile 2010, 23:47:13 pm »
un altra???
non è passato molto tempo da quando hanno girato "fortapashe", la storia del giovane giornalista Siani, per la quale hanno cercato prima una mehari simile alla sua (colore verde) e poi hanno addirittura ritrovato in sicilia proprio la sua!!!
recuperata e restaurata (le avevano cambiato il colore) la hanno utilizzata per il film...
mi è capitato in querl periodo di vedere con stupore un carroattrezzi che aveva a carico ben due mehari verdi!!! ...poi ho letto di questa storia e della produzione del film...

in quel tempo, avevo scritto un bel tread su di lui, su giancarlo...
non lo ho mai incrociato, ero ancora troppo giovane quando la nostra terra lo ha ucciso...
ma lo ho sempre sentito molto vicino, per di più scoprendone un boxer in comune!

il tread allora non lo ho pubblicao, oggi prendo spunto da questo per portarne una traccia...

http://www.giancarlosiani.it/

Offline Passeggero...Ivan

  • Colonna
  • ****
  • Post: 484
  • Viaggiare in Libertà
    • myspace.com/ivanszl
Re: Mehari per un film
« Risposta #2 il: 19 Aprile 2010, 18:35:12 pm »
un altra???
non è passato molto tempo da quando hanno girato "fortapashe", la storia del giovane giornalista Siani, per la quale hanno cercato prima una mehari simile alla sua (colore verde) e poi hanno addirittura ritrovato in sicilia proprio la sua!!!
recuperata e restaurata (le avevano cambiato il colore) la hanno utilizzata per il film...
mi è capitato in querl periodo di vedere con stupore un carroattrezzi che aveva a carico ben due mehari verdi!!! ...poi ho letto di questa storia e della produzione del film...

in quel tempo, avevo scritto un bel tread su di lui, su giancarlo...
non lo ho mai incrociato, ero ancora troppo giovane quando la nostra terra lo ha ucciso...
ma lo ho sempre sentito molto vicino, per di più scoprendone un boxer in comune!

il tread allora non lo ho pubblicao, oggi prendo spunto da questo per portarne una traccia...

http://www.giancarlosiani.it/


 (su) (su) (su)
"Non entrerei mai a far parte di un Club disposto ad accettare uno come me come membro" AHAHAH EHEHEH

Offline ax

  • Colonna
  • ****
  • Post: 507
Re: Mehari per un film
« Risposta #3 il: 19 Aprile 2010, 18:59:07 pm »
oggi a pranzo ho trovato un set di una produzione (televisiva? cinematografica?)  in piazza s. luigi, posillipo, con un bellissimo T2 vw...

che sia la stessa che cerca la mehari?

Offline salbifulco

  • Colonna
  • ****
  • Post: 7237
Re: Mehari per un film
« Risposta #4 il: 14 Giugno 2012, 12:14:11 pm »
Novità: Concorso Mehari
http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=202160&sez=NAPOLI

NAPOLI - La Mehari, l'auto di Giancarlo Siani, il giornalista de Il Mattino, ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985, diventerà un'installazione artistica in ricordo dell'impegno del giovane. Tutti i napoletani, potranno ricordarlo alzando appena un po' il capo. L'opera, infatti, sarà collocata «leggermente in alto» nella piazza della Legalità, in via Caldieri in prossimità dello svincolo della tangenziale.

Con questo obiettivo, è stato promosso il «Concorso Mehari», bando internazionale, aperto a cittadini e professionisti dell'Unione europea, interamente via web.

Promotori dell'iniziativa, la fondazione Polis con il supporto del comune di Napoli, della regione Campania, della provincia di Napoli e la collaborazione di numerose associazioni, tra cui Libera.

«Per me - ha detto Paolo Siani, fratello di Giancarlo e presidente di Polis - è una grande emozione. L'auto, di cui Giancarlo era orgoglioso, è oggi l'unica sopravvissuta e ora diventerà un simbolo di legalità di cui questa città ha bisogno, ma - ha aggiunto - sono convinto che oggi manchi davvero poco affinchè si compia un ulteriore scatto in avanti».

Per partecipare al concorso e proporre la propria idea artistica basterà inviare il progetto, entro il 23 agosto, al sito www.concorsomehari.it sito web realizzato dal Comune di Napoli.

Anche la votazione da parte della giuria, presieduta dal sindaco Luigi de Magistris, si svolgerà esclusivamente per via telematica. «Giancarlo - ha affermato il sindaco - è stato un giornalista morto per le sue inchieste coraggiose e per questo è un simbolo per i nostri ragazzi che hanno tanto bisogno di simboli, di punti di riferimento e la memoria di Giancarlo serve per trovare la linfa vitale».

Il sito sarà attivo da oggi, mentre gli elaborati potranno essere inviati dal 18 giugno. I risultati saranno resi noti il 23 settembre, in occasione delle manifestazioni per l'anniversario dell'assassinio del giornalista.

«Assistiamo - ha dichiarato l'assessore regionale per le autonomie locali, Pasquale Sommese - a un fiorire di iniziative per far crescere il senso di legalità e in questa direzione si sta muovendo l'azione della Regione per far conoscere a tutti i Comuni le modalità con cui poter utilizzare i beni confiscati alla criminalità».

Alla presentazione del concorso, tra gli altri, il direttore de Il Mattino Virman Cusenza, i referenti di Libera per la Campania Geppino Fiorenza e don Tonino Palmese, il presidente della municipalità Vomero-Arenella Mario Coppeto, il giornalista Sandro Ruotolo e in collegamento web il regista Marco Risi.
sdeghedè sdeghedè

paoloDòCavaj

  • Visitatore
per ricordare Giancarlo Siani : possiamo dire qualcosa anche noi come forum?
« Risposta #5 il: 14 Giugno 2012, 17:30:40 pm »
leggo nel sito:

"Premessa

Mehari. Il vocabolario parla di un mammifero della famiglia dei camelidi, il dromedario da sella africano, addestrato per la corsa e per il combattimento.
Direte è scontato partire dal significato di Mehari, il nome dell'autovettura usata da Giancarlo Siani, l'auto nella quale quella maledetta sera del 23 settembre 1985, venne ucciso dalla camorra.
Ma non possiamo negare che il significato di Mehari come specie di dromedario addestrato alla corsa e al combattimento possa risultare utile per rivisitare attraverso l'auto usata da Giancarlo il senso della sua esistenza. Egli è stato un cronista e correva per raggiungere la notizia nella sua "tana", per farla giungere in tempo utile e per far sapere le cose come stavano. Correva Giancarlo per non far occultare la verità. Correva per non perdere il tempo della vita. Correva perché la verità non può essere logorata dalla lentezza dell'omertà.
Correva perché o adesso o mai più.

Mehari, ci ricorda anche il senso del combattimento.
Combattere con gli strumenti utili per cercare e dire la verità.
Gli occhi per vedere, una penna per scrivere, ma soprattutto la retta coscienza per sentirsi responsabile del cambiamento di una società capace di partorire il mostro della camorra.

Ora desideriamo mettere in alto e in evidenza la Mehari, l'auto che Giancarlo ha utilizzato per correre, sul luogo della cronaca e di combattere a favore della giustizia attraverso la ricerca della verità.

..Anche noi vogliamo collocare il simbolo della vita e della morte di Giancarlo su una postazione alta dalla quale da questo stare "più su" è possibile comprendere la verità (che ci fa liberi) e, allo stesso tempo attendere l'alba che è finalmente la risposta alla notte nella quale ci immerge la camorra.
Da questa postazione affidiamo a Giancarlo il compito di scrutare nel cielo quanto resta della notte con la certezza che sarà lui stesso a ricordare a tutti i cittadini che attraverso la memoria e l'impegno di ciascuno, resta poco della notte, e che la luce che irrompe nel buio della disperazione finalmente trasforma tutto il mondo in un giocattolo ed è presente in tutti gli innocenti della città, in tutti gli sguardi carichi di speranza e di dignità i quali, alzando gli occhi verso la Mehari, cioè "più su", saranno rapiti dalla vita delle vittime innocenti della camorra e l'incubo della camorra svanirà.
Riprendiamo la corsa di Giancarlo interrotta dalla furia omicida della camorra, per raccontare a tutti che lungo la strada della memoria e dell'impegno, abbiamo incontrato due innamorati che consacravano finalmente il loro Amore.
Essi si chiamano Pace e Giustizia."

All'inaugurazione ci potrebbe essere una nostra "delegazione"? (??)
O anche questa proposta con il ? è ancora una ca..ta? (stupid)

Comunque grazie della notizia, Salbi  (felice)



« Ultima modifica: 14 Giugno 2012, 17:32:28 pm da paoloDòCavaj »