2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: VIAGGIARE spunti idee riflessioni vissuti occasioni sconvolgimenti by paolon2cv  (Letto 140641 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE.. il RITORNO
« Risposta #90 il: 18 Dicembre 2014, 18:42:24 pm »



     



                         


FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti idee riflessioni vissuti occasioni sconvolgimenti a NATALE
« Risposta #91 il: 20 Dicembre 2014, 10:53:32 am »


   

   ... e oggi raggiungo Camporosso in quella magica terra fra Slovenia, Austria e... Italia     (guid)

    PS Mi auguro che qualcuno di Voi vada avanti con i suoi pensieri e le sue letture: fra poco sarà il primo anno di questo 3D   (felice)


FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Pier Le Blanc

  • Colonna
  • ****
  • Post: 870
  • Via col vento
Domandona da un milione di dollari:
ma qual è, per ognuno di noi, il nostro posto tranquillo?

Per me il luogo tranquillo è uno stato d'animo. Quello che può nascere,  per esempio, dalla consapevolezza di aver fatto la cosa giusta.
"Non c'è nulla come la fretta che faccia perdere tempo"
"Non rompere le scatole a chi è felice"

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE: la mia cartolina per un Vostro "Buon 2015"
« Risposta #93 il: 31 Dicembre 2014, 10:56:58 am »


 

    (felice)
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE : "Ogni cosa è illuminata" FILM
« Risposta #94 il: 16 Gennaio 2015, 11:34:23 am »



     



     













       

                                                   

FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Ho visto il film  (su)
non ho letto il libro  (nonso)

Per quanto riguarda il tentativo di ripercorrere il passato nella speranza che ci porti un qualche aiuto nel presente.... credo che sia inutile e forse anche dannoso, meglio lasciare che i ricordi si avvolgano di quella patina che li rende mitici, che entrino nei nostri pensieri insinuando il dubbio che forse non sono mai esistiti veramente qui tempi....

... abbandoniamoli e volgiamo lo sguardo verso il futuro, sapendo che questo presto, molto presto si trasformerà anch'esso in un nostalgico ricordo.


ogni cosa è illuminata discorso finale.avi
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Pier Le Blanc

  • Colonna
  • ****
  • Post: 870
  • Via col vento
Recentemente sono stato a Praga e in Boemia in pullman. Più che altro mi ha demoralizzato il rientro nel cosiddetto Bel Paese che bello non è più. Accludo quel poco che ho scritto, a ricordo del viaggio, e 5 foto di cui 4 a tema automobilistico.


PRAGA-IVREA IN PULLMAN: FISIONOMIA DI UN PAESAGGIO

Rigorosamente on the road, che sia in auto, treno o pullman, ma anche a piedi o in bicicletta, il viaggio via terra espone la propria presenza al paesaggio rendendolo parte viva e integrante del nostro andare. Con l’aereo ci spostiamo, l’involucro bianco delle nuvole, come una nuova terra sotto le ali, e il tessuto azzurro del cielo sopra di noi, ma sulla strada viaggiamo, cogliamo l’insieme della distanza, percepiamo il mutamento dei luoghi, avvertiamo il tempo necessario a percorrerli.
Sul pullman che ritorna da Praga, passato il Brennero, l’Italia che ti viene incontro, la veduta dal finestrino è quella di un paesaggio perduto, un paesaggio che semplicemente non c’è. Non si tratta, solo di malinconia del viaggiatore, dettata dal desiderio comprensibile di prolungare le meraviglie dell’altrove, si tratta dell’impatto con la nostra realtà, con il nostro ambiente selvaggiamente oltraggiato da una cementificazione senza senso. Dalle soffici colline della Boemia, ammantate di neve, dalle città come Cesky Krumlov, raccolta sulle anse della Moldava, come in un quadro del Bruegel, alle foreste di pini, ai villaggi più piccoli dove le finestre, senza scuri, sono decorazioni luminose del Natale, dalla bellezza degli spazi incontaminati, che catturano la sguardo senza interruzione di continuità, si passa alle foreste di casa nostra: infilate di capannoni, zone industriali, spesso dismesse, tetre luci arancioni, degrado periferico senza uguali.



Questa sopra è Cesky Krumlov, perla della Boemia

E’ vero, siamo un paese più industrializzato e a densità di popolazione più alta, ma lo spettacolo non è più quello del Bel Paese. La bellezza è sparita e in Italia bisogna cercarla solo nei centri storici, facendosi largo tra periferie allucinanti e devastate, che sfilano lungo i fianchi dell’autostrada, attraverso la pianura Padana, in un unicum di brutture a cielo aperto. Brutture a cui ci siamo abituati e che ci hanno resi indifferenti, preferendo il pieno dello scempio edilizio al vuoto degli spazi naturali, alla distesa dei prati.

Una giovane gitante sul pullman, mentre si attraversava la bella terra boema, ha esclamato: “Ma dove ci portano, in mezzo ai boschi? Ma qui non c’è nulla da vedere!” ed un altro, nei pressi di Bergamo, si consolava del degrado nostrano, ricordando come Bergamo alta fosse comunque un gioiello. Già, un diamante in mezzo al letame delle periferie, così brutte come è difficile vederne nei vari paesi europei che ho visitato, se si esclude la povera Albania dove adesso, nell’abbrivio dello sviluppo, copiano da noi tutto il peggio di cui disponiamo.



Quest'auto, che non so identificare, scarrozza i turisti nel centro di Praga. Meglio naturalmente le nostre 2cv a Parigi!

Il paesaggio che non c’è, l’Italia senza orgoglio né identità, spettacolo misero delle vacanze! Da Milano a Ivrea, prendo il treno fino a Santhià e la solfa non cambia. Della poca terra, sfuggita all’assedio del cemento, che scorre fuori dal finestrino, non importa niente a nessuno. I pochi rettangoli di boscaglia presenti sono un ammasso di rovi, poi il solito grigiore dei capannoni, sequenze di orti abusivi e vecchi casali abbandonati dal tetto sfondato. Due signori inglesi, accanto a me, guardano mestamente dal finestrino e, con discrezione propriamente anglosassone, mormorano “It’s a great desolation”. Ecco, questo è il mio paese, questa l’immagine che offre di sé, il grande paese dove non c’è nemmeno un partito dei Verdi, dove il territorio è terra di saccheggio e il, tanto decantato, privato non ha saputo far altro che seminare cemento.







Ed ecco, sempre per le vie di Praga due auto che ben segnano la linea di demarcazione tra il passato comunista e il presente capitalista. Anni di storia raccontati da due auto, la popolarissima Trabant e un'esagerata Bentley usata a fini pubblicitari con tanto di bellezze a decorarne le fiancate.
 
Tornato a casa, leggo che solo in Piemonte, da anni si cementificano, ogni giorno, aree verdi di superficie pari a quelle di sei campi di calcio.
L’urbanizzazione procede con tassi di crescita superiori a quelli della popolazione ma, siccome un terreno edificabile vale fino a 50 volte di più di uno agricolo, ecco che i comuni, per fare cassa, modificano i piani regolatori. Per fermare la speculazione, ogni tanto si dichiara che ci sarà una nuova legge.
Lo dicono anche i politici che occorre arrestare il consumo del suolo, l’aveva detto anche Renzi, prima che un esercito di fiduciosi ottimisti lo votasse. Ogni tanto ti fanno vedere che, dopo 40 anni, qualche eco mostro va giù. Uno va giù e cento ne spuntano. Lega ambiente fa quello che può, e stoppare il consumo del suolo sarebbe già molto, ma liberarlo dal troppo cemento, già presente, sarebbe il mio sogno impossibile.

Erri del Luca, lo scrittore sotto processo per le sue dichiarazioni No Tav, ha detto che la Tav non si farà non perché è arrivata l’illuminazione delle coscienze, ma perché ormai tutti, italiani e francesi, si sono accorti che costa troppo. Intanto i lavori continuano perché bisogna speculare finché si può. Poi la montagna rimarrà con il suo buco nella pancia e i segni, della vana impresa, incisi indelebili nel paesaggio. In fondo c’è gente a cui del paesaggio non importa nulla, anzi manco lo vede, così come c’è gente a cui non importa nulla se si estingueranno la tigre o l’orso bianco. Verranno altre specie di animali, dicono, e tirano dritti. Questo è lo spirito dei tempi, uno spirito che stringe la gola e ci fa prigionieri di un’irreversibile decadenza. La speranza, in un angolo, attende paziente l’evoluzione umana che, a differenza di quella tecnologica, si fa sempre attendere troppo.

 (felice) :)
"Non c'è nulla come la fretta che faccia perdere tempo"
"Non rompere le scatole a chi è felice"

Offline Ludo

  • Colonna
  • ****
  • Post: 32414
  • molto spesso mi perdo e non voglio ritrovarmi
 (su) (appl)
La stupidità divora facce e nomi senza storia

Offline Andre77

  • Colonna
  • ****
  • Post: 642
  • Sortez du lot, roulez en 2CV!
Nulla da eccepire, Pier, il tuo discorso fila e non fa una piega.
 (su)
E per molti versi mi trovo anche d'accordo su ciò che hai scritto.
Permettimi però solo qualche appunto.

Ho avuto l'occasione, sia per motivi lavorativi che per svago, di recarmi varie volte in repubblica ceca.
L'imprinting austro-ungarico e mitteleuropeo è evidente, d'altronde la storia di quel Paese quella è ed i popoli sono figli della propria storia. Il senso civico, la cura ed il rispetto per la cosa pubblica sono da sempre qualità che qui più a sud latitano e da Oltralpe abbiamo solo da imparare in questo senso.

Però, al di là di una visione romantica da turista e visitatore, non è tutto oro ciò che luccica.
In repubblica ceca ho visto delle brutture non indifferenti, squallide periferie fatte di palazzoni prefabbricati i cui colori sgargianti con cui sono stati ridipinti in anni più recenti sembrano metterli ancora più in risalto.
Interi distretti industriali costruiti al tempo dell'esaltazione dell'industria pesante da folli piani quinquennali ed oggi completamente abbandonati al degrado ambientale e sociale.
La stessa Praga, secondo me una delle più belle città d'Europa in grado di rivaleggiare con Parigi, ti sconcerta quando, all'ufficio turistico in centro, ti danno la mappa della città con tutt'attorno le pubblicità dei bordelli reclamizzate da bionde fanciulle con i capezzoli coperti da delle stelline...

Insomma, ci sono dei gioielli (tu hai citato Praga e Cesky Krumlov, io aggiungo Karlstejn con il suo castello oppure Ceske Budejovice con una delle più belle piazze d'Europa) ma c'è tanto altro intorno e non sempre così bello.
Così come da noi ci sono zone rurali magari solo sfiorate dall'industrializzazione ed altre dove i disastri fatti negli ultimi 40 anni sono ben visibili.

E poi ci sono le persone che assieme formano i popoli con i loro pregi e difetti, vizi e virtù.

Noi abbiamo la fortuna di abitare in quello che senza dubbio è il Paese più bello del mondo.

A inizio mese mi sono concesso una settimana a zonzo per l'Italia centrale, Umbria, Tuscia e Toscana centro-orientale. Paesaggi magnifici, borghi medievali da cartolina, cibo ed ospitalità difficilmente riscontrabili altrove.
 (appl) (appl) (appl)

Se solo noi italiani imparassimo ad avere più senso civico e più coscienza ambientale, se riuscissimo ad essere meno attratti dal profitto fine a se stesso, se fossimo meno individualisti ed avessimo uno Stato che funzionasse, ah che Paese magnifico saremmo...!
Non solo il più bello ma anche il migliore Paese al mondo in cui vivere...

 (sorpreso)
A n d r e
VIETATO VIETARE

Chi non sa ridere non è una persona seria

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
E se l'Italia fosse abitata non dagli italiani che paese sarebbe  (?)


Io sono nato qui, le mie origini sono in questa terra, i miei ricordi albergano in questi luoghi e scommetto che se mai dovessi vivere in un altro luogo avrei nostalgia di questi mio paese, ma a forza di vedere quanta poca considerazione c'è della natura, del senso civico e del rispetto dei luoghi storici di questo paese da parte dei suoi abitanti, mi chiedo come potebbe essere se qui ci fossero altre popolazioni


Una osservazione, ma non è che quando visitiamo altri luoghi non famigliari noi li vediamo solamente con gli occhi del turista e quindi solo superficialmente, forse per giudicare bene un posto e la sua popolazione dovremmo non visitarla, ma viverci.


Bel racconto Pierangelo, belle osservazioni Andre  (abbraccio)
« Ultima modifica: 18 Gennaio 2015, 06:06:34 am da Watson »
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti riflessioni dopo la letture di MICROCOSMI di Claudio Magris
« Risposta #100 il: 19 Gennaio 2015, 17:54:28 pm »



 



 

FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
VIAGGIARE nei MICROCOSMI di Magris : Il Caffé
« Risposta #101 il: 21 Gennaio 2015, 12:35:55 pm »



     

                   

     

                     

     

FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
VIAGGIARE spunti idee riflessioni vissuti occasioni sconvolgimenti1°ANNIVERSARIO
« Risposta #102 il: 25 Gennaio 2015, 18:04:56 pm »


   .... intanto

                                Vinicio Capossela - ...E allora Mambo (videoclip)

                             

                                                                                                                  (guid)

        (felice)


FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
2° Anno di " VIAGGIARE spunti idee riflessioni vissuti occasioni sconvolgimenti
« Risposta #103 il: 26 Gennaio 2015, 10:39:21 am »

     

    (guid)                                                                                                                                   (felice)
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
2
« Risposta #104 il: 26 Gennaio 2015, 11:45:20 am »

  

      (nonso) (sorpreso);D (guid)

« Ultima modifica: 26 Gennaio 2015, 11:50:33 am da PaoloDòCavaj »
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
(vecchio) Paolo(n) non è che raddoppiando i post aumenti l'interesse al 3D, neh  :P

Hai scritto che questo thread compie un anno, auguri , poi dici che sono solo 4 paginette....


... bèh, bisognerebbe dire che sono in gran parte tue risposte al tuo post, una sorta di diario del viaggiare dove scrivi e commenti libri e dai spunti per riflessioni e per racconti sul tema del viaggi,

spunti che hanno attirato altri 13 forumisti oltre a te  (superok)



Sai che mi piaciono i grafici, ricordo che tu feci un bel collage di quante persone hanno contribuito a rendere seguitissimo il 3D "La foto del giorno..", io non sapendo come repplicare a quel tuo post, ti regalo questa istantanea delle tue 4 paginette  (abbraccio)




Si legge in questo modo:
il primo grafico indica in ordine di apparizione sul 3D degli utenti che hanno risposto al primo post, (il primo sei stato tu stesso, l'ultimo Andre77)
il valore indica il numero di risposte inserite (74 tue contro le 31 di tutti gli altri)
il secondo grafico invece indica quante risposte ci sono state nei vari mesi, considerando la prima (colore testo rosso) la tua domanda, il resto le risposte (il mese non è quello solare, ma va dal 26 al 25 di quello successivo)

sembra che solo quest'anno l'interesse si sia rialzato, neh  ;)


(police) rimangono le 76.906 visualizzazioni e qui sono daccordo è un bel traguardo, indica che il 3D interessa molto ma probabilmente solo ai visitatori, perchè in proporzione con altri che hanno più o meno lo stesso numero, le persone che postano qui sono davvero pochine  (nonso)

Dai, ancora uno sforzo (e spero che questa mia "simpatica" polemica aiuti) e supererai le 80.497 visualizzazioni del 10° 3D più visto sul forum, ma stai attento a non finire come quello molto strano del Rastrellamento del Grappa, una interessante segnalazione postata da pata2cv  il 24 settembre 2010, che ha avuto una sola risposta, ma che continua ad interessare un sacco di persone, che entrano leggono e se ne vanno, ben 131.000, alla fine mi sono incuriosito anch'io è ci ho postato, ma ti assicuro che quel 3D anche se sarà sempre letto da un sacco di visitatori, non riceverà mai altre risposte (zz), misteri del forum....


Con simpatia e senza doppi fini, un simpatico regalo ed un auguri di successo per questa tua creatura.

Il tuo fedele lettore Antonio o Watson (ma non Paola, neh  (stupid)(felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Buon Viaggio anche a Te e GRAZIE, Demis
« Risposta #107 il: 26 Gennaio 2015, 18:34:37 pm »


      Demis Roussos (Aphrodite's Child) - Rain And Tears 1987 Video Sound HQ


 e se ne va un'altra parte gioiosa della mia Giovinezza

       Grazie Demis .... della tua dolce voce Rokettara
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti riflessioni dopo la letture di MICROCOSMI : La Laguna
« Risposta #108 il: 27 Gennaio 2015, 09:57:20 am »

... forse la fortuna di un Libro, di un testo, più che l'autore, la fanno i Lettori .... ma ritorniamo ai ormai nostri MicroCOSMI :



         



         



   (felice)
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti idee riflessioni da MICROCOSMI
« Risposta #109 il: 29 Gennaio 2015, 13:19:06 pm »



     

               



                 



     


FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti idee riflessioni vissuti : Costantino Kavafis - Itaca
« Risposta #110 il: 04 Febbraio 2015, 12:55:10 pm »

                                         

             

                                       

FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: VIAGGIARE spunti idee riflessioni da KAPUSCINSKI
« Risposta #111 il: 23 Febbraio 2015, 19:51:02 pm »
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: IL VIAGGIO e gli ILLUSTRATORI - la Mostra a Verona
« Risposta #112 il: 07 Marzo 2015, 08:54:15 am »
         

(... e cosa c'è in basso a sinistra nella locandina?)

Il viaggio è il tema che contraddistingue la 7^ edizione della rassegna internazionale di illustrazione “I colori del Sacro”.

La mostra giunge al Museo africano di Verona, dal 20 febbraio al 21 marzo 2015, dopo essere stata apprezzata a Padova e a Rovigo da più di 50 mila persone.

L’evento è organizzato da Fondazione San Zeno, in collaborazione con Museo africano di Fondazione Nigrizia e con il patrocinio del Comune di Verona.
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: IL VIAGGIO e gli ILLUSTRATORI - la Mostra a Verona 2
« Risposta #113 il: 07 Marzo 2015, 09:02:21 am »


             

      (felice)
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline Paolon

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3722
  • paolon
Re: IL VIAGGIO e gli ILLUSTRATORI - la Mostra a Verona 3
« Risposta #114 il: 07 Marzo 2015, 09:17:25 am »


140 sono le opere esposte, 68 gli illustratori selezionati fra più di 300 partecipanti.

Artisti provenienti da tutto il mondo, che nei modi più originali e variegati hanno indagato ed esplorato il tema di questa edizione, “Il Viaggio” nelle sue molteplici dimensioni.

Tra le interpretazioni,
il rilancio del senso della vita,
lo scorrere del tempo,
il viaggio mentale, oppure
suggestioni bibliche come il peregrinare nel deserto o
la vicenda di Giona nella balena o ancora
gli intrecci con la cronaca,
l’emigrazione dalla terra natia,
il percorso lavorativo che porta ad incontri ed esperienze inaspettate e tanti altri.

   

FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline i love mafalda

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1360
una informazione
quest'anno dovrei andare in Normandia partendo da Milano che strada posso fare per evitare costa azzurra monte bianco  (felice)
massimo

Offline Dany

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2184
 (felice)

La Costa azzurra effettivamente direi che ti fa allungare di parecchio.... (guid)
Il Monte Bianco è la più corta, ma non ti piace.....
Se è per la galleria, scartiamo anche il tunnel del Frejus ?
Direi che ti rimangono nell'ordine: il passo del Piccolo San Bernardo, il Moncenisio e il Monginevro

A meno che tu non voglia fare il Gran San Bernardo, entrare in Svizzera, transitare da Losanna e entrare in Francia da Vallorbe, da lì Besancon, Dijon, Chartres e poi la Normandia è tua. 
Sometimes you're the windshield, sometimes you're the bug
(certe volte sei il parabrezza, certe volte sei il moscerino)
Mark Knopfler

Offline bibino59

  • Colonna
  • ****
  • Post: 548
  • ...
Nel 1979 andai a Parigi (da Napoli) con la mia prima Special freni a tamburo. (Eola)
 Per evitare la noia del Frejus scavalcai il Moncenisio: bellissimi panorami soprattutto sul versante francese (alta Savoia: boschi, montagne, ruscelli  e cascate!).
 Te lo consiglio, se non hai fretta (ma non  bisogna mai averne, in 2cv).

P.S. eravamo in quattro adulti con bagagliaio colmo, valico Moncenisio a circa 2000 metri, mai messa  la prima: tutto in seconda e terza! (guid)
« Ultima modifica: 23 Luglio 2015, 14:43:53 pm da bibino59 »
Uno che si diverte a guidare una 2cv NON PUO' essere cattivo.

La cosa più preziosa che abbiamo in assoluto è il tempo. I soldi vanno e vengono, se ce li rubano li possiamo anche rifare; il tempo va solo e non ritorna. E soprattutto nessuno di noi può' sapere quanto ne ha a disposizione.  R.G.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Credevo di trovarci il Paolo(n)  (sorpreso)

ma poi chi è che ha riaperto questo 3D..... I love Mafalda che deve andare in Normandia   MANNAGGIA (stupid)  (muoio)  (abbraccio)


Alternative ai due tunnel c'è ne sono, allunghi leggermente, ma passi vallichi alpini molto belli  (guid)


Come suggerito da Danny puoi passare dalla Svizzera, ma non c'è solo il Gran San Bernardo (2473 m) (police1) ATTENZIONE a non fare il tunnel, neh  ;D, puoi anche provare il passo del Sempione (2005 m ) che ti fa giungere nello stesso posto dell'altro colle a Martigny e poi di li costeggi il lago Lemanno e prosegui per la tua meta  (guid)

I tempi di percorrenza ed i chilometri sono praticamente uguali, probabilmente è solo il costo dell'autostrada che dal Sempione è minore.



Un0altra alternativa al Monceniso (2083 m) invece è l'altro colle valdostano, il Piccolo San Bernardo (2188), da li scendi direttamente a Chambery e poi via verso Lione o se vuoi vedere posti belli, devi per Annecy (e qui Dany ti può suggerire un sacco di cose  (su))

anche questa alternativa è simile al Moncenisio, forse un po' più lunga  (nonso)



@bibino59  Non voglio mettere in dubbio le tue parole, ma sei sicuro di ricordare bene la salita al Moncenisio.... perchè non mettere la prima io non sono proprio riuscito (specialmente il tratto di Gravere), complimenti  (appl)  (su)  (abbraccio)

 (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline i love mafalda

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1360
passando dalla svizzera devo fare la vignetta ?
grazie
massimo