2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Nazionalizzazione HY francese  (Letto 1772 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline alexbromo

  • Assiduo
  • **
  • Post: 33
Nazionalizzazione HY francese
« il: 30 Agosto 2016, 08:35:25 am »
Una domanda: quando si contratta l'acquisto di un veicolo in Francia, molto probabilmente non marciante e quindi senza possibilità di avere una revisione (mi pare che si chiami contròle techinque), è sufficiente accertarsi che abbia almeno la carte grise per poi non avere troppi problemi per la nazionalizzzione ?
Il venditore deve fare qualche pratica burocratica prima di consegnarlo ?
Tipo la "radiazione per esportazione" che si deve fare in Italia ?  :)

ALex.
E' incredibile come le nuove tecnologìe riescano a cambiare le nostre abitudini. Io ad esempio prima non bestemmiavo ...

Offline Paolone

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2186
Re: Nazionalizzazione HY francese
« Risposta #1 il: 30 Agosto 2016, 13:20:10 pm »
Il venditore scrive "venduto in data xx/xx/xxxx" sulla carte grise poi si compila un foglio in triplice copia che è l'atto di vendita francese. Una copia per il venditore, una copia per il compratore e una copia per la motorizzazione francese.
Per l'italia però bosognerebbe far autenticare il foglio presso un notaio. Conviene portare un modulo prestampato da compilare con i dati del veicolo e del venditore. Così si semplificano le cose per la burocrazia italiana
Paolone "lo smilzo" ;D
"Conoscendo la nostra meta, sarà più semplice accettare il sacrificio"
"Leggere è un atto di smisurato amore verso se stessi"

Offline alexbromo

  • Assiduo
  • **
  • Post: 33
Re: Nazionalizzazione HY francese
« Risposta #2 il: 30 Agosto 2016, 13:50:35 pm »
Il venditore scrive "venduto in data xx/xx/xxxx" sulla carte grise poi si compila un foglio in triplice copia che è l'atto di vendita francese. Una copia per il venditore, una copia per il compratore e una copia per la motorizzazione francese.
Per l'italia però bosognerebbe far autenticare il foglio presso un notaio. Conviene portare un modulo prestampato da compilare con i dati del veicolo e del venditore. Così si semplificano le cose per la burocrazia italiana
Grazie Paolone !
Che tu sappia esiste un modello standard di tale modulo, oppure lo si può scrivere liberamente semplicemente riportando i nomi del venditore e dell'acquirente, i dati del veicolo, l'importo e la data dell'acquisto ? O serve altro ...
Inoltre una volta giunti in Italia va fatta fare la traduzione giurata di tale modulo (che immagino vada scritto in francese) ?

ALex.
E' incredibile come le nuove tecnologìe riescano a cambiare le nostre abitudini. Io ad esempio prima non bestemmiavo ...

Offline Paolone

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2186
Re: Nazionalizzazione HY francese
« Risposta #3 il: 30 Agosto 2016, 14:02:01 pm »
Personalmente avevo preparato l'atto di vendita in italiano, quello in francese già c'è, te lo da il venditore. L'importo non ricordo se l'ho messo o no.
In italia, se non hai fatto autenticare in francia, mi pare che si debba andare da un notaio per certificare che tu sei tu, che sei vero e non un prodotto della nostra fantasia!  (muoio)
Purtroppo devo ancora fare le pratiche perchè i soldi sono sempre pochi.... :(
Paolone "lo smilzo" ;D
"Conoscendo la nostra meta, sarà più semplice accettare il sacrificio"
"Leggere è un atto di smisurato amore verso se stessi"

Offline alexbromo

  • Assiduo
  • **
  • Post: 33
Re: Nazionalizzazione HY francese
« Risposta #4 il: 30 Agosto 2016, 14:10:13 pm »
... che sei vero e non un prodotto della nostra fantasia !


 ;D

ALex.
E' incredibile come le nuove tecnologìe riescano a cambiare le nostre abitudini. Io ad esempio prima non bestemmiavo ...

Offline Dany

  • Colonna
  • ****
  • Post: 2151
Re: Nazionalizzazione HY francese
« Risposta #5 il: 30 Agosto 2016, 14:35:29 pm »
 (felice)

Io per la furgonetta avevo preso la Carte Grise, la mia copia del modulo francese e una scrittura privata in italiano (fatta a mano su un foglio bianco in cui "il sottoscritto bla bla bla dichiara di comprare da bla bla bla il veicolo ecc ecc" firma mia e del venditore) e ho consegnato tutto all'agenzia che ha provveduto a fare la traduzione giurata e tutta la pratica. La revisione non serve perché tanto essendo l'HY un veicolo commerciale devi passare il collaudo in Italia prima della reimmatricolazione.
Ah, ti serve la scheda tecnica di Citroen Italia.

Se hai tempo puoi fare tutto da te, ma non risparmi praticamente niente perché i traduttori abilitati dal tribunale sono pochi e si fanno pagare una fucilata. Invece le agenzie hanno probabilmente delle tariffe agevolate o degli accordi particolari con i traduttori.

Tanto per darti un'idea a me avevano chiesto 500,00 € per la sola traduzione giurata dell'atto di vendita. In agenzia ho pagato 650,00€ per traduzione, pratica di passaggio/immatricolazione e collaudo

 


Sometimes you're the windshield, sometimes you're the bug
(certe volte sei il parabrezza, certe volte sei il moscerino)
Mark Knopfler