2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: Vacanze romane  (Letto 3000 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Vacanze romane
« il: 24 Dicembre 2007, 12:30:55 pm »
Questo racconto è frutto della fantasia sfrenata di Watson  (muoio), un fondo di verità c'è..... ma proprio in fondo, in fondo (??) per il resto solo un malinconico ricordo di una vacanza speciale  (abbraccio).



Vacanze romane - l'incontro

Mi trovavo seduto sul sedile del passeggero di una Giulietta senza ricordarne il motivo

Le luci della strada correvano veloci e mi lasciavano indifferente, non era la mia città non conoscevo i luoghi non potevo sentirmi a mio agio

Il mio autista parlava, era stato un stuntmen e la sua guida era veloce e sicura , ma questa affermazione mi mise leggermente in ansia..

…  cosa ci facevo io in quella macchina in una sera di novembre?  :o


(flashback).... Tutto ebbe inizio solo 48 ore prima, stavo passeggiando con il mio cane sui marciapiedi della mia città, quando mi entrò nella mente un appuntamento…

…. giù nel nostro profondo sud, un ragazzo compiva il suo passaggio alla vita maggiore, lasciava per sempre quell’appellativo di enne minore per entrare nella sua maggior enne, ed io non dovevo mancare, non dovevo perdermi questa enne della vita.




La macchina correva veloce per strade a me sconosciute, l’autista parlava ed intanto ci si avvicinava al luogo dell’incontro

Un enorme parcheggio poco illuminato al lato di un impianto sportivo, poche auto parcheggiate in quella fredda notte di novembre, entrammo con il motore al minimo, il nostro contatto ci stava aspettando da qualche parte, eravamo tesi….. se ci avesse traditi?  :o

Due fari illuminarono la buia notte e non so da dove sbucò una moderna volvo che aspettava nell’ombra e lentamente ci affiancò da dietro, il nostro autista fece scendere manualmente il suo finestrino, l’altro era solo e venne riconosciuto… non ci aveva traditi. (angel)


(flashback).... 48 ore prima ancora non ero sicuro di partire, poi come succede alla vigilia di grandi eventi, presi la decisione giusta e misi la sveglia per il grande viaggio…

… la partenza avvenne in silenzio per non svegliare il grande Watson il cane (watson) che spia i nostri movimenti 24 ore su 24, ma noi riuscimmo a svignarcela e partimmo per l’avventura una fredda mattina di novembre.




Il nostro autista parlò con il personaggio della volvo, doveva essere uno importante in seno all’organizzazione segreta nota come f.o.r.u.m. sulle 2cv
(formazione occidentale ricerca ultimi misteri sulle 2cv)
capii in seguito che era il numero 3, lui senza neanche dire una parola ci intimò di seguirlo, il mio autista salii davanti e io e la mia silenziosa compagna di viaggio dietro

L’auto ripartì per stradine strette e ondulate lungo i fianchi di un misterioso vulcano fortunamente in stato di quiete, a volte si incrociava qualcuno, ma erano in pochi a muoversi quella sera, poi passammo nei cimiteri dei fazzolettini sperduti, sembra che la zona ne sia piena, dicono che ragazze piangono i loro amori e sprecano dozzine di fazzoletti sul lato della strada…. (piango)

Parlavano in codice e pensai che fosse la nostra ultima notte di vita


(flashback).... arrivammo la sera dopo aver percorso più di 700 km, l’albergo era stato indicato dai vertici del f.o.r.u.m. , si trovava poco oltre un grande raccordo che si porta al dito anulare, il nostro primo dovere fu di telefonare ad un certo Aspes (non so chi sia ma dicono sia il n° 3 del f.o.r.u.m.), io ci provai ma nessuno rispondeva, chiusi la telefonata e il cell squillo…

W pronto?
A Ciao Toni arrivati ora, tutto bene, ci siamo gia mossi per l’incontro di domani sera, non preoccuparti abbiamo pensato tutto noi, devi solo farti trovare davanti all’albergo, domani passa dalla fontana che riceverai istruzioni…


Ero spaventato, conosceva il mio nome, ma io non lo avevo mai visto,ne parlai con la mia compagna di viaggio e anche lei rimase di sasso, ma mi ricordò di telefonare immediatamente a bubbo, forse lui sapeva

W Ciao bubbo sono Toni, siamo arrivati…
B Ciao tutto bene, stavo per telefonarti, hai già sentito il n°3?
W Si mi ha dato appuntamento per domani sera, cosa devo fare?
B Dammi l’indirizzo dell’albergo vengo a prenderti io, rilassati sei in buone mani…. Scusa se te lo chiedo, ma soffri la macchina?
W No perché?
B  No problem, vedrai ih, ih, ih




La volvo saliva di quota, superammo le nuvole e giungemmo a fianco di una mega villa con tanto di cancello e vialetto stile Rivombrosa !!, beh pensai almeno il posto è di lusso…

.. ma invece di svoltare dentro il vialetto della villa, la volvo si diresse dalla parte opposta, una bassa costruzione separata da reti alti ed elettrificate e semi nascosta dalla boscaglia…

entrammo ed un tipo ci fece accomodare in un tavolo al fondo della sala, ci consegnò dei registri con un sacco di codici e numerini con il segno massonico “€”

a questo punto mi ricordai della parola d’ordine e la feci all’omino che ci aspettava accanto:

mangiare romano – carciofi (mang1)

il tipino ci portò una serie di pasti che stanno davanti a qualcosa, degli anti – pasti
delle caraffe con un liquido rosso e un strano vinello frizzantino del colore della luce, devo ammetterlo questa bevanda locale ci sciolse la lingua e per un secondo pensai di venir sciolto nell’acido e non ritrovarmi mai più

Davanti il grande Aspes mangiava osservandoci e parlando pochissimo, viceversa il grosso Bubbo continuava a scrutarci e raccontava di quanti misteri sulle 2cv fossero stati risolti dall’organizzazione, noi seguivamo il tutto cercando di essere il più accondiscendenti, chissà se avremmo mai più visto il cielo stellato quella fredda notte di novembre..



(flashback).... la mattina che precedette l’incontro andammo in visita ad un potente capo di stato straniero, l’appuntamento era dai musei vati –cani, mischiati nella folle di agenti stranieri riuscimmo dopo un interminabile percorso dentro sale arredate di sculture e dipinti di ogni epoca a giungere alla grande sala della cappella non ricordo più se la quintina o la sistina, ma l’ingresso dentro quella stanza ci rese la visita splendente, gli affreschi sulle volte e nelle lunette, la rappresentazione del giudizio universale o la creazione di Adamo ci lasciarono senza più parole..

.. usciti andammo all’appuntamento del nostro gancio, ricordo che dopo avergli telefonato ci disse di aspettarlo ai piedi della scalinata di piazza di Spagna, ma come farsi a riconoscere e lui con naturalezza mi risponde:

Toni non preoccuparti la tua foto c’è su tutto il f.o.r.u.m. (vecchio)

Cavolo pensai, mi hanno già schedato ed ora cosa mi succederà, ma poi quando ci trovavamo già da alcune ore nel luogo prescelto fui io a notare un ex-piemontese che girava alla ricerca di due suoi corregionali e lo bloccai alla vigilia del suo terzo giro della barcaccia
  ;D



Alla fine il n° 3 risultò essere la stessa persona che avevo incontrato il giorno prima, finalmente capii che l’incontro non era una trappola e che la mia vita era salva, uscimmo per ultimi dal locale che era nient’altro che un ristorante, ci spostammo di pochi metri per osservare il panorama del lago sottostante, un ex vulcano spento da millenni…

.. davanti a noi le luci della città eterna e a fianco due persone che potrebbero essere tranquillamente dei vecchi amici, nessun agente segreto, nessun complotto solo quattro sconosciuti che si incontravano per la prima volta ed era come se si conoscessero da sempre..


l’atmosfera particolare di quella notte di novembre sui colli Albani con le luci della città ai nostri piedi rimarrà per sempre nei miei ricordi, difficilmente si potrà bissare ma il ricordo entrerà di diritto nel mio bagaglio personale sempre pronto a farmi rispolverare sensazioni che danno alla nostra breve vita la giusta voglia di continuare



arrivederci miei compagni di una fantastica serata  (abbraccio) (felice)

Toni e un pochino di Watson (angel)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

GattoKea

  • Visitatore
Re: Vacanze romane
« Risposta #1 il: 25 Dicembre 2007, 01:27:49 am »
Racconto stupendo.... per un attimo ho sognato misteri misteriosi d'altri tempi.....   :o

Ebbene si, ne ho avuto conferma dalla foto.... capelli scomparsi, baffi imbiancati... ricordi di altri tempi purtroppo passati.....  azz... voglio indietro i miei 20 anni  (guid)


Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Vacanze romane
« Risposta #2 il: 27 Dicembre 2007, 10:14:58 am »
Racconto stupendo.... per un attimo ho sognato misteri misteriosi d'altri tempi.....   :o

Ebbene si, ne ho avuto conferma dalla foto.... capelli scomparsi, baffi imbiancati... ricordi di altri tempi purtroppo passati.....  azz... voglio indietro i miei 20 anni  (guid)



(??) ma quale dei tre ha le caratteristiche che hai indicato  ???

Watson ha i baffi ma pure i capelli  (nonso)
Aspes è senza baffi e anche senza capelli  (muoio) (muoio) scusa Aspes, mi sono lasciato andare  (abbraccio)
Bubbo ha baffi imbiacati ma capelli sulla testa  :o

Il mistero misterioso di (gattokea) dovrà essere svelato, altrimenti che dormirà più queste notti  ;)

 (abbraccio) (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline bubbo

  • Colonna
  • ****
  • Post: 345
Re: Vacanze romane
« Risposta #3 il: 27 Dicembre 2007, 15:24:40 pm »
Bravo Watson, il racconto in chiave " il mio nome e' Waston: Tony Watson" e' appassionante!

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Vacanze romane
« Risposta #4 il: 27 Dicembre 2007, 15:34:20 pm »
grazie (adoraz) se trovo il tempo posterò anche quando mi hai chiamato dal parcheggio dell'albergo ed io e Paola stavamo mettendo il cadavere dell'agente del f.o.r.u.m. sulle R4 in una valigia cercando di incastrarlo per benino  :o >:( (muoio)


 (abbraccio) (felice)
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Vacanze romane
« Risposta #5 il: 03 Agosto 2012, 14:07:35 pm »
...se trovo il tempo posterò anche quando mi hai chiamato dal parcheggio dell'arbergo ed io e Paola stavamo mettendo il cadavere dell'agente del f.o.r.u.m. sull'innominabile vetturetta in una valigia cercando di incastrarlo per benino...

quanto tempo è passato da quella frase

un lustro, ma per me un'intera vita, si dice che ogni 7 anni il corpo e la mente attraversano una crisi e un cambiamento....

... per me no, è successo molto prima.


Oggi non potrei più continuare quella storia, quell'avventura, quei ricordi sono sempre vivi nella mia mente, ma è tutto ciò che li circonda che è cambiato, che si è modificato,

trasformato


un sogno romano che fu veramnte un salto nel buio

un incontro con perfetti sconosciuti incontrati casualmente sul forum e apprezzati per quello che scrivevano e per quello che comunicavano su un forum che era "nostro"



Grazie per avermi permesso di conoscervi  (abbraccio)




This Is The Life

And you’re singing the songs
Thinking this is the life
And you wake up in the morning and your head feels twice the size
Where you gonna go? Where you gonna go?
Where you gonna sleep tonight?
W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Vacanze romane
« Risposta #6 il: 03 Agosto 2012, 14:11:29 pm »
cinque anni dopo (CIRCA) mi si è ripresentata la stessa finestra temporale, la stessa occasione di ripetere un'esperienza che mi avrebbe toccato intensamente


questa volta non c'erano compleanni da festeggiare, ma il f.o.r.u.m. centrava ugualmente, forse non era il n° 3 a volermi conoscere, ma sicuramente il personaggio con cui dovevo incontrarmi mi era meno sconosciuto dei due precedenti

(ricordi) un raduno del f.o.r.u.m. tenuto nella sua sede estiva dentro la tetra ed inquetante fortezza di Vinadio, aveva riunito i maggiori membri per festeggiare un lungo periodo di successi

nel bel mezzo della riunione ecco apparire in un'esplosione di fumo, una figura misteriosa e inquetante, un mago romano dai forti poteri mediatici, che presomi alla sprovvista mi strinse nelle sue forti spire magiche, urlandomi

"Wustom, tu sei Wustom"



il viaggio che mi accingevo a compiere mi portava nella sede periferica del f.o.r.u.m. , presso la temutissima e agguerita delegazione delle lumache, meglio conosciuta come Babbaluci o le "luci di Babba" venerabile grande signore delle duecavalli (adoraz)

la strada era lunga ed il mio fisico provato da troppe emozioni non avrebbe retto un tale sforzo, quindi i vertici del f.o.r.u.m. decisero che una tappa sotto il cupolone mi avrebbe giovato

(ricordi) la prima volta che la contattai era un dolce puffo dai capelli biondissimi, una leggiadra figura femminile dal profumo inebriante, un'apparizione celestiale, una salvatrice di peccatori, una mata hari borgatara....

... me ne innamorai subito, dovevo vederla,conoscerla, parlarci, dovevo capire cosa provavo io per lei


arrivammo a Roma e ci recammo nell'albergo che ci avevano prenotato, non molto distanti dal precedente, anzii molto più vicino a quel grande raccordo che si porta al dito anulare, immediatamente cercai di prendere contatto con questo misterioso mago, ma il telefono era irragiungibile, poi improvvisamente squillo

W pronto?
M mister W, mi raccomando nessuna esitazione stammi a sentire che ho poco tempo, recati immediatamente nel luogo che ti indicherò e attendi istruzioni
W si, ma non conosco la città, come faccio ad arrivarci?
M prendi il trenino, vedrai ti piacera ih, ih, ih


Prendere il trenino, cosa mi riserverà questo trenino, quali botole segrete ci saranno sotto i suoi sedili e riuscirò mai ad arrivarci all'appuntamento con quel trennino....

Io e la mia compagna, la stessa della volta prima (sapete ci sono affezionato  (bacio)) arrivammo a destinazione dopo un lungo peregrinare per le strade della tentacolare metropoli, sotto un sole da 40° all'ombra e completamente disidratati...

... per fortuna che qui ci sono i "nasoni", ma solo gli uomini più importanti del f.o.r.u.m. ne conoscono la dislocazione (dicono sia stampata nel pannello interno della diana), riusciamo così a placare un poco la nostra sete di conoscenza, giusto il tempo di capire che entrati in quel castello con un angelo sulla testa altri non è che la sede segreta del f.o.r.u.m. in terra papalina (terra pericolosa e misteriosa)


(ricordo) era un tranquillo pomeriggio da cani, passeggevo con il mio cucciolone di 12 anni quando un suono metallico rimbombò nella mia testolina (in effetti in foto sembra più grande)

presi il telefono e chiamai il mago del f.o.r.u.m. che per nulla sorpreso mi rispose

M Watzy chi ?????
W no scusi, sono Watson, Antonio, Toni, il cane beagle, quello della Charleston..... il prila di Vinadio
M Aaah, ricordo di te, il Woston di Torino, siii che piacere sentirti, ma breve che stò provando il nuovo piano per il Maraja di Nico... su dai veloce e scattante, su, su
W Senta signor Mago, ma visto che devo andare a trovare le luci di Babba, avrei pensato di passare da Lei per conoscere gli amici, sa quelli con la diana così tanto ro-mani o ro-piedi che vorrei vederli da vicino...  se posso
M mmmh, aspetta, vedo, fammi sentire, mmmh va bene, martedì alle 19.00 davanti al castello con l'angelo e siiii puntuale Wattozzi



ed eccoci davanti ad una Ara che mi sembra in pace con se stessa, ad ettendere una misteriosa "Azzurra" ed un più misterioso Mago, che francamente non ricordo più che faccia abbia, anche se un'altro campanellino mi risuona nella testolina e continua a dirmi "guarda in alto, lasciati sognare" ma che vorrà dire questa frase  (nonso)

ed eccolo che arriva, veloce svolta e ci carica in auto "svelti qui è pericoloso" ci dice e dopo via per quartieri squadrati che tanto ricordano le vie alberate della mia città, e lui che mi osserva, che mi analizza, che mi squadra dalla testa ai piedi e poi lasciando improvvisamente il volante (mi dirà che lui guida spesso senza mani) mi stringe forte e mi urla

WATSON NON CI POSSO CREDERE CHE TU SIA QUI


(ricordi) all'inizio era indecifrabile, una frase dopo l'altra, un'assenza di spazi, una concentrazione da togliere il fiato, da far perdere la testa e cadere in trance, anche se ad alcuni affascinava quel metodo strano e magico

e poi questa "Azzura" sempre presente ovunque e dovunque, ogni angolo della capitale sembrava popolata solamente da "Azzurra" quasi che WJ si fosse reincarnato  (sorpreso)



raggiungiamo l'osservatorio da dove si gode un panorama mozzafiato, e mentre entusiati ci innamoriamo di questa città, lui è alle prese con tremila telefonate, dice che l'organizzazione è così vasta che per trovarne uno libero bisogna prenotarsi mesi prima.... come all'ASL

ma alla fine due a caso li trova, appuntamento sotto la collina dove con grande stupore conosciamo finalmente questa misteriosa Diana....

.... certo che aver detto "mi piace" deve essere stato per via dell'influsso malefico del mago, ma per fortuna non ci sono salito, altrimenti rischiavo veramente che mi piacesse quella Diana


percorremmo molte strade, passammo in molti posti anche se ho l'impressione che ci fecero girare in tondo dato che alcuni elementi architettonici continuavo a vederli sempre  
(guid)

ad un certo punto il mago compì una magia magistrale.....


ci fece apparire un'enorme cupolone in fondo alla strada e poi man mano che ci avvicinavamo questo spariva, fino a diventare una piccola cupola persa nell'immensita del panorama (noncicredo)

ma anche il Dianista de Ro-ma non fu da meno, perchè non so come ma da dietro un buco della serratura ci fece riapparire la visione del cupolone, MERAVIGLIA


non so più cosa successe dopo, forse i giri con "Azzura" mi aveva ubriacato, forse la "Diana" mi aveva drogato, forse l'aria fresca del ponentino mi aveva addormentato, ma fatto stà che ci trovammo fermi sul bordo di una strada a fianco di un demolitore sequestrato in attesa che arrivasse la grande responsabile di quell'organizzazione che è l'A.S.L. romana (matto) affiliata al f.o.r.u.m. sabaudo (ancora ora sono sotto quegli influssi misteriosi e non so cosa stò scrivendo)


ed eccola arrivare, prima piccola all'orrizione, poi sempre più piccola seduta dietro il suo strano trono in una strana vettura che ancora oggi non riesco a capire come possa viaggiare

eccola scendere,
eccola avvicinarsi,
eccola parlare,
eccola indicarmi con la mano tesa a mo di saluto,
ma siamo sicuri che non mi liquidificherà con i suoi potenti poteri d'animo (qui tutto è magico)


e poi non ricordo più nulla, se non io e la mia dolce compagna in strada verso il sud, con il telefono che squilla e dall'altra parte una voce assonata che mi dice:

M Wiston, ti sei alzato?
W mi scusi egregio Mago, ma sono le 10.00 sono già a Frosinone in autostrada...
M così presto, allora scusami ma torno a dormire (zz)


non saprei descrivere il piacere di conoscere per la prima volta Serena, è una ragazza molto più bella di quello che crediate e poi Alberto un romano per caso (ma lui si offende se glielo scrivo) persona squisita che compie 700 km per essere presente al raduno del suo club, ma non dimentichiamo Renzo (di cui non ho la foto) che ci ha fatto apprezzare una Roma dai mille colori (anche se era buio) e dalle somiglianze con Torino incredibili, so che questa è stata una parentesi della mia vita, ma se un giorno capiterete voi qui da me non abbiate paura di chiamarmi....



... io non ci sarò, magari chiamate ludo che è meglio  (muoio)





Wuozzon per questo post, Toni per tutto il resto  (felice)


Amy Macdonald - Slow It Down

I guess I’ve been running round town leaving my tracks, burning out rubber,
driving too fast but I’ve gotta slow right down.

Back to the moment the very start, from the very first day you had my
heart but I’ve gotta slow right down.

Slow it down, down, down, down, down…

Wishing, wanting for something more, always better than I had before. Who
knew these dreams would come true?

And I run the red won’t stop at night I don’t care for traffic lights.
Things ain’t moving quick enough for me.

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Watson

  • Colonna
  • ****
  • Post: 22903
  • Ero anch'io come sei tu e tu verrai come sono io
Re: Vacanze romane
« Risposta #7 il: 03 Agosto 2012, 14:16:13 pm »
E' stato un bell'incontro, emozionante e appagante

ho conosciuto delle persone squisite, dei forumisti che desideravo conoscere ed altri che sono stati delle piacevole sorprese


avevo voglia di conoscervi di persona, non avevo la paura della volta scorsa, ma la curiosità SI


avevo paura di non essere all'altezza, ma ero felice di vedervi anche se non sapevo cosa avrei detto


avevo voglia di dare un volto, una consistenza a quell'angelo con cui avevo solo scambiato quattro parole, molte in privato


avevo voglia di ricordare com'era fatto quel personaggio multiuso (nmultifunzionale) con cui avevo condiviso gli inizi forumistici (suoi)


avevo voglia di riassaporare la fresca e benefica aria romana, un po' per risvegliare antichi ricordi, un po' per popolare nuove sensazioni


e per fortuna ci sono riuscito anche se solo per una magica sera di inizio estate.


GRAZIE per avermelo permesso  (abbraccio)


Franco Battiato - La Cura

Ti solleverò dai dolori e
dai tuoi sbalzi d'umore
dalle ossessioni delle tue manie
supererò
le correnti gravitazionali
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare
E guarirai
da tutte le malattie
perchè sei un essere speciale

W la vita

"non postare" è un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

Offline Ludo

  • Colonna
  • ****
  • Post: 31964
  • molto spesso mi perdo e non voglio ritrovarmi
Re: Vacanze romane
« Risposta #8 il: 03 Agosto 2012, 19:28:24 pm »
Questo è il bello del forum.....

Il tuo racconto mi ricorda l'arrivo a Palermo l'anno passato..........

E' la magia del forum, ......e qui il maghellonulla può, deve sottostare anche lui ad una magia più forte!

Bello,Watson, davvero un bel racconto! ;)
La stupidità divora facce e nomi senza storia

paoloDòCavaj

  • Visitatore
Re: Vacanze romane
« Risposta #9 il: 07 Agosto 2012, 23:50:54 pm »
ma siamo sicuri che tutto questo
- immaginifico viaggio e insigne opera letteraria -
 sia opera del NONsognatore Watson della tribù dei PIEDIPERTERRA ?

http://www.agenziadelcontemporaneo.com/wp-content/uploads/2011/01/Testa-in-aria-piedi-per-terra.jpg

magomerlino

  • Visitatore
Re: Vacanze romane
« Risposta #10 il: 10 Agosto 2012, 16:15:33 pm »
Wostson! il racconto è bellissimo! Sono felice di essere uno dei personaggi della tua storia e di averti "incontrato" prima sul F.O.R.U.M. (dove hai guidato i miei primi incerti passi)e poi conosciuto di persona.Grazie per quello che hai scritto e per quello che scriverai.  (su) (felice)
Grande!!Watsy,uozzon,woston,Watson,(woodstock),Toni,Antonio... chiunque TU sia.