Evoluzione dell’AMI 6

  • 1961 : Presentazione della berlina 6 in aprile.
  • 1962 : Finestrini posteriori scorrevoli, apertura cofano tramite pulsante esterno e scomparsa dei catarinfrangenti inferiori.
  • 1963 : La potenza passa a 25.5 CV SAE in settembre. Panchetta anteriore regolabile, due versioni disponibili: Tourisme e Confort. In giugno l’Ami6 é presentata in america: 4 fari e indicatori di direzione rotondi, paraurti rinforzato.
  • 1964 : Apertura cofano motore dall’interno, pedali sospesi, cruscotto a cifre verdi, ammortizzatori idraulici. Da aprile, rivestimento interno tetto in tessuto.
  • 1965 : Nuovi fanalini posteriori, opzione sedili anteriori sdoppiati e rivestimenti semplificati. Presentazione delle versioni break : Tourisme, Confort e Commerciale.
  • 1966 : Sedili in tessuto a strisce, pannelli portiere a strisce oblique, catarinfrangenti sui parafanghi posteriori sulle berline. Impianto elettrico 12V e sostituzione della dinamo per un alternatore in maggio. La potenza passa a 26 CV.
  • 1967 : Mascherina a 3 strisce orizzontali, modanature sulla griglia d’aerazione, cruscotto nero con parte centrale a strisce, pannelli portiere neri. La potenza passa a 28 CV. Riscaldamento gran freddo con scambiatore termico in opzione
  • 1968 : Fanalini posteriori trapezoidali con catarinfrangenti incorporati(quelli che saranno poi adottati dalle 2CV), finestrini scorrevoli doppi. Tetto verniciato e apribile in opzione sulle berline. Nuovo break club con 4 fari, copricerchi bianchi, modanatura sottoporta, contorno vetri in acciaio inox, sedili anteriori reclinabili, contachilometri graduato fino a 140. La potenza passa a 35 CV.
  • 1969 : Mascherina a griglia cromata, finizione Club disponibile sulle berline, cruscotto totalmente nero. Tetto apribile morbido in opzione sulla berlina.
    Salone di Ginevra in Marzo, presentazione dell’Ami 8, che la sostituirà