2CV Club Italia - Forum

Autore Topic: PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA  (Letto 27125 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Guzzifuso

  • Colonna
  • ****
  • Post: 328
Re: PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #120 il: 17 Gennaio 2012, 20:39:49 pm »
Speriamo per Roma 2012,
nel frattempo anticipo che a Febbraio si ripete la mostra scambio di Sora ,  a Novembre siamo entrati con le auto (ospiti del club di cui faccio parte), io ovviamente ero l'unico con 2cv (nonso)  dalle mie parti è peggio di ROma  le 2cv o derivate sono poche e anarhico insurrezionaliste...nel senso che tra loro non trovano  (giu)
comunque se a Febbraio ripeteremo l'ingresso grtuito on due passeggeri e colazione gratis...velo farò sapere,  disponibile la mia Mehari perfettamente restaurata...io posso guidare solo una macchina.

SAluti
GG

Offline fabrizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 42
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #121 il: 06 Marzo 2017, 23:02:34 pm »
Beh, s'è fatto marzo... 2017... E il raduno....?
"Legge di Hofstadter: ci vuole sempre molto più tempo di quanto si pensi, anche tenendo conto della legge di Hofstadter"

Offline salbifulco

  • Colonna
  • ****
  • Post: 7216
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #122 il: 07 Marzo 2017, 11:58:31 am »
Beh, s'è fatto marzo... 2017... E il raduno....?

 ;D ;D ;D
sdeghedè sdeghedè

Offline fabrizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 42
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #123 il: 07 Marzo 2017, 20:58:01 pm »
Beh, s'è fatto marzo... 2017... E il raduno....?

 ;D ;D ;D

Tra un po', col bel tempo...
A fare casino in giro per Roma c'è riuscita un'orda di Harleyisti qualche tempo fa, e noi "lattoni" a quando?
"Legge di Hofstadter: ci vuole sempre molto più tempo di quanto si pensi, anche tenendo conto della legge di Hofstadter"

Offline Dyverda

  • Assiduo
  • **
  • Post: 47
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #124 il: 28 Maggio 2017, 12:20:11 pm »
Beh, s'è fatto marzo... 2017... E il raduno....?

Siamo quasi a giugno 2017 e non si è fatto nulla... Comunque io sono della Calabra e sicuramente se viene organizzato un Nazionale a Roma non saremo di certo in pochi a venire dalla Calabria. Purtroppo oltre a parlare con qualche amico e partire con le nostre bicilindriche (guid) non so come possiamo contribuire. Però prima è da organizzare! Dyverda non vede l'ora di scorrazzare in giro per le magnifiche strade della capitale.  ;)
 (felice)

Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #125 il: 28 Maggio 2017, 13:01:41 pm »
Buongiorno a tutti.
Rilancio l'idea... E se si dovesse fare (ormai per il 2018 (nonso)) un raduno benefico itinerante?
Mi spiego meglio: si potrebbe partire dalle sedi dei vari club sparsi sul territorio nazionale, e organizzazioni associate ad essi, con partenza tutti alla stessa data e soste programmate in varie località (tanto per capirci una percorrenza media di 150/200 km giornalieri) con raccolta fondi per una causa benefica, es. il terremoto del centroitalia.
Poi si potrebbe pensare ad un ricongiungimento nella capitale, magari in piazza San Pietro la domenica mattina con tanto di benedizione papale, e consegna del ricavato all'ente beneficiario (no istituzioni ma direttamente a loro).
Faremmo del bene e daremmo risonanza nazionale alla nostra passione che, purtroppo, può andare persa se non si coinvolgono dei giovani.
Datemi un vostro parere.
Certo ci deve essere sinergia fra i club ma credo che questo sia un non problema...

 (guid) (guid) (guid) (guid) (guid) (guid)

Offline PaoloDòCavaj

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3214
  • paolon
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV itinerante .. resta un sogno
« Risposta #126 il: 28 Maggio 2017, 15:00:44 pm »


... se ne è parlato da anni  :)
http://www.2cvclubitalia.com/public/smf/index.php?topic=391.msg5703#msg5703

ma l'ombelico del mondo resta a Cuneo.... (nonso) (muro)
FORUM:ormai parte della "Nostra Storia"
Tenerlo in vita, scrivere, collaborare, è anche dire"grazie" a chi lo ha progettato, realizzato, migliorato, difeso in tutti questi anni

Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #127 il: 28 Maggio 2017, 18:17:40 pm »
non discuto su Cuneo però per gli amici siciliani è leggermente distante...  ;)
Roma sarebbe più o meno equilibrato per tutti e poi non sarebbe un raduno fine a se stesso ma con tappe intermedie da nord a sud in contemporanea...

 (guid) (guid) (guid) (guid) (guid)

Offline salbifulco

  • Colonna
  • ****
  • Post: 7216
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #128 il: 28 Maggio 2017, 19:00:57 pm »
io da napoli sto aspettando... ;D
sdeghedè sdeghedè

Offline Bocco

  • Colonna
  • ****
  • Post: 1353
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #129 il: 28 Maggio 2017, 19:03:40 pm »
Poi si potrebbe pensare ad un ricongiungimento nella capitale, magari in piazza San Pietro la domenica mattina con tanto di benedizione papale,

 (guid) (guid) (guid) (guid) (guid) (guid)

Lasciamo stare il papa, lui c'ha l'R4... :P
Eppoi l'unica volta che mi son fatto benedire la moto a un raduno m'è cascata 5 minuti dopo...

L'idea però è carina, forse con una buona dose di ecumenismo (e ridajje).

 (gatto) (gatto) (birra) (birra) O0 O0


Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #130 il: 28 Maggio 2017, 20:35:06 pm »
Ok lasciando da parte il papa e tutti i santi annessi è un'idea che secondo me si può sviluppare..
Anche se chi può dire che non possiamo anche noi regalarne una a Francesco, tipo la Solein, visto che ha i colori dello stato del Vaticano, così magari si decide a rottamare la R4. Ovviamente era una battuta.
Secondo me la palla deve passare ai presidenti e ai membri dei direttivi dei vari club per discuterne la fattibilità.
Io nel mio piccolo mi metto a disposizione per illustrare le mie idee..
Buona serata a tutti e parliamone che solo discutendo delle cose si arriva alla soluzione..

 (felice) (felice) (felice) (felice) (felice) (felice) (felice)

Offline claudyane6

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6758
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #131 il: 28 Maggio 2017, 21:26:39 pm »
penso che Roma abbia già mille mila manifestazioni di ogni genere ( per quanto mi piacerebbe farci un giro a capote aperta ) come pure piazza San Pietro ha già i suoi carichi di lavoro

si potrebbe organizzare in una città poco lontana, sufficientemente attrezzata con un gruppo di capaci citroenisti

giusto per spostare l'ombelico in una parte più equidistante del corpo Italia

per curiosità ho tracciato una X sull'italia, due rette: da Torino a Lecce e da Trapani ad Udine e.... l'incrocio è risultato Foligno!!!!!!!!!!  (nonso)

ok sono andato un po fuori .......

\

Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #132 il: 29 Maggio 2017, 07:31:27 am »
vero.. Però Roma avrebbe un significato simbolico e una risonanza maggiore..
E poi come si dice: tutte le strade portano a Roma... Quindi impossibile sbagliare strada...

 ;D ;D ;D ;D ;D

Offline 2cvami

  • Colonna
  • ****
  • Post: 3446
  • The show must go on
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #133 il: 29 Maggio 2017, 08:22:36 am »
Secondo me la palla deve passare ai presidenti e ai membri dei direttivi dei vari club per discuterne la fattibilità.
Io nel mio piccolo mi metto a disposizione per illustrare le mie idee..
Ciao, secondo me chi ha avuto l' idea potrebbe informare i presidenti  e successivamente darsi da fare per organizzare, non fermarsi alla proposta e poi passare la "palla" ai clubs. Potrebbe anche essere che un club non sia interessato, anche se ciò comunque non impedirebbe di organizzare il raduno. la mia opinione è che una cosa del genere non funzionerebbe per 2 motivi: non è così importante avere "risonanza" ad ogni costo (per quale motivo?) e il numero dei partecipanti alla fine non sarebbe maggiore a quello degli altri raduni.
Parere personale.
 (felice)
Prima con i "modellini", poi con quelle vere: da sempre in 2cv.
Iscriviti al Registro Italiano 2cv:  http://registroitaliano2cv.it
https://www.facebook.com/groups/CSUCitroenistispezzini/276855059173916/?notif_t=like

Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #134 il: 29 Maggio 2017, 09:34:52 am »
Secondo me la palla deve passare ai presidenti e ai membri dei direttivi dei vari club per discuterne la fattibilità.
Io nel mio piccolo mi metto a disposizione per illustrare le mie idee..
Ciao, secondo me chi ha avuto l' idea potrebbe informare i presidenti  e successivamente darsi da fare per organizzare, non fermarsi alla proposta e poi passare la "palla" ai clubs. Potrebbe anche essere che un club non sia interessato, anche se ciò comunque non impedirebbe di organizzare il raduno. la mia opinione è che una cosa del genere non funzionerebbe per 2 motivi: non è così importante avere "risonanza" ad ogni costo (per quale motivo?) e il numero dei partecipanti alla fine non sarebbe maggiore a quello degli altri raduni.
Parere personale.
 (felice)


Beh sul discorso della risonanza pensavo di essere stato chiaro, però provo a ripetere. Primo: essendo un evento benefico più risonanza si avrebbe più fondi potrebbero essere raccolti. Secondo: per motivi anagrafici nostri e delle nostre autovetture il rischio è che si vada pian piano a perdere. Un evento del genere che coinvolgerebbe in modo itinerante tutto il territorio potrebbe avere una cassa di risonanza tale da coinvolgere nuove e più giovani leve.
Sul numero beh non si può dire. A Lodi quest'anno sono arrivate 230/240 vetture: se si dovesse raggiungere un numero di partecipanti uguale anche dal sud e dal centro Italia sarebbe sicuramente una cosa grande.
Sul passare la palla ai club l'ho detto solamente perchè sono organizzazioni riconosciute con organi eletti dagli iscritti. Io nel mio piccolo sono a disposizione però non ho nessuna esperienza organizzativa, a differenza dei presidenti e dei membri dei direttivi. A mio avviso i dirigenti dei vari club potrebbero parlarne tra di loro anche per capire la reale fattibilità del progetto, mettendo sul tavolo la loro esperienza. Io, ripeto, sono a totale disposizione se posso essere utile.
Comunque ben venga la discussione, esiste il forum anche per questo..

 (superok) (superok) (superok) (superok) (superok) (superok) (superok)

Offline fabrizio

  • Assiduo
  • **
  • Post: 42
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #135 il: 27 Giugno 2017, 16:00:59 pm »
Ciao a tutti,
al di la dello sfondo benefico/ludico/santo/profano/quant'altro, anni fa (se scorrete i post) mi informai al gabinetto dell'allora sindaco e mi vennero date informazioni chiare e esaustive.
La richiesta va fatta da una persona (giuridica o fisica) che sia rappresentante legittimato di una associazione/forum/quant'altro che farà da referente e garante verso il Comune dell'attività che dovrà essere svolta e col quale dovrà accordarsi per il percorso.
Ormai Roma è ancora più puttanona e ospita qualunque tipo di manifestazione, il problema è trovare chi si prende l'onere giuridico di fare la richiesta.
L'alternativa è un'attività tipo flash-mob: ci si mette d'accordo su ora e luogo e si converge li, da normali automobilisti.
Salut'
"Legge di Hofstadter: ci vuole sempre molto più tempo di quanto si pensi, anche tenendo conto della legge di Hofstadter"

Offline claudyane6

  • Colonna
  • ****
  • Post: 6758
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #136 il: 27 Giugno 2017, 21:01:45 pm »
L'alternativa è un'attività tipo flash-mob: ci si mette d'accordo su ora e luogo e si converge li, da normali automobilisti.

questa cosa la si può fare con un numero limitato di vetture, col rischio comunque di perdersi lungo il percorso o intralciare il traffico

unica possibilità, secondo me, è un raduno nell'interland romano e poi individualmente (o poco più) fare un incursione verso il centro (facendo attenzione a zone interdette) per poi ritrovarsi magari in un grande piazzale, tipo quello di uno stadio, dove non siano previste manifestazioni e rientro al raduno
(guid) (guid) (guid)
secondo me qualcuno se ne accorgerà....   e se ne parlerà

Offline hokahey

  • Colonna
  • ****
  • Post: 341
Re:PRIMO RADUNO NAZIONALE 2CV E DERIVATE A ROMA
« Risposta #137 il: 27 Giugno 2017, 21:42:27 pm »
Ciao a tutti,
al di la dello sfondo benefico/ludico/santo/profano/quant'altro, anni fa (se scorrete i post) mi informai al gabinetto dell'allora sindaco e mi vennero date informazioni chiare e esaustive.
La richiesta va fatta da una persona (giuridica o fisica) che sia rappresentante legittimato di una associazione/forum/quant'altro che farà da referente e garante verso il Comune dell'attività che dovrà essere svolta e col quale dovrà accordarsi per il percorso.
Ormai Roma è ancora più puttanona e ospita qualunque tipo di manifestazione, il problema è trovare chi si prende l'onere giuridico di fare la richiesta.
L'alternativa è un'attività tipo flash-mob: ci si mette d'accordo su ora e luogo e si converge li, da normali automobilisti.
Salut'

se si ha la forza per candidarsi per un mondiale penso che si possa averla anche per prendersi questa responsabilità.. non credo che le responsabilità siano poi così tanto diverse.. forse una delle poche varianti potrebbe essere la location (e la volontà)..