Il Cammino di m.real

Aperto da zia anita, 22 Febbraio 2016, 16:54:22 PM

« precedente - successivo »

Watson

Curiosa come struttura, solo che non riesco a capire dove sia la chiesa ?

Nel senso qui trova a sinistra di questa foto



e quei due archi sulla strada cosa potrebbero rappresentare, cos├Č sembrerebbe quasi che sia un'opera incompiuta (magari ora la cerco sulla rete  :))



Una domanda prima che tu continui con il racconto, ma lungo il percorso ci sono molti posti dove dormire, ho capito che spesso sono tipo i rifugi in montagna con stanze comune, quello che mi chiedo tu avendolo fatto da pellegrino non hai mai pensato di prenotare e di cercare in rete le varie indicazioni, ne hai prenotato o letto le recensioni  (stupid)

quindi quando arrivavi alla tappa successiva che facevi, cercavi il primo posto per dormire e poi ti riposavi tutto il pomeriggio e se era pieno ti spostavi nei paraggi perch├Ę l'offerta per la notte ├Ę abbondante e sempre disponibile  (?)

e se non trovavi nulla, proseguivi pi├╣ avanti  ???


(felice)
W la vita

"non postare" ├Ę un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

GeologoBicilindrico

...Bravo M.real vedo che il racconto prosegue  (su)
La discesa verso Ponferrada me la ricordo benissimo, mi ha preso un crampo alla coscia che non mi ha lasciato fino all'arrivo all'ostello. Il giorno in cui ho faticato di pi├╣ ├Ę stato proprio quello.

Non sapevo invece che a Sant'Anton ci fosse un albergue, mi ricordo che ci sono passato la mattino presto...Vado a memoria, si incontra lasciando Hontanas nel secondo giorno di mesetas?   

...e per quanto rigurda il libro postato, confermo, merita di essere acquistato.

Citazione...e se non trovavi nulla, proseguivi pi├╣ avanti  Huh
...rispondo seconda la mia esperienza...solo una volta mi ├Ę capitato di non trovare posto. Pensavo di fermarmi a fine tappa ad Estella ma visto che gi├á verso le 12 avevo raggiunto questa cittadina insieme a un paio di persone incontrate lungo la via abbiamo deciso di proseguire fino a Villamayor, una decina di km scarsi da percorrere in meno di 2 ore. Arrivati a Villamayor dopo esserci ricaricati alla fonte del vino della Botega Hirache  la brutta sorpresa. I 2 albergue erano gi├á al completo cos├Č ho dovuto fare altri 11 km fino a Los Arcos...Dopo 43km non riusciavo neanche a fare le scale per raggiungere il mio letto che naturalmente era nella mansarda dell'albergue  (muro) (stupid) 
EffeCiIEmme

Watson

Verrebbe da rispondere come quella pubblicit├á dei turisti fai da te, no alpitur  (muoio)

Caspiterina, una tappa del genere ├Ę drammatica, tornare indietro era una fatica doppia, ma andare avanti senza la sicurezza di trovarne uno libero...

... forse ├Ę per questo che si fa d'estate, magari ti metti sotto un'albero e dormi fuori (zz)


Ecco un'altra domanda, ma ci sono pure quelli che campeggiano liberamente o ├Ę vietato  (?)
W la vita

"non postare" ├Ę un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

m.real

 (felice) rispondo prima a Watson . la chiesa e come pensi tu e sulla sinistra dove dentro ci anno fatto l'albergue . gli archi per quello che ne capisco io. essendo una chiesa in stile gotico sono archi di sostegno e col passare del tempo ci anno fatto passare una strada pero ripeto io di architettura ne capisco ben poco. ma vedendo altre chiese in stile gotico anno tutte quelli archi .Questione alberghi . la maggior parte dei pellegrini anno tutti un libro\guida dove ce tutto quello che riguarda il cammino . dove ce scritto dove dormire mangiare e quanti km mancano al prossimo paese nell libro\ guida ci sono anche i numeri di telefono di alcuni albergue privati .mentre quelli parrocchiali \municipali non accettano prenotazioni e ti puo capitare quello che e successo a Geologo Bicilindrico
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

alcuni albergue sono attrezzati anche per campeggiare o altrimenti se in paese esiste una palestra viene aperta per far dormire i pellegrini non penso sia vietato campeggiare ho visto gente farlo tranquillamente ti posto la foto del mio libro\guida che mi segue da 4 anni
in fondo al tunnel ce sempre una luce

Watson

E mi sembrava, questa che hai mesos sembra proprio una signora guida, complimeti  (appl)

Il libro che ho preso ├Ę solo per avere un'idea di cos'├Ę il cammino, diciamo che ├Ę per stuzzicare il pellegrino che non sa ancora di esserlo  ;D

(felice)
W la vita

"non postare" ├Ę un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

m.real

 (felice) rispondo a Geologo Bicilindrico . la discesa che porta a Ponferrada io lo fatta 3 volte e per fortuna non a mai piovuto con la pioggia deve essere veramente brutta nel 2013 dopo la discesa ho dormito a Molineaseca il primo paese che si incontra bloccato da una tendinite il giorno dopo ho fatto i 5km che mancavano per arrivare a Ponferrada e mi sono riposato tutto il giorno per poi ripartire il giorno dopo piu tranquillo . Sant Anton e propio dove dici tu, io sono uno dei pochi fortunati che nel 2012 la visto aperto (sorpreso) e l'ospitalero era pure italiano .e la magia del cammino .peccato non esserti fermato ad Estella e uno dei posti piu belli in quella parte di cammino  (su)
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

 (felice) tutti gli italiani che ho incontrato anno quella guida e quella piu diffusa . se ai visto il film Puerto Escondido. la scena quando i 3 protagonisti trovano il fungo magico nel deserto ricordi cosa dice Valeria Golino ad Abbatantuomo ??? e il fungo che scieglie da chi farsi trovare non sei tu che trovi il fungo .questo vale anche per il cammino
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

 (felice) comunque Geologo Bicilindrico anche Los Arcos e un bel posto dove fermarsi io lo fatto nel 2015 e dove ho incontrato il chitarista ma ricodo anche che la sua chiesa a gli interni piu belli e spettacolari che io abbia mai visto.
in fondo al tunnel ce sempre una luce

zia anita

forte
quei funghetti li ho trovati anche ad amsterdam.
sono io che sono andato da loro ma loro, stavano venendomi incontro

giuro.
evitate le maiuscole...

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

 (felice) Ripartiamo col racconto ricordo . Una volta usciti dalla cittadina di Villafranca ce da fare l'ultima salita ,bisogna arrivare ai 1300m del Cebreiro .<secondo me la salita piu dura di tutto il cammino  (giu)> soprattutto gli ultimi 8km sono ripidissimi e faticosissimi , se poi capita come e capitato a me di farla sotto una pioggia battente ,pioveva acqua gelata ed eravamo a giugno . Ma ne vale la pena ,vi spiego i motivi  finalmente si arriva in Galizia che per via delle sue caratteristiche assomiglia molto all'Irlanda , e poi ce il Cebreiro forse il luogo piu bello del cammino . Per diversi motivi , la caratteristica principale del Cebreioro sono le sue case chiamate<pallozas>poi vedrete le foto e anche chiamato il paese delle streghe per via della sua magica atmosfera , e perennemente avvolto dalle nuvole , e poi li Cebrerio anche se ce il sole non lo si vede cio├Ę lo vedi quando ormai ci sei arrivato .La nebbia , le case , e una leggera musica di cornamusa che si sentiva ovunque vi assicuro sembrava di essere nel paese dei folletti.Io consiglio sempre a chi vuol fare il cammino di fermarsi  almeno una notte (su)
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

il cippo che segna l'entrata in Galizia
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

le streghe sono anche nei contenitori dei rifiuti
in fondo al tunnel ce sempre una luce

zia anita

io l'ho incorporata nella suocera  (sorpreso)
evitate le maiuscole...

Watson

Intetessante, combinazione anche qui da noi o meglio nella vicina Liguria c'├Ę  un paese delle streghe si chiama Triora ti posto una foto nel 3D dei cartelli (felice)
W la vita

"non postare" ├Ę un pregio se ci si accorge di non avere nulla da dire, ma non tutti se ne accorgono. [Magomerlino]  La vita dura poco, se non giochiamo ora...  Watson nel cuore Gaia felicemente... tra i piedi

m.real

 (felice) se avete notato il contenitore dei rifiuti e fatto come una tipica casa del  luogo. (appl) zia anita le sue risposte sono sempre le piu forti (appl) (superok)
in fondo al tunnel ce sempre una luce

zia anita

Ho una derivata....
Son cose
evitate le maiuscole...

m.real

 (felice) Ripartiamo. Una volta arrivati in Galizia la meta tanto agognata e sudata e ormai vicina , poi la Galizia e molto bella da attraversare  per la maggior parte si cammina immersi nel verde di grandi boschi di castagno o di eucalipti ,purtroppo anche molto piovosa . Per quanto sia molto bella come natura e paesaggi ,a me non sono piaciute le sue citt├á\paesi . Finalmente dopo 500km sono arrivato a Santiago e davanti a quella Cattedrale , a quella piazza con la mente ho ripercorso tutto il mio cammino , il perche lo fatto . La sensazione provata e veramente molto forte ,essere riuscito a farlo tutto da solo con enorme fatica , si prova qualcosa di indescrivibile . E dentro di me a cominciato a formarsi quella sensazione che io chiamo<camminite>cio├Ę quella voglia di ritornare di nuovo in cammino ,nonostante la fatica e le pene vissute ,ed e allora che decido di ritornarci l'anno dopo nel 2013 ma la prossima volta lo voglio fare tutto 800km .Chiudo dicendo un ultima cosa<si parte ma non si ritorna mai del tutto da cammino>
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

un altra caratteristica della Galizia sono le coltivazioni di cavoli , sono giganteschi
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

questa 2cv lo fotografata a Melide una cittadina della Galizia era li in vetrina
in fondo al tunnel ce sempre una luce

Ludo

Che bella l'automobilina! ;D
La stupidità divora facce e nomi senza storia

m.real

questa foto lo trovata in rete. La Cattedrale di Santiago De Compostela con una 2cv
in fondo al tunnel ce sempre una luce

m.real

 (felice) sai Ludo non e una automobilina per bambini come puo sembrare . Eun auto vera e propia una delle prime Minicar costruita in Spagna , non conosco esattamente le sue caratteristiche so solo che si chiama Bisquit ed era costruita dalla Voisin . Magari nel forum qualcuno sapr├á dirci di piu (su)
in fondo al tunnel ce sempre una luce