2CV fourgonnette – 65 anni

65 fourgonette 2cv (23)Nei primi anni 1950, subito dopo la guerra, il governo francese decise di promuovere ed
incentivare l’acquisto di veicoli commerciali.
Citroën, prese quindi la decisione di affiancare alla appena nata un furgone leggero,
l’idea è buona e dura da 65 anni!
Ottobre 1950, i visitatori del Salone di Parigi possono ammirare una variante sul tema 2CV,
il modello presentato due anni prima sempre allo stesso salone viene affiancato da un piccolo
veicolo commerciale che ha l’anteriore della 2CV ed al posteriore una piccola “scatola
ondulata”, nasce la AU ovvero Type A, Utilitaire.
Il piccolo motore è lo stesso della berlina, ma il cambio è differente, questo per ovviare
alla mancanza di pontenza dovuta all’aumento di peso trasportabile che sulla AU arriva fino a
250 kg.
Con l’evoluzione della berlina arriva anche quella del furgone e l’AU diventa AZU, più tardi
riceve un motore più potente, da 425 c.c. e diventa l’auto preferita da piccoli artigiani ed
agricoltori.
Negli anni 60 cominciano a farsi sotto le concorrenti e Citroën rilancia il suo Azu, nel 1963
arriva l’AK 350 con un motore più potente de un restyling estetico sia esterno che interno
inoltre come si evince dal nome anche la capacità di carico aumento grazie all’aumento della
lunghezza del cassone.
Nel 1970, altre nuove evoluzionei arriva il’AKS 400 ancora più grande e capiente, sempre con
la parte anteriore derivata dalle 2CV berlina.
La AKS 400 sarà poi sostituita dall’Acadiane nel 1978, in totale sono stati venduti 1.246.335
esemplari.

UN DOUBLE ANNIVERSAIRE CÉLÉBRÉ PAR CITROËN : ANDRÉ ♥ COLETTE !

Oggi Per celebrare il doppio anniversario della 2CV fourgonette e del Berlingo, Citroën ha collaborato con la casa di moda parigina “Colette”.
Lo shop “Colette” è situato nell’elegante rue Saint-Honoré, vicino al Café Costes, un “concept store” che si sviluppa si tre livelli dedicati all’eccentricità della moda, qui trova posto una collaborazione con Citroën ed il mondo dell’automotive.
Clicca qua per saperne di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *